Brugnara, il mantovano tra i Tigers che sogna l’azzurro

Il pilone lombardo si sta comportando bene a Leicester, dove con Tiziano Pasquali fa la spola tra Academy e prima squadra

Dalla pagina facebook di Riccardo Brugnara

“Brunel? Non l’ho mai sentito, ma con tutti questi azzurri in rosa spero butti un occhio anche qui”. A parlare così è Riccardo Brugnara in una intervista rilasciata a Simone Battaggia per le pagine lombarde de La Gazzetta dello Sport. Il giovane mantovano sa che la strada è ancora lunga ma se a 20 anni ha già debuttato in Premiership con la maglia dei Tigers di Leicester qualcosa vorrà pur dire.
Una intervista in cui il pilone lombardo racconta la sua storia ovale, iniziata grazie a un professore di educazione fisica quando era bambino con la maglia del Rugby Mantova, nel 2010 la svolta grazie a un camp a Varese dove viene addocchiato dagli osservatori dell’Academy dei Tigers. L’invito per un provino in Inghilterra, un anno con il Viadana e poi la chiamata definitiva a Leicester, aggregato all’Academy e ora anche alla prima squadra.
Il sogno ha la forma di una maglia azzurra, dopo aver solo sfiorato quella della nazionale U20: a fermarlo fu un infortunio al ginocchio.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Damian Willemse sarà dei Saracens per tre mesi

Il talentuoso trequarti arriverà come injury cover per rimpiazzare gli infortunati Alex Goode e Max Malins

4 Settembre 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

I London Irish si assicurano anche le prestazioni di Steve Mafi

L'avanti tongano arriva dal Pro14, torneo nel quale ha brillato con la maglia di Castres

25 Luglio 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

La famiglia Du Preez trasloca a Sale

Dagli Sharks sudafricani a quelli della Premiership, i gemelli Jean-Luc e Daniel rispondono così all'addio del padre alla panchina del Super Rugby

21 Luglio 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Scozia: Josh Strauss torna in Sudafrica

Il numero 8 lascia i Sale Sharks per approdare ai Blue Bulls, nel Super Rugby

15 Luglio 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership, il calendario 2019/2020: si riparte da Bristol-Bath. I Saracens ospiteranno i Saints

Tutta la magia del campionato inglese: vecchie sfide, nuovi stadi e grande attenzione ai fans

11 Luglio 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

I Leicester Tigers sono in vendita

Lo ha annunciato la società con un comunicato ufficiale, per cercare di rilanciare il club dopo le ultime stagioni negative

25 Giugno 2019 Emisfero Nord / Premiership
  1. ginomonza 23 Settembre 2014, 08:58

    Bene e credo bravo

  2. Spinoza 23 Settembre 2014, 09:21

    Addocchiato in un camp a Varese da osservatori Tigers. Ecco come si fa nei paesi evoluti: si va in giro per il mondo e si osserva con occhio competente così da bruciare sul tempo la concorrenza.

  3. Pierre 23 Settembre 2014, 09:28

    Ma io dico, nel 2010 aveva 16 anni.
    Viene notato dagli scout Leicester e poi si fa un anno a Viadana, a 17-18 anni va nell’Academy Leicester.
    E l’Italia lo chiama solo nell’under20 (aldilà che non ci vada per infortunio), dopo che erano almeno 3 anni che era un prospetto interessante?

    • PedemontanaRugby 23 Settembre 2014, 09:38

      E che caspita!
      Qui ci sono un sacco di giocatori da visionare, mica come in Inghilterra dove sono quattro gatti.
      Oppure semplicemente, visto che i nostri sono impegnati a cazzeggiare,
      i volonterosi Tigers danno una mano a portare avanti il lavoro.

    • giomarch 23 Settembre 2014, 10:58

      Ti sei risposto da solo.. Un anno a Viadana..
      Come potevano convocarlo in Nazionale.. Suvvia un po di lucidita’ 😀

      • maz74 23 Settembre 2014, 15:03

        Art. 1 del regolamento FIR per le convocazioni: “senza * non sei convocabile neppure se sei il clone di Daniel Carter”
        Art. 2: “se ha giocato nelle giovanili del Viadana non sei convocabile”
        Art. 3: “se tuo padre o tuo nonno hanno giocato a Viadana non sei convocabile”
        Art. 4: “se sei scarso ma giochi a Calvisano, allora diventi un fenomeno”

        • Hullalla 26 Settembre 2014, 14:17

          Bisogna mettere una postilla per spiegare che e’ Daniel Carter.

  4. mai mular 23 Settembre 2014, 09:37

    mai mular ,riccardo ,ci aspetta ancora la rivincita della finale di parma under 18 (viadana -gran parma! )

  5. hyperion 23 Settembre 2014, 09:41

    Questa è l’ennesima dimostrazione di come è organizzata la fir, solo clientelismi alla faccia dei club che lavorano sodo e che formano veramente,per il resto stendiamo un velo pietoso.

  6. marcoV 23 Settembre 2014, 09:58

    …e dighe a Pasquali che el cambie idea, altro che nazionale inglese!!!
    vi aspettiamo in azzurro, c’è un nuovo ciclo da aprire!

    • Spinoza 23 Settembre 2014, 10:43

      Prima però bisogna chiudere quello vecchio

    • maz74 23 Settembre 2014, 15:04

      Però bisogna cominciare a chiamarli almeno per i test match

  7. edopardo 23 Settembre 2014, 10:42

    Eh già e noi abbiamo bravissimi tecnici che vanno in Sudafrica a prendere bambolotti vari a scatola chiusa!:)

  8. kinky 23 Settembre 2014, 11:54

    Eccovi là….non vi pare nemmeno vero a osannare chi sta fuori dall’Italia. Ma veramente credete alla storia degli osservatori del Licester che sono andati a Mantova?!? Se proprio dovessi credere ad una cosa del genere forse lo farebbero sui campi qui in veneto che magari (avendo almeno 4 scuole importanti:padova, treviso, rovigo e venezia…che comprende Mirano e Sandonà) dove hai sicuramente più chance di scovare qualcuno. Ma tolto che avrei i dubbi anche su osservatori che vengono in veneto, è prorpio che secondo me osservaori in Italia non ne vengono. Bazzico sui campi da sempre e non ho mai visto dirigenti venuti appositamente per visionare ragazzini.
    Se realmente un osserrvatore da oltremanica si sposta per vedere un solo giocatore di 15/16 significa che questo è stato segnalato ed è reale fenomeno, ma allora vedrai che sarebbe arrivato prima anche in nazionale.
    Secondo me è molto più facile che un dirigente (non in veste ufficiale) era nelle zone (magari a trovare un amico conosciuto precedentemente sempre grazie al rugby) e ha visto che il ragazzo non era male….e lui stesso (Brugnara) si è offerto. Poi non c’è dubbio, complimentoni al ragazzo che evidentemente ha i meriti e le capacità per una grande carriera…ma questo è tutt’altro capitolo. Qui stiamo parlando di una leggenda che non esiste.

    • kinky 23 Settembre 2014, 11:58

      C’è un ragazzino dell’U16 (che quest’anno è passato U18…è un ’98) veramente interessante e gioca apertura a Udine. E’ tutto l’anno che mi rompono la minchia dicendomi che sta trattando con l’Accademy del Leicester….ma sapete perchè?!? Perchè è lui e la sua famiglia che lo vorrebbero….e scommetto che per quanto sia forte nessuno da Leicester è venuto a visionarlo.

      • kinky 23 Settembre 2014, 12:03

        Comunque sono felice che speri vivamente nella maglia azzurra…e sono convinto (mi sono già espresso e dilungato di molto la settimana scorsa sul discorso economico) che se Pasquali verrà preso in considerazione da Brunel (…e preso in considerazione non significa quindi che dovrà convocarlo per forza a Novembre) non rinuncerà tanto facilmente.

    • hyperion 23 Settembre 2014, 12:31

      Scusa ma secondo te come c’è finito a Leicester?

      • kinky 23 Settembre 2014, 13:38

        A mio avviso (attenzione che è solo un grande merito anche questo) è stato lui per primo a voler andar e proporsi al Leicester!!

        • edopardo 23 Settembre 2014, 13:53

          Può essere Kinky ma il risultato non cambia cioè che cmq la strada la oltre la manica se la sono spianata per bene,se non lo fosse stato sarebbero già tornati punto,vuol dire che i 2 ragazzi hanno i coiones giusti per farsi valere,e non è cosa da poco visto che ultimamente alcuni se ne tornano nel club di origine dopo meri risultati.
          C’è anche l’esempio di Pilla che ha mandato lui stesso una mail alla federazione tedesca di rugby per poter essere convocato,ogni uno sceglie la propria strada buona o cattiva che sia.

        • maz74 23 Settembre 2014, 15:07

          Sicuramente a Leicester si propongono in tanti, pochissimo vengono scelti.
          Poi è meglio la formazione di Leicester o quelle delle accademie FIR?
          RISPOSTA OVVIA per mio avviso

          • kinky 23 Settembre 2014, 15:24

            no no, il concetto espresso dall’articolo (sapientemente…e infatti in molti subito che gli son corsi dietro) è che sembra che degli emissari vengono regolarmente spediti in Italia nei campetti di periferia a scovare i giocatori, io sto parlando di quello…..ma dai!!!

          • maz74 23 Settembre 2014, 18:44

            kinky, il mio era semplice sarcasmo.
            Meglio 100 giovani italiani nelle varie accademy inglesi, l’importante che non abbiano * nel proprio curriculum

    • hyperion 23 Settembre 2014, 12:36

      Guarda che se non ricordo male ci sono diversi club in Italia che hanno fatto dei “gemellaggi” con le accademy britanniche e non vorrei dire una bestialità mi sembra che un club fosse proprio Viadana.

      • Hullalla 26 Settembre 2014, 14:21

        Potrebbe essere stato Jeppo? o forse sto confondendo le date…

    • licuti 23 Settembre 2014, 13:37

      Conosci la storia meglio dell interessato.
      Forse dovresti telefonargli e rinfrescargli la memoria.

      • mezeena10 23 Settembre 2014, 18:50

        e diccela tu allora visto che la sai dall’ interessato!

        • licuti 23 Settembre 2014, 19:46

          Uaooo che risposta.

          E che avremo mai detto per scatenare l ira di ……. Perché rispondi tu?
          Sei l avvocato?
          Cercate di essere più tolleranti e meno aggressivi. Senza questi atteggiamenti il forum guadagnerebbe.
          Ti lascio alla tua polemica da tastiera.

          • mezeena10 23 Settembre 2014, 21:24

            “Conosci la storia meglio dell interessato.
            Forse dovresti telefonargli e rinfrescargli la memoria.”
            questo per me è far polemica..
            adios bamboccio!

  9. L.R. 23 Settembre 2014, 12:41

    Da una sua intervista sul sito del Rugby Mantova:

    “Si dice che il treno passi una volta sola e io, appena l’ho incrociato, ci sono salito al volo! Ho partecipato a un “camp” estivo in italia, diretto dall’ex allenatore dell’Australia, Bob Dwyer, e dall’ex allenatore del Leicester Tigers Academy, Mike Pennistone. Proprio Pennistone, ha visto in me le qualità per giocare nel campionato giovanile inglese. Mi ha organizzato un provino di una settimana con il Leicester. Da lì è cominciato il mio percorso tutto.”

    • kinky 23 Settembre 2014, 15:27

      ecco vedete?!? dove sono questi osservatori mandati dal Leicester?!?
      comuqnue alla fine della fiera a Brugnara è solo da fare i complimenti, primo perchè a 16 anni sapeva già quello che voleva secodno perchè questo punto è oggettivo che il suo percorso di crescita è in conitnuo progresso….continua così che ti aspettiamo a braccia aperte!!!

    • ginomonza 23 Settembre 2014, 17:20

      Cioè kinky fare camp non è fare scouting?
      E lo vengono a dire a te se sono in giro?
      Dai su … 😉

  10. soa 23 Settembre 2014, 15:05

    Contento che il ragazzo voglia giocare per l’Italia, ma non può pensare di essere già convocato perchè gioca nel leicester. Quando avrà dimostrato di meritarselo, verrà giustamente convocato. Personalmente credo che la nazionale non debba essere usata come ricatto: “o mi chiamate o vado a giocare per un’altra nazionale” (non è il caso del ragazzo) e “o giochi qui o ti scordi la nazionale” (già successo parecchie volte).
    Mi dispiace sentire di giocatori di buon livello che vanno a giocare per altre nazionali anche se non hanno alcun legame con queste se non aver giocato nel campionato per tre anni. Ognuno dovrebbe essere fiero di giocare per la propria o accontentarsi di giocare con il club (parere personale e comunque i regolamenti lo consentono, per cui niente di scandaloso).

  11. dogriccio 23 Settembre 2014, 17:36

    mi state davvero dicendo che con tutte le mille mila accademie che ci sono, i due prossimi giovani a debuttare con la maggiore, sono due ragazzi che l’accademia non l’hanno mai vista, così come non hanno mai visto le nazionali giovanili e si sono formati all’estero..
    ahahahahahhahaahahahahah
    ma c’ è qualcuno che comincia a far a questi signori qualche domanda, se non tanto per il rugby per l’utilizzo di soldi pubblici

    • il carogna 23 Settembre 2014, 22:09

      Magari, dico magari, le accademie servono più a prendere voti che a formare giocatori. Magari mi sbaglio e sono in malafede.

    • Hullalla 26 Settembre 2014, 14:24

      Ma che dici?!? L’accademia l’hanno fatta!

      A Leicester…

  12. San Isidro 24 Settembre 2014, 01:44

    Molto contento per Brugnara, speriamo che assieme a Pasquali continui a formarsi a dovere in quel di Leicester…certo che è strano comunque che nessuna delle nostre due franchigie abbia messo gli occhi su di lui finora…
    Sapevo poi che Brugnara fosse un tallonatore, evidentemente può ricoprire entrambi i ruoli in prima linea…

    • HumptyDumpty 24 Settembre 2014, 09:01

      San, non avendo frequentato Accademie italiane, questi ragazzi sono LIBERI di PROGRAMMARSI la loro FORMAZIONE dove vogliono e, vedendo la storia di Lazzaroni e Ferrari (il pilone u20 che doveva giocare con espoir di Toulon), hanno fatto molto bene i loro calcoli. Puo’ anche darsi che le nostre franchigie si siano fatte vive, noi questo non lo sappiamo, ma se cosi’ fosse i ragazzi fanno bene a restare dove sono. Per Brugnara sono molto contenta che abbia come obiettivo la maglia azzurra, sono tempi duri questi per l’Italia …
      Per chi ha visto la partita Bath contro Leicester, era Brugnara che aveva segnato la meta, poi annullata per doppio movimento?

      • soa 24 Settembre 2014, 11:59

        Per Ferrari mi pare non si sia ancora capito il motivo del rifiuto a Tolone, per Lazzaroni invece la FIR aveva messo il veto

        • HumptyDumpty 24 Settembre 2014, 14:40

          Soa, avevo capito che anche per Ferrari c’era il no da parte della Federazione, ma di questo non sono sicura.

      • San Isidro 24 Settembre 2014, 15:44

        @Humpty, hai ragione e io sono contento se qualche nostro giovane si forma in un club estero, mi chiedevo solo perchè questi ragazzi non sono stati adocchiati dalle due franchigie, alla fine penso che avrebbero spazio anche nei nostri team di alto livello…su Lazzaroni e Ferrari penso abbia ragione @soa…

  13. San Isidro 24 Settembre 2014, 02:37

    Comunque a chi interessa c’è un’interessante intervista a Brugnara qui nella sezione CLUB, basta scorrere le news passate, mi pare fosse di Agosto…

Lascia un commento