Inghilterra, Lancaster head coach fino al 2020

Importante decisione della RFU che sceglie la continuità nel proprio futuro

COMMENTI DEI LETTORI
  1. kinky 1 Ottobre 2014, 11:39

    Per fortuna che quella volta che lo misero Head Coach doveva essere ad interim!!!!! Gran merito all’uomo dunque!!!

    • Alberto da Giussano 1 Ottobre 2014, 11:42

      Con tutta la stima possibile, 6 anni di contratto sono fuori da ogni logica.

      • kinky 1 Ottobre 2014, 11:45

        anche secondo me, ma evidentemente ha covinto i piani alti in questi anni di suo operato ma soprattutto gli avrà convinti anche con un programma a lungo (lunghissimo) termine!

      • Stefo 1 Ottobre 2014, 12:29

        E perche’?Se si crede in un progetto o nelle capacita’ della persona invece gli da la possibilita’ di programmare con intelligenza le cose…la parolina magica: p r o g r a m m a r e non navigare a vista.
        SE poi dovessero esserci problemi e non funzionare la soluzione c’e’ sempre.

        • Alberto da Giussano 1 Ottobre 2014, 13:40

          Diciamo allora, inusuale. La soluzione c’è sempre, ma di solito non è gratis.
          Quanto alla programmazione tu mi insegni che essa ( la parola magica) appartiene ad un progetto soprattutto e il navigare a vista alla mancanza del medesimo ( indipendentemente dagli anni di contratto del CT).

          • Stefo 1 Ottobre 2014, 14:13

            AdG io parlo del progetto della NAzionale qua, o nazionali meglio dire nel caso inglese visto che controlla anche i Saxons. Non casco nel tuo giochibo di cercare di fare un minestrone di tutto, se vuoi continuare col giochino di mischiare tutto fallo pure, per me non ci fai una bella figura.
            Inusuale…inizia ad esserlo sempre meno, Henry si e’ fatto due cicli mondiali, Gatland sta andando verso l’ottavo anno alla guida del Galles…giusto per rimanere agli ultimi anni

          • Alberto da Giussano 1 Ottobre 2014, 14:23

            Vedo che mi dai sempre brutti voti. Dovrò applicarmi di più.

          • Stefo 1 Ottobre 2014, 14:43

            adg non mi e’ piaciuto il tentativo di minestronr…io non condivido la frase di munari su ct-magi zurli’, pur riconoscendo i limiti di organico io penso che Brunel abbia grosse responsabilita’ tattiche, che in generale il ct -chiunque esso sia- e’ troppo fuori dalla programmazione dell’alto livello -cosa che i vari lancaster, gatland, schmidt per citarne alcuni non sono, anzi sono ben coinvolti.

          • Alberto da Giussano 1 Ottobre 2014, 14:51

            Una volta ti ho accusato di dietrologia. Ma anche adesso lo stai facendo, il dietrologo. La mia affermazione sugli anni di durata era fine a se stessa. Non aveva altri fini.
            La programmazione è una parola dietro la quale ci deve stare un costume operativo, un apparato che lo produce e degli interpreti che lo portano avanti giorno per giorno. Il CT è quasto ultimo.
            Solo il pensare che la FIR possa programmare significa solo due cose, o si vive sulle nuvole o non si conosce la FIR.
            Non ti seguo su Brunel. Di sicuro non è arrivato perchè migliore interprete di un progetto.

          • Stefo 1 Ottobre 2014, 15:02

            ed anche k’aktra volta ti ho rispedito l’accysa di dietrologia.
            ok allora ho frainteso quello che dicevi sulla lunghezza del contratto…certo non cambia poco sapere che laviri ad un progetto cge guarda oltre l’oggi evidentemente per te…per me cambia e parecchio

  2. San Isidro 2 Ottobre 2014, 01:28

    Attacking Skills Coach? Termine sconosciuto alla FIR e alle nostre franchigie…

Lascia un commento

item-thumbnail

Summer Series: il secondo round di Argentina-Francia, la preview

Bleus per chiudere al meglio la finestra internazionale, nonostante i guai extra-sportivi, Pumas per entrare in forma e ingranare: calcio d'inizio all...

item-thumbnail

Summer Series: clamoroso a Durban! Il drop all’80’ di Frawley regala la vittoria all’Irlanda. Sudafrica battuto 24-25

Un match pazzesco deciso da una grande giocata a tempo scaduto del trequarti del Leinster

item-thumbnail

Summer Series: la preview di Sudafrica-Irlanda

A Durban secondo atto fra le prime due del ranking mondiale

item-thumbnail

Summer Series: la Georgia rimonta il Giappone in doppia inferiorità numerica

Altalena di emozioni a Sendai: i Brave Blossoms, in 14 sin dal 20', lottano e quasi portano a casa il match, salvo subire nel finale un'altra sanzione

item-thumbnail

Summer Series: I Wallabies battono il Galles in un secondo test pieno di emozioni

Festival di mete a Melbourne, alla fine la serie la vince un'Australia più brava a sfruttare gli errori avversari

item-thumbnail

Eden Park resta All Blacks, Inghilterra mai doma ma piegata per 24-17

La Nuova Zelanda, pur soffrendo, vince incontro e serie delle Summer Series 2024 sugli inglesi. Decisivo l'ingresso di Beauden Barrett nella ripresa