Guinness Pro12 in tv: rispunta la pista che porta a Mediaset

A Londra, alla presentazione del torneo celtico, l’amministratore delegato del Pro12 fa sapere che…

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Rabbidaniel 26 Agosto 2014, 15:30

    Le comiche. Se Mediaset prende il Pro12 a meno di una pippata di tabacco e lo maltratta come l’anno scorso è l’ennesima sconfitta del rugby italiano. Forse meglio la rai a questo punto.

    • malpensante 26 Agosto 2014, 15:35

      Questo ha praticamente detto niente, comunque è sottinteso che i soldini li vogliano, dalla tv o dalla FIR.

    • fabiogenova 26 Agosto 2014, 15:39

      A me non sembra che Mediaset abbia trattato male il pro 12, lo scorso anno; le partite che non hanno prodotto spesso non erano prodotte neanche dalle tv celtiche, i telespettatori non hanno quasi mai superato le 50mila unità, al XXV Aprile, derby a parte, molto spesso gradinate semideserte; risultati raramente apprezzabili (le nostre due franchigie sono arrivate ultime), nessun traino dal deludente SeiNazioni 2014, litigi all’interno del movimento rugbystico, assenza pressoché totale dei grandi sponsor. Ecco, direi che in mezzo a questa melma, tutto sommato sono arrivati fino alla fine trasmettendo un buon numero di partite.

      • fabiogenova 26 Agosto 2014, 15:43

        scusatemi, devo avere problemi al pc….

      • Giovanni 26 Agosto 2014, 16:37

        Ti raccomando soprattutto le repliche il lunedì ad ora di pranzo. O anche le differite per poter mandare in onda “Goldrake contro Mazinga”…

        • pippobrutto 26 Agosto 2014, 17:01

          già. per ricordarci che il calcio è lo sport più importante, al sabato pomeriggio facevano holly e benji, invece che la diretta del pro12

    • Giov 26 Agosto 2014, 15:52

      Bisogna vedere se Mediaset è interessata: a giudicare da come ha trattato la competizione l’anno scorso (sporattutto gli ultimi mesi) potrebbe essere interessata……nella misura in cui la FIR caccia il grano….Diversamente ho forti dubbi.

  2. fabiogenova 26 Agosto 2014, 15:42

    A me non sembra che Mediaset abbia trattato male il pro 12, lo scorso anno; le partite che non hanno prodotto spesso non erano prodotte neanche dalle tv celtiche, i telespettatori non hanno quasi mai superato le 50mila unità, al XXV Aprile, derby a parte, molto spesso gradinate semideserte; risultati raramente apprezzabili (le nostre due franchigie sono arrivate ultime), nessun traino dal deludente SeiNazioni 2014, litigi all’interno del movimento rugbystico, assenza pressoché totale dei grandi sponsor. Ecco, direi che in mezzo a questa melma, tutto sommato sono arrivati fino alla fine trasmettendo un buon numero di partite. Quello che vorrei segnalare, Rabbi, è: che cosa ha dato il movimento rugbystico italiano a Mediaset per convincerli a fare un buon affare con il Pro 12?

    • Francesco.Strano 26 Agosto 2014, 15:57

      MEGLIO UNA TV FEDERALE… A QUESTO PUNTO.

    • mauro 26 Agosto 2014, 16:06

      e che cosa avrebbe fatto Mediaset per rendere il prodotto appetitoso?
      Partite buttate là a casaccio quando non sapeva cosa trasmettere, a volte riformulando il palinsesto all’ultimo. Trasmissione delle partite in casa che, a mio avviso, procurano solo danno alle società: con la brutta stagione, con le partite non di cartello e quelle che non contano niente chi è che va allo stadio se può vederle in tv?
      Il rugby per trasmetterlo in Italia bisogna vederlo come un servizio non come una forma di utile, non può essere che una forma di fidelizzazione di nuovi clienti- Sennò alle ore in cui lo trasmette Italia 2 va meglio un filmetto porno che tira di più.
      Tanto per capirci quanti si sono abbonati a Sky, me compreso, solo per vedere rugby?

      • Francesco.Strano 26 Agosto 2014, 16:15
      • Giovanni 26 Agosto 2014, 16:40

        @mauro: concordo, basti vedere la cura, la qualità e la fase di presentazione messe in piedi da Discovery per il 6N. E non hanno certo a disposizione mezzi paragonabili a quelli lì…

        • fabiogenova 26 Agosto 2014, 23:28

          Attenzione, non sto dicendo che Mediaset abbia fatto un buon servizio. Sto dicendo che il servizio non è stato peggiore di quello che il movimento rugbystico, nel complesso, ha offerto. Se trasmettono Holly e Banji non lo fanno perché sono brutti e cattivi, ma perché gli conviene così. E’ una tv commerciale, fanno i loro interessi.

      • Gianangelo 27 Agosto 2014, 07:49

        Io, e se sky continua così….

    • Giov 26 Agosto 2014, 16:38

      Per me rai e mediaset si sono equivalse nella mediocrita’ dell’offerta. Quello che mi ha dato fastidio di mediaset è un piccolo episodio la scorsa primavera: durante sportmediaset su italia1 è andato in onda un servizio sulla squadra di Hockey di Bolzano vincitrice alla prima partecipazione del campionato austriaco. Il servizio si chiudeva sottolineando la differenza tra la bella realta’ altoatesina e la superpompata e mediaticamente osannata nazionale di Rugby e le due squadre del pro12 che prendono mazzate da chiunque….beh, considerato che il pro12 lo trasmetti tu non mi è sembrata una grande mossa…

      • Giovanni 26 Agosto 2014, 16:45

        …a meno che non sia voluta! “Fammi prendere i diritti di un torneo di questo sport verso cui l’interesse è in aumento (e lo sarebbe ancor di più se alla FIR qualcuno decidesse di indossare gli occhiali) e diamogli una bottarella per buttarlo un po’ giù, così preservo gli interessi politici ed economici del calcio, in cui – guarda caso – son coinvolto fino al collo…”.

        • Giov 26 Agosto 2014, 16:56

          Boh? tutto puo’ essere, in effetti a pensar male… comunque mi ha dato piu’ fastidio questo episodio della Milano Sanremo ’78 al posto di Treviso vs “altra partercipante al pro 12 2012/2013” ecco.

          • Giov 26 Agosto 2014, 17:03

            in effetti a pensar male…. ma alla fine penso fosse piuttosto una battuta infelice…..comunque mi ecc Avevo dimenticato un pezzo. scusa.

          • Giovanni 26 Agosto 2014, 17:14

            No problem, figurati siamo qui per scambiarci opinioni (ed anche info).
            Paranoico il mio modo di pensare? Probabile ma, come hai scritto tu stesso, “a pensar male si è cattivi, ma spesso ci si azzecca” (detto da uno che la sapeva lunga…). Non dimentico che un contributo (minimo, ma pur sempre contributo) allo sgonfiamento dei boom del basket negli anni 80 e del volley negli anni 90 lo diedero anche i media…

          • Stefo 26 Agosto 2014, 17:34

            Beh Giovanni a dire il vero dalla seconda meta’ degli anni 80 fino a Mani Pulite il basket ebbe un boom mediatico e di afflusso di soldi non da poco sotto la Presidenza di Lega di Gianni De Michelis, e resse ancora per anni sulla scia di quel periodo i problemi vennero dopo.

          • Giovanni 26 Agosto 2014, 18:16

            @Stefo: verissimo, ma già sul finire degli anni 80 ricordo certi “pezzi” in Tv che mandavano in onda episodi di teppismo nei palazzetti, laddove non succedeva, una volta ogni tanto, manco un decimo di ciò che avveniva da anni negli stadi di calcio. Per non parlare, anni fa, della rissa NBA tra Artest e J.O’Neal vs.alcuni spettatori: per un’intera settimana non si vedeva altro a tutte le ore. Il messaggio era chiaro “Vedete? Così fan tutti ovunque…”. Ed invece manco per niente! Artest si prese 6 mesi di squalifica (e li scontò fino al ultimo giorno…) e gli altri giocatori coinvolti squalifiche importanti + multe da togliere il pelo. Inoltre da quell’episodio hanno inasprito tutte le pene: ora, al solo fiatare, volano falli tecnici e multe.
            Da noi nel calcio siamo arrivati al punto che un noto fascista spara, mandando al creatore un tizio e ferendone altri due e i media ti mostrano la foto di Jenny, manco fosse stato lui lo sparatore! (che beninteso non è uno stinco di santo e di cui non prendo le difese, ma è solo per sottolineare il modo di fare informazione in Italia e di come ti “confezionano ad arte” le notizie…).

      • Stefo 26 Agosto 2014, 16:49

        @ Giov la frase del giornalista era sbagliata e di pessimo gusto ma e’ la classica frase da guerra dei poveri, se mettessero una gara di che ne so un’ipotetica Champions League di hockey su pista al posto del Pro12 si direbbe “ma chic azzo se lo fila l’hockey su pista”…

    • Rabbidaniel 26 Agosto 2014, 16:40

      In due parole, se una televisione commerciale deve rendere appetibile un prodotto, col Pro12 ha fallito. Se fa il minimo, o meno, perché non ritiene il prodotto “vendibile”, allora riveda le strategie. Se deve essere un surrogato allora meglio Rai e servizio pubblico.

  3. Francesco.Strano 26 Agosto 2014, 15:56

    NO A MEDIASET !!!! SPAZIO ZERO AL RUGBY… MA COME POSSIAMO ANDARE AVANTI COSI….

  4. xnebiax 26 Agosto 2014, 16:13

    DMAX / Discovery sarebbe la cosa migliore, ma non sono interessati. Mediaset spero proprio di no, semplicemente perché dove abito io Mediaset 2 non si prende. E poi davvero non hanno fatto un gran lavoro. Meglio la Rai a questo punto, che a forza di trasmettere l’eccellenza sta molto lentamente acquistando un minimo di competenza nella regia e cose simili. Anche se la diretta sarà un lusso.

    • ginomonza 26 Agosto 2014, 16:56

      Scusa ma dove abiti per non prendere Mediaset 2

      • jeekelemental 27 Agosto 2014, 07:41

        A Venezia capoluogo se scoreggia uno scoiattolo sul Monte Venda perdi le Mediaset in blocco -_-
        In Valbelluna non occorre neanche che lo scoiattolo sia tanto distante 😐

  5. soa 26 Agosto 2014, 16:30

    A me non è piaciuto come mediaset ha gestito il pro12. Non ci voleva tanto a dare uno spazio di cinque minuti all’interno di Studio Sport al giovedì o al venerdì e un breve servizio di riassunto il giorno dopo le partite. Però è meglio rimandare il servizio di Studio Aperto sui problemi della coppia Pellegrini-Magnini.

  6. sandruzzo 26 Agosto 2014, 16:43

    Mah… non mi pare però che MAMMA RAI abbia fatto meglio. è vero ha sempre trasmesso l’eccellenza ma quante volte la partira non è stata trasmessa lasciando spazio ad altro? quante vole ho letto, proprio in questo sito, di commenti poco felici verso i commentatori RAI?
    Certo è che Mediaset, non ha voluto “vendere” il prodotto e lo ha usato per vedere se il rugby poteva essere attraente oppure no.
    Sicuramente visto l’andamento delle due celtiche non è che anche la visione abbia brillato, io stesso, mi sono un po’ stufato di vedere sempre partire… dicamo ” a perdere”…

    detto questo…. spero che rimanga in chiaro…

  7. Giov 26 Agosto 2014, 17:32

    @Giovanni commento delle 17:14.
    Figurati, modo di pensare paranoico no,anzi, l’ho pensato anch’io piu’ di una volta. Solo quell’episodio mi era sembrata un’uscita infelice. E’ lapalissiano che in Italia (per quell’azienda in particolare) si debba seguire solo uno sport.

  8. gian 26 Agosto 2014, 17:38

    a me il prodotto “partita” di mediaset è piaciuto, molto più del medesimo prodotto rai, deludentissima la gestione, quella sì, niente promo, traino, repliche ad orari interessanti e un po’ di visibilità sulle rubriche sportive, ma non è che la rai in questi aspetti eccella, anzi, gli spostamenti di orario e la mancata trasmissione sono la regola.
    Discorsi come quelli che non facevano vedere le partite esterne non prodotte e che non bisognava far vedere quelle interne così la gente va allo stadio sono assurdi, se la partita non è prodotta significa che non la vede nessuno, non trasmettere quelle in casa, che tu devi produrre, per spingere più gente vicina ad andare a vederla, ma così toglierla agli appassionati delle altre zone geografiche o a chi, per esempio, lavora e non può permettersi 2/3 ore per andarla a vedere, è ridicolo, quello sarebbe un vero errore.
    Dmax e sky offrono prodotti migliori sia come “partita” che come “contorno”, ma mentre sky è una televisione tematica che campa sullo sport e quindi deve venderlo, Dmax, che è molto più simile ad italia2, vende un prodotto per un periodo limitato e concentrato, con appeal superiore, per cui l’impegno è più giustificato e “semplice” da gestire.
    tolto sky, sportitalia e Dmax per ragioni diverse, continuo a tifare mediaset, nella speranza (vana, probabilmente) che si decida di puntare sul prodotto e colmare le enormi lacune mostrate quest’anno, la rai ha avuto fin troppe possibilità di giocarsi bene il prodotto rugby, con vantaggi commerciali enormi e non ha mai fatto il minimo salto di qualità o di interesse, senza contare diverse cadute qualitative e di stile nel tempo (trasmissione, commenti, riprese), non ci credo più, hanno l’eccellenza che potrebbe fargli da palestra e promozione, il giorno che venderanno quel prodotto cambierò idea

  9. Mr Ian 26 Agosto 2014, 18:47

    Il prodotto mediaset mi è piaciuto perchè altrimenti non c era alternativa, ma quanto a organizzazione, gestione e presentazione del prodotto, il livello era scarsissimo! DMax ha fatto molto meglio durante il 6N, mi piacerebbe tanto che anche loro prendessero il Pro12, purtroppo però la coa sembra difficile..

  10. Sergio Martin 27 Agosto 2014, 01:05

    Mah, mi è sembrato che Mediaset nella scorsa stagione abbia preso il Pro12 tanto per riempire un po’ la programmazione, senza essere seriamente intenzionata a puntare sul prodotto ed a promuoverlo. Il che vuol dire non investire sulla massimizzazione dell’audience. Indirettamente, questo comportamento non aiuta ad aumentare l’interesse al campionato presso coloro che seguono poco il rugby (non parliamo proprio di coloro i quali non lo seguono affatto). Detto questo, per noi quattro appassionati/affamati è comunque un bene che le partite vengano trasmesse in chiaro. A questo punto, però, si potrebbe chiedere a Mediaset un piccolo sforzo aggiuntivo, e fare in modo che le partite vengano comunque trasmesse in diretta almeno in streaming, e che le si possa vedere sul sito web del network anche dopo. Questo, a mio avviso, non incrementerebbe molto i costi per Italia 2, ma aumenterebbe in modo considerevole il feeling con gli utenti (noi) ed il numero dei contatti (relativamente alla bassa entità di cui stiamo parlando, si intende).

    • Alberto da Giussano 27 Agosto 2014, 07:26

      Da solo, il campionato d’eccellenza ha lo stesso appeal del campionato di serie C di calcio. In un pacchetto con i test match, potrebbe forse essere più appetibile. L’idea dello streaming, non è male.

  11. Rich 27 Agosto 2014, 08:31

    Ero stato tra i “contenti” dell’approdo su mediaset, pensavo avrebbero pompato il prodotto tramite Studio Sport, magari togliendo 10 minuti ai tweet di Balotelli e altre cagate para-calcistiche. Mi sarebbero bastati 5 minuti il giovedì/venerdì di presentazione delle partite trasmesse, e 5 al martedì di riepilogo risultati/classifica e highlights delle italiane.
    Invece un cazzo, lo hanno fatto si e no 2 volte le prime settimane. Vuol dire che non avevano nemmeno intenzione di provarci, perché è chiaro che nel breve periodo per il calciofilo di Voghera (sposato alla casalinga) tira ancora di più se Cassano ha mandato le rose alla Hunzicker, però si sa che in Italia il pubblico va educato.
    Imbarazzanti. Se deve esserci qualcuno che trasmette le partite e basta (e neanche sempre) allora va bene qualsiasi altro, che mi fa meno incazzare almeno.

    • soa 27 Agosto 2014, 09:27

      La cosa che mi faceva incazzare di più era che il football americano aveva uno spazio fisso dedicato.

      • Paolo PD 27 Agosto 2014, 11:57

        il “rugby di plastica” probabilmente costava meno di quello vero…

  12. Chopin81 27 Agosto 2014, 11:52

    Buongiorno a tutti,
    Scusate ma per il fatto che il Broadcaster del Pro12 dovrebbe essere Sky (correggetemi se sbaglio), come mai non le fa vedere proprio SkyItalia??

Lascia un commento

item-thumbnail

Zebre Rugby: Guglielmo Palazzani si allena con un amico…speciale

Il trequarti continua a lavorare per rimanere in forma, aiutato da un personal trainer inedito

1 Giugno 2020 Foto e video
item-thumbnail

Benetton Rugby: ufficiali i rinnovi di Derrick Appiah e Cherif Traore

I piloni continueranno a far parte del roster dei veneti anche nelle prossime stagioni

1 Giugno 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Martin Anayi: “Treviso deve puntare al vertice del Pro14”

Il CEO del torneo celtico parla di due potenziali investitori interessati alle Zebre. Ci sarà un nuovo torneo europeo dal 2021?

31 Maggio 2020 Pro 14
item-thumbnail

Il XV “ideale” delle Zebre Rugby in otto anni di storia celtica

Una selezione fatta con i migliori giocatori multicolor nel torneo transnazionale: in campo tanti azzurri ma non solo

29 Maggio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il XV “ideale” del Benetton in dieci anni di storia celtica

Una selezione fatta dai migliori giocatori biancoverdi nel torneo transnazionale

27 Maggio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: la classifica di sempre del torneo, non senza sorprese

Quanti punti hanno archiviato le compagini celtiche da quando nel torneo sono entrate le squadre sudafricane?

25 Maggio 2020 Pro 14