Eccellenza: Allori e Marcato nello staff del Petrarca con Cavinato

Il club veneto annuncia l’ingaggio del neozelandese Travis Larsen, Marcato sarà giocatore-allenatore

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Alberto da Giussano 26 Luglio 2015, 17:30

    Marcato è uno dei pochi giocatori che non abbia avuto discussioni con Andrea Cavinato ( tra quelli da lui allenati) quindi le premesse sono buone.

  2. 6nazioni 26 Luglio 2015, 18:11

    ma il ns presidente x caso ha vinto al superenalotto?
    il nz e’ fortissimo, andrea e allori sono ottimi come tecnici.
    forza petrarca sempre

  3. Camoto 26 Luglio 2015, 18:25

    Di Marcato allenatore mi spiace solo che a 32 anni non sia Marcato giocatore. E giocatore a livelli pro intendo, ma qui nulla c’entra la gestione, devastato dagli infortuni quando era al top.
    Se sa trasmettere la notevole tecnica che ha forse rivedremo al Petrarca un gioco sulla 3/4 che si merita, visti i validi giovani che lo compongono.
    Di Allori non so molto, ma le giovanili del Mogliano in questi anni hanno fatto molto bene.
    Forza Petrarca, che sia l’anno buono.

  4. burger 26 Luglio 2015, 19:04

    Marcato ed Allori grandi tecnici? Gia’ dei grandi prima di iniziare….
    E Rocco Salvan? Allenera’ le giovanili?

    • Alberto da Giussano 26 Luglio 2015, 19:11

      Questo è solo il parere di 6n. Diciamo che Andrea Marcato deve dimostrare di avere qualità da insegnante, il che non è detto.
      Idem per l’argentino.
      Evidentemente il budget questo permette.
      Auguriamoci che chi li ha coinvolti abbia visto giusto ed in ogni caso, in bocca al lupo.

      • Hullalla 26 Luglio 2015, 19:44

        In realta’ Marcato ha cominciato da qualche tempo il percorso per diventare allenatore.

  5. Sergio Martin 26 Luglio 2015, 20:19

    Va bene Marcato allenatore, ma io sono della #brigatacorradopilat !

  6. And 26 Luglio 2015, 21:18

    Marcato sintetizza perfettamente la parabola del rugby Italiano. La mancata crescita di Marcato è la mancata affermazione del rugby Italiano.
    La più forte apertura di formazione Italiana degli ultimi 20 (?) anni ridotta a soli 32 anni ad allenare dietro casa in un campionatino semi-pro. E lui spiega perché qui:

    http://www.gazzetta.it/Rugby/6-nazioni/26-02-2015/rugby-sei-nazioni-marcato-quando-rivedo-quel-drop-l-italia-scozia-ancora-mi-emoziono-1001044798849.shtml?refresh_ce-cp

    • fracassosandona 27 Luglio 2015, 01:05

      Non è colpa di marcato né del rugby italiano se il giocatore era sempre rotto. .. a me piaceva un sacco ma ha gli stessi problemi di derby: classe e fragilità

      • Camoto 27 Luglio 2015, 01:21

        Concordo e ricordo benissimo il periodo a Calvisano, molte partite fuori per infortunio, ma quando c’era Cavinato non lesinava complimenti alla mediana da nazionale composta da lui e Canavosio mascherato da Griffen (cit.)
        Ho sperato per anni che tornasse al top e mi rode ancora per come sia andata.
        Intanto grazie a Marcato per quello splendido drop.
        Parlando del periodo recente invece ho ancora negli occhi il calcio che ha mandato Bettin in meta lo scorso anno, capolavoro balistico.
        Che sia la migliore apertura degli ultimi 20 anni non lo so, sicuramente la migliore per il gioco al piede tattico e realizzativo.

        • giomarch 27 Luglio 2015, 16:59

          Il mio ricordo piu’ bello di marcato quando poco piu’ che diciottenne ha seduto dingo, orlando e dallan al monigo nella propria area di meta portando la palla oltre i 22.. unico lampo petrarchino in tutta la partita ahime’..
          Li ho proprio sperato che la potessimo finire con i vari pez e wakarua..
          Sfortunatissssssimo…

      • Camoto 27 Luglio 2015, 01:23

        Scusate, intendevo concordo con fracasso.

      • Hullalla 27 Luglio 2015, 12:36

        Motivo per cui non posso che fane il mio miglior in bocca al lupo ad entrambi!

  7. And 26 Luglio 2015, 21:19

    [video]https://www.youtube.com/watch?v=p98dFXrPJhc[/video]

  8. try 27 Luglio 2015, 17:58

    Marcato secondo me è stato un buon giocatore, ma gli è sempre mancato quel poco per diventare forte. Ho l’impressione anche che avesse paura del contatto.
    Il suo momento migliore è stato probabilmente la finale di campionato quando era affiancato a Goosen e la chimica 10-12 funzionava molto bene. Poi nel successivo anno celtico, causa anche il recupero dall’infortunio, non ha più reso come prima.
    So che ha già lavorato con le giovanili da qualche anno. Vedremo sia lui che Allori in veste da allenatori e poi giudicheremo.

Lascia un commento

item-thumbnail

Rovigo, Casellato: “Parola chiave? Serenità. In tanti vogliono lasciare un bel ricordo”

L'analisi del coach dei rodigini, a poche ore dalla sfida di Calvisano

16 Maggio 2021 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: le formazioni di Calvisano-Rovigo, semifinale Scudetto

Le scelte di Gianluca Guidi ed Umberto Casellato

16 Maggio 2021 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Calvisano, Guidi: “Privilegiato per la possibilità di guidare il team ai playoff”

Le parole del tecnico giallonero alla vigilia della semifinale contro Rovigo

16 Maggio 2021 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: la diretta streaming di Valorugby-Petrarca

Tutte le indicazioni per il live alle 18.10, sui canali Raisport

15 Maggio 2021 Campionati Italiani / TOP10