Rugby e TV: quando l’Italia viaggia assieme all’Ovalia più evoluta

Nel Regno Unito il Sei Nazioni resta in chiaro, da noi l’offerta gratuita è in espansione

COMMENTI DEI LETTORI
  1. jazztrain 14 Luglio 2015, 08:52

    Se ci fosse la possibilità di vedere su streaming il mondiale, lo farei immediatamente (Sono curioso di vedere cosa farà la Romania contro la Francia)

    • Mr Ian 14 Luglio 2015, 09:24

      Ma i biglietti per Italia-Romania sono già esauriti o ancora ancora devono essere messi in vendita? Avrei un derby familiare a cui mi piacerebbe assistere…

      • M. 14 Luglio 2015, 09:55

        Io non li vedo disponibili da 3 mesi… Ci sono solo quelli per il canada. E per la Francia al costo più alto

        • Mr Ian 14 Luglio 2015, 12:05

          forse ancora devono essere messi in vendita, almeno mi auguro…

        • Hullalla 14 Luglio 2015, 12:31

          Italia Canada a Leeds a 65 sterline… :-S

  2. soa 14 Luglio 2015, 09:49

    Il rugby si vende abbastanza bene per i valori che incarna nell’immaginario collettivo. Finché sarà così andrà bene, ma ci vorrebbe una serie di vittorie per aumentarne l’esposizione mediatica.

  3. delipe 14 Luglio 2015, 10:14

    Buongiorno,
    L offerta televisiva italiana dovrebbe essere anche di qualità come riprese quando viene prodotta in Italia.
    Purtroppo non c e mai stata che io ricordi una televisione che ha prodotto egregiamente le riprese.
    Siamo lontani anni luce dalle produzioni inglesi e francesi con attenzione al posizionamente delle camere, alla cura delle riprese nelle diverse fasi di gioco.
    Spesso le squadre di tecnici (probabilmente espertissimi non dico di no) non hanno mai visto giocare una partita e non conosco le regole minime.
    Quando poi e anche il regista la cosa diventa davvero desolante.
    Abbiamo registi televisivi (sky compresa) che sono talmente abituati a fare il calcio che quando fanno il rugby continuano a perdersi azioni e preferiscono continuare a fare inutili inquadrature sulle “emozioni”delle persone, vale a dire primi piani stretti di allenatore, giocatori che si lisciano i capelli, sputano…e cosi via.
    L analisi e la crituca a questo modo di lavorare potrebbe essere lunghissima ma eviterei per non annoiare chi legge e non uscirr fuori tema.
    Si parla tanto di ricerca della professionalità e strutture adatte di professionisti in ogni squadra usando paroloni in inglese (Director Rugby, Analyst, ecc…ecc..).
    Nessuno in 30 anni circa si e mai preoccupato di creare professionismo nel valorizzare l immagine del rugby in televisione (Rai in testa, Sky a seguire ma non escluderei nessuno, la stessa lodevole Nuvolari le produzioni esterne e quelle interne sono differenti anni luce!)
    E la Fir a pretenderlo!
    Cordialità

  4. Frederick 14 Luglio 2015, 11:02

    secondo me stiamo vivendo ancora dell’ “onda lunga” dei vecchi sei nazioni e della moda di qualche anno fa,felicissimo per gli accordi,ma se continuiamo a fare solo exploit isolati con la scozia e poi a fare figure barbine come quelle recenti con la Francia e il Galles il pubblico sta poco a cambiare canale e a non seguire più,marketing impostato sui valori o meno…preferirei di gran lunga Zebre campioni pro12( sembra quasi una barzelletta ) e l’Olimpico un po meno pieno che affidare tutto il traino del carrozzone alla nazionale

  5. San Isidro 15 Luglio 2015, 01:59

    Scusate, ma nessuno che l’ha notato:
    “che DMAX trasmetterà i Test Match degli Azzurri fino alla fine del 2018 ne è una conferma”…
    Ma questa è una bellissima notizia, io ricordavo che DMAX si sarebbe impegnata a trasmettere il 6N per tre edizioni (quindi fino a quella del prossimo anno), ma che poi non ci sarebbe stata la certezza di un’eventuale riconferma con il rugby…invece già c’è la positiva notizia che verranno trasmessi i 3 TM premondiale di quest’estate + tutti gli altri TM (almeno quelli invernali) fino al 2018, grandi! Per forza di cose poi se trasmetteranno i TM fino a quella data daranno in chiaro anche i 6N 2017 e 2018…molto, ma molto bene…

Lascia un commento

item-thumbnail

Sei Nazioni: “Nessun protocollo sanitario è stato violato dai Bleus”

Si chiude il caso legato al focolaio francese dopo l'incontro tra Bernard Laporte e il Ministro dello Sport del paese transalpino

item-thumbnail

Sei Nazioni 2021: squalifica e (quasi) fine del torneo per Adam Hastings

L'apertura di Glasgow, pronta al ritorno sul proscenio internazionale, paga a caro prezzo il rosso ricevuto lo scorso weekend nel Pro14

item-thumbnail

Sei Nazioni 2021: tegola Inghilterra, Courtney Lawes sarà out per 12 settimane

L'avanti ha riportato un brutto infortunio nella zona alta del suo corpo. Eddie Jones in difficoltà in seconda/terza linea

item-thumbnail

Sei Nazioni: il XV più “anziano” di sempre con tanti azzurri

Una formazione praticamente imbattibile, che comprende tanti super campioni del recente passato. Metà mischia e numero 10 vestono la maglia azzurra.

item-thumbnail

La situazione di Paolo Odogwu preoccupa gli Wasps

A breve saranno 50 giorni senza partite per il trequarti ancora a secco di presenze nel Sei Nazioni...