Rugby e storia: 65 volte Italia contro Francia e una sfida lunga ottant’anni

La prima volta nel 1935, il successo sfiorato nel 1962 e l’impresa di Grenoble. E una recente tradizione da rispettare…

COMMENTI DEI LETTORI
  1. tony 12 Marzo 2015, 08:43

    Beh se guardiamo le statistiche pure 🙂 siamo in netto progresso 2 vittorie negli ultimi 5 anni contro contro 1 nei 75 precedenti …… Innocenti svegliati 🙂 🙂

    • gsp 12 Marzo 2015, 12:23

      Ciao Tony, quali sono gli ultimi rumours di mercato?

      • tony 12 Marzo 2015, 12:42

        @Gsp sinceramente non lo so però danno per certi:Un Pilone Sudafrica,Naudè la seconda sudafricana che gioca in F2 Francia,Steyn,Iannone,Ferrari pilone,molto probabile Guemes, si parla di Traorè e De Marchi del Rovigo….per gli altri citati in passato sono solo contatti da definire vedi Gega,Mountariol,De Marchi,Castrogiovanni etc.

        • tony 12 Marzo 2015, 13:00

          @gsp a Parma Caffini,MBanda,Cook,Violi,Boni,VanZyl Mogliano,forse Panico.

          • gsp 12 Marzo 2015, 14:00

            grazie tony. secondo te perche’ non danno gli annunci, almeno di quelli ufficiali.

        • San Isidro 13 Marzo 2015, 02:37

          scusate ma alcuni annunci ufficiali già ci sono…Ferrari ha già firmato con la Benetton per 4 anni, Guemes poi dovrebbe essere arrivato adesso come joker medical…poi Boni e Violi sono già ufficiali alle Zebre…

  2. mauro 12 Marzo 2015, 08:44

    Anche se la squadra del 1987 era figlia della Mediolanum di Berlusconi a me piace ricordarla per Ivan, il Cristo, un altro mito che adesso fa giocare i bambini di Dosson, e Ciro Sgorlon, uno dei tanti figli buoni del Piave prestati al rugby.

    • fracassosandona 12 Marzo 2015, 09:23

      mauro, chi hai nominato…

      per chi non sapesse chi è Cristofoletto e non conosca il concetto di rugby dal basso invito a leggere questo articoletto che ho ritrovato in rete…

      http://tribunatreviso.gelocal.it/sport/2012/02/16/news/i-giovani-rugbisti-tutti-benvenuti-chez-cristofoletto-1.3188584
      altro che accademie e campi in sintetico…

      Andrea “Ciro” Sgorlon di Passarella, frazione d’oltre Piave dove la gente di solito parla di ciclismo, spero se lo ricordino ancora in tanti… per chi non lo conoscsse era lo “Zanni” di vent’anni fa…
      il problema è che quando tra vent’anni si parlerà dell’attuale nazionale la gente si ricorderà sicuramente di Castro e Parisse, dubito che resterà memoria dell’efficacia di Zanni, Favaro, Minto…

      • vecchio cuore neroverde 12 Marzo 2015, 10:30

        a dire il vero era il mccaw dell’epoca
        giocava sporco e sistematicamente in fuori gioco
        percio’ era forte

        amarcord amarcord amarcord

        ho lanciato una moda retro’
        bene cosi’

        walterone cristofoletto ancora oggi giocherebbe in qualsiasi franchigia, perchè aveva cuore grande e tecnica scarsa
        come piace a me

        • mezeena10 12 Marzo 2015, 13:45

          Chi? Michael Jones? o Josh Kronfeld? 🙂

        • mauro 12 Marzo 2015, 15:01

          non confondere l’amarcord con la nostalgia, sarebbe un’operazione vigliacca. A me piace ricordare anche perchè a quei tempi avevo i capelli, guardavo le ragazze e qualche volta ne ero ricambiato ed ero più giovane, non ho nostalgia di quei tempi perchè ogni stagione ha i suoi frutti ed io sono alle castagne, le ciliege in questa stagione hanno tutte il verme…

        • Andrea B. 12 Marzo 2015, 17:28

          Visto che si parla di Cristofoletto e della Francia, continuando nell’amarcord, una delle ultime volte che lo vidi in azzurro fu quando fece un discreto stamping a Benazzi, in fuorigioco che non rotolava via stando tra gli zebedei…l’arbitro sventolò il cartellino giallo e lui, tirandogli solo un pochetto la maglia, praticamente un pizzicotto, gli disse, prima di voltarsi ed uscire, che il francese stava dove non doveva stare…

        • Hullalla 12 Marzo 2015, 17:40

          Cristo era il mago del “saccaggio”.

      • mauro 12 Marzo 2015, 15:11

        non li ho citati a caso e tu hai capito il significato postando l’articolo dove il Cristo si racconta in tutta la sua passione.
        Uomini di rugby, persone di spessore, perchè affermazione di valori; come Ivan che ha voluto portare le magliette rosse in A prima di accettare il suo destino di campione fuori da S Giuseppe.
        Fra vent’anni io mi ricorderò di Favaro e Minto, chè non avevano fatto la comunione, un po’ meno di Castro “che’l se ga fato rosegar el naso dal can”

        • vecchio cuore neroverde 12 Marzo 2015, 15:53

          fra 20 anni le castagne saranno stantie

          • mauro 12 Marzo 2015, 18:25

            straccaganasse?
            (per gli extraveneti: castagne secche?)

  3. Il Doge n1 12 Marzo 2015, 08:46

    Per me l’ Italia può battere anche questa volta la Francia, mantenendo però sempre alta la concentrazione e l’umiltà. Perchè se pensano di averli già sconfitti allora il discorso potrebbe cambiare decisamente verso, soprattutto se si pensa che anche La Francia abbia voglia di portarsi a casa una vittoria visto i tempi che sta passando.
    Anche per la Francia , l’Italia è una delle partite da portare in saccoccia x salvare la faccia e calmare momentaneamente gli animi.
    Se sono agguerrite entrambe, potrebbe venir fuori una bella partita

  4. giannino 12 Marzo 2015, 09:13
    • pippobrutto 12 Marzo 2015, 11:19

      mi ricordo benissimo quella partita, vista in salotto da un mio amico… bella formazione. non ho niente contro gli equiparati (nel senso che se tutti equiparano, non ha senso che non lo facciamo noi), ma se guardiamo i cognomi di quella squadra, lì’impressione è che il movimento stesse molto meglio allora

      • Alberto da Giussano 12 Marzo 2015, 12:10

        A Grenoble:Pertile, Marcello Cutitta, Dominguez, Gardner, Massimo Cutitta
        A Edimburgo: Mclean, Parisse, Aguero, Haimona, Chistolini.

        Direi che, più o meno, è la stessa zuppa.

        • mistral 12 Marzo 2015, 14:00

          se non fosse per il 10, si…

          • Alberto da Giussano 12 Marzo 2015, 14:39

            Non volevo entrare nel merito tecnico , ma solo anagrafico. Nella fattispecie tecnica i n°10, sono inconfrontabili ancorchè tutti e due di formazione non nazioanale.

  5. bak 12 Marzo 2015, 09:25

    c’è qualcuno che può farmi la cortesia di indicarmi dei pub dove sarà possibile assistere al match Galles – Irlanda di sabato pomeriggio? Io e miei compagni soggiorneremo in zona piazza Cola di Rienzo, quindi penso che dei locali vicino a P.zza del Popolo potrebbero andare bene.

    Bak

    • vecchio cuore neroverde 12 Marzo 2015, 10:31

      il san isidro è quotatissimo
      giri gratis e belle donne

      • San Isidro 13 Marzo 2015, 02:43

        ti posso portare dove vuoi, per le belle donne purtroppo garantisco poco…

    • Machete 12 Marzo 2015, 12:41

      ne hai uno lì vicino
      Morrison’s via Ennio Quirino Visconti

  6. Alberto da Giussano 12 Marzo 2015, 09:53

    Evocare la Francia, significa giocoforza evocare anche la nazione rugbistica alla quale siamo più legati. Laffranchi e Battaglini hanno giocato in Francia. Francesi sono stati gli allenatori della nazionale italiana che hanno avuto più successo in Italia, maxime, G.Coste che ci ha fatto entrare nel 6N.
    Villepreux è di casa a Roma, Treviso e Calvisano in egual maniera.
    Non a caso, le vittorie con la Francia sono quelle che ci danno più soddisfazione.
    E’ sicuramente grazie al rugby francese che siamo cresciuti dal dopoguerra in avanti.
    A differenza degli allenatori, i giocatori francesi non hanno mai messo piede in Italia e questo forse è uno dei vantaggi che abbiamo per la partita di domenica all’Olimpico.

    • fracassosandona 12 Marzo 2015, 10:30

      le nostre vittorie nei confronti di chiunque altro (con l’eccezione della Scozia) si contano sulle dita di una mano o devono ancora arrivare…
      forse il fascino della nostra nazionale di rugby sta proprio in questo: una vittoria ogni 5 partite (ultimamente ogni 10): è come una gioiosa roulette russa all’incontrario in cui noi popolo di masochisti godiamo di sconfitte onorevoli (e più maturano dolorosamente su episodi e più godiamo) per poi eiaculare la nostra gioia quando arriva l’inattesa vittoria…

      ho visto la nazionale maggiore una decina di volte dal vivo: solo sconfitte…
      quando assisto ad una vittoria in TV la sensazione prevalente è sempre quella dell’incredulità, segue la commozione (c’ho il cuore tenero) che devo nascondere a moglie e figli nel timore che mi prendano per pazzo, per finire con un sottile stato di esaltazione che mi porta a fumare la cicca in terrazza con lo sguardo perso verso l’orizzonte con uno spirito analogo a quando da studente fuori sede fumavo a letto dopo l’amplesso…

      o i ragazzi imparano a vincere regolarmente (almeno 2 su 5) o questo sport mi ucciderà…

      • vecchio cuore neroverde 12 Marzo 2015, 10:33

        per il ricordo degli amplessi, per le sigarette, o per la noia?

      • gsp 12 Marzo 2015, 13:45

        ti capisco caro fracasso, proprio a quello mi riferivo quando dicevo che la gioia immensa per le vittorie rientra sempre di piu’ e vira verso gioia normale. insomma oggi sono piu’ vittorie che imprese, anche perche’ sono cambiate le nostre aspettative ed anche gli obbiettivi che ci poniamo.

      • Hullalla 12 Marzo 2015, 17:48

        Beh, se non altro non ti fa esagerare con le sigarette…

    • San Isidro 13 Marzo 2015, 03:03

      anche il grande Sergio Barilari ha giocato in Francia…

  7. kinky 12 Marzo 2015, 10:05

    Facciamo un mix del meglio della nazionale ’97 e quella di oggi:
    McLean
    Vaccari
    Masi
    Francescato
    Cutitta/Sarto
    Dominguez
    Troncon
    Parisse
    Gardner
    Zanni
    Minto
    Cristofoletto
    Castrogiovanni/Properzi
    Ghiraldini
    Cutitta

    da paura!!

    • gsp 12 Marzo 2015, 11:59

      va beh, dai in seconda qualcuno l’hai dimenticato sicuro.

      • Machete 12 Marzo 2015, 12:47

        Checchinato?? Croci??

        • gsp 12 Marzo 2015, 13:20

          almeno 4 solo negli anni duemila (Dellape’, Bortolami, Quintino, Del Fava…) che io metterei prima di Minto.

          • kinky 12 Marzo 2015, 15:25

            Gsp, non ho scritto la squadra all-time altrimenti, effettivamente, ci mettevo dentro Dellapè-Bortolomi oppure Dellapè-Del Fava (sono sempre stato un sostenitore di Del Fava) ma ho scritto “un mix tra quella del’97 e quella di oggi. Ho messo Minto al posto di Bortolami perchè Minto è a metà del suo perscorso e a mio avviso potenzialmente è il migliore di tutti. Comunque hai ragione, Bortolami ad oggi è dentro di diritto al posto di Minto.

          • gsp 12 Marzo 2015, 17:10

            avevo capito male Kinky.

        • kinky 12 Marzo 2015, 15:15

          Machete, Croci proprio no!!!

  8. vecchio cuore neroverde 12 Marzo 2015, 10:32

    fosse mai che sei trevigiano?

    • kinky 12 Marzo 2015, 11:54

      perchè dici?!? Sono padovano e petrarchino dalla nascita, pensa te!

  9. RigolettoMSC 12 Marzo 2015, 11:36

    Guardavo il servizio di Raimondi su Francia-Italia di Grenoble… Diobono, l’avevo rimosso, la testa di Properzi peserà da sola mezzo quintale! 🙂 🙂

    Che ricordi!

    • parega 12 Marzo 2015, 13:21

      quale servizio scusa ? hai il link del video per favore ?

      • RigolettoMSC 12 Marzo 2015, 19:32

        E’ qui sopra, all’interno dell’articolo. Clicca sul primo filmato.

  10. Andrea B. 12 Marzo 2015, 11:56

    Giusto per la cronaca, perché non citare anche Francia -Italia del 63 a Grenoble ( la “malapasqua”): 14 a12 per i transalpini, che ci sorpassano con una meta solo nel finale, formazione fresca di grande slam al Cinque Nazioni e che sconfisse il SudAfrica nei test match l’anno dopo. In maglia azzurra da ricordare Lanfranchi,Zani e l’esordiente Marco Bollesan…

  11. gsp 12 Marzo 2015, 12:01

    che brividi, brividi. siamo pronti per un’altra vittoria con un pizzico di tristezza ed un po’ di tranquillita’ in piu’ perche’ diventano sempre piu’ ‘normali’. forza ragazzi!!

  12. Rabbidaniel 12 Marzo 2015, 12:31

    Italia-Francia: giocate 36; vittorie Francia 33; Pareggi 0; Vittorie Italia 3; Punti fatti Francia 1062; Punti fatti Italia 391; Percentuale vittorie Francia 91,67.

    Forse sono poco romantico, ma preferirei perdere di brutto questa e vincere quella dei mondiali, che ci cambierebbe qualcosa in più.
    Sull’analisi della partita mi trovo d’accordo con quanto detto da Munari, si può vincere, considerati tutti i vulnus che i francesi hanno in questi ultimi anni.

  13. jazztrain 12 Marzo 2015, 12:54

    La mitica COPPA FIRA!

    🙂

  14. parega 12 Marzo 2015, 13:06

    perche’ non viene ricordata la prima NON SCONFITTA a rovigo 6 a 6 con alla mediana San Bettarello e Alessandro Ghini ?
    memorabile partita giocata su un campo pieno di neve e in una giornata di gelo

    • Andrea B. 12 Marzo 2015, 13:25

      Era una Francia A o qualcosa di simile…se mi ricordo bene c’era anche Vaccari…poi ci fu anche la vittoria contro una Francia “minore” nel 1993, se non mi sbaglio.

      • jazztrain 12 Marzo 2015, 13:28
        • parega 12 Marzo 2015, 18:45

          il tornare a quelle partite per quanto riguarda il sottoscritto non e’ un’operazione di nostalgia per il tempo che fu’…niente di piu’ sbagliato non avete capito
          io penso…ho la convinzione e sento piu’ mia le nazionali di quei periodi…non pensate al nazionalismo non c’entra niente
          voglio solo dire che la nazionale di quei periodi era la vera espressione del nostro movimento…perfetta tale e quale
          poi e’ arrivato il grande coste che ha chiesto alla fir di avere a disposizione un buon numero di giocatori che volessero fare i professionisti, e con l’aggiunta di oriundi super grandi giocatori come gardner dieguito etc….
          ecco per me e’ finita li’ l’epoca della nazionale che rappresentava il movimento mi spiego ?
          quelle venute dopo che ci hanno portato al sei nazioni e quelle del sei nazioni hanno poco pochissimo in certi anni dei nostri club con tutti gli orioundi/stranieri/equiparati usati..ai quali va’ cmq il sempre il mio ringraziamento per essere scesi in campo
          spero di essere stato chiaro

          • parega 12 Marzo 2015, 18:48

            il monigo del video sopra ha le stesse tribuni di oggi, sistemate meglio ma LE STESSE…..

    • vecchio cuore neroverde 12 Marzo 2015, 15:55

      amarcord amarcord amarcord

      redazione pensavo fosse un sito specializzato
      ma invece è un ospizio

      • Hullalla 12 Marzo 2015, 17:51

        E’ il rugby Italiano che e’ un ospizio… 😉

        • parega 12 Marzo 2015, 18:49

          VCN
          ho spiegato sopra il mio pensiero che come potrai capire non e’ per niente di nostalgico ma ha un suo senso

          • vecchio cuore neroverde 12 Marzo 2015, 19:39

            come era verde la mia valle

            ai miei tempi….

            non esistono piu’ le mezze stagioni

            p.s.: chiarissimo
            ma molti si esaltano vedendo un isolano che canta l’inno di mameli,
            senza sapere che l’italia è piena di bacchin, biagi morisi etc., basta farli giocare e dargli credito

          • parega 12 Marzo 2015, 20:27

            perfetto e’ proprio questo il discorso. e se si perde di dieci punti in piu’ no problem…hai fatto fare esperienza a un ragazzo che sirucamente ti ripaghera’

          • parega 12 Marzo 2015, 20:37

            usando il mio pensiero per la partita di domenica con un problema di apertura, invece di orquera io chiamerei padovani , non mi farei scrupoli , nel caso dovesse giocare con tutti i dubbi che abbiamo ancora su di lui ….non e’ ancora espero…poco costante……pero’ e’ un ragazzo che e’ cresciuto nei nostri settori giovanili …perche’ non puntare su di lui anche per il futuro ?
            poi anche se perdiamo ok…ma abbiamo fatto fare esperienza a un giocatore che ha grandi qualita’
            e’ una federazione che punta solo alla partita della domenica prossima….questa e’ la loro programmazione

  15. Fitness 13 Marzo 2015, 01:50

    Non dimenticherò mai il 12 marzo 2011. Era la prima volta che andavo a vedere la nazionale. Andai col mister e un compagno, il mister disse che andava a vedere il gioco della Francia, io sfottevo il compagno dicendogli che avrei portato fortuna, in quella mia prima volta avremmo vinto. Quando quella pedata di BergaMirko entrò fu una gioia immensa 22-21. Prima vittoria coi francesi dell’età 6 nazioni, almeno un paio di cappellini in camera me la ricordano ogni giorno!

  16. vecchio cuore neroverde 13 Marzo 2015, 08:42

    amarcord amarcord amarcord

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia: missione compiuta a Tonga, ora la prova più difficile

Il successo di Nuku'alofa lancia gli Azzurri verso la sfida contro il Giappone, la più dura del trittico estivo

13 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Le reazioni della stampa estera alla vittoria dell’Italia con Tonga. E i giornali “sbagliano” i fratelli Garbisi

Nonostante la copertura mediatica ridotta, i commenti sulla prestazione degli Azzurri sono positivi, con un piccolo particolare: in molti hanno confus...

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Gonzalo Quesada: “Soddisfatto della partita. Contro il Giappone ci aspetta una grande sfida”

Il capo allenatore analizza la prestazione azzurra contro Tonga e guarda già avanti alla sfida contro i nipponici. Problema fisico per Federico Ruzza

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Come cambia il World Rugby Ranking dell’Italia dopo la vittoria su Tonga

Gli Azzurri ottengono un salto nella classifica per nazionali grazie al successo di Nuku'alofa

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Summer Series 2024: le pagelle di Tonga-Italia

Azzurri non brillantissimi e penalizzati da tanti errori di handling, ma dominanti in mischia e nel punto d'incontro: ne viene fuori comunque una vitt...

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

A Tonga l’Italia non brilla, ma vince senza patemi: finisce 36-14

Ikale Tahi battute dagli Azzurri grazie a una partita dominata nel possesso e nel territorio

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale