E’ l’ora di Giappone-Italia, azzurri alla ricerca della vittoria perduta

Sabato mattina alle 7 la Banda Brunel alle prese con una gara insidiosa: tanto da perdere e non molto da guadagnare

ph. Giampiero Sposito/Action Images

L’Italia ha perso 12 delle ultime 13 partite giocate con otto sconfitte nelle ultime otto gare, il Giappone viene da nove vittorie consecutive e sta vivendo quello che è probabilmente il momento migliore della sua storia rugbistica. Questo è il quadro generale che attende gli azzurri che sabato mattina (ore 7 italiane, le 14 a Tokyo, diretta tv su SportItalia) scendono in campo al Prince Chichibu Memorial Stadium della capitale nipponica per affrontare la squadra allenata dal ct Eddie Jones.
Rimanendo alle sole ultime settimana la Banda Brunel ha rimeduiato due brutte sconfitte con Fiji e Samoa mentre il Giiappone ha battuto proprio i samoani e gli USA.
Capitan Geldenhuys lancia la carica azzurra: “Veniamo da una serie di sconfitte difficili, da una stagione lunga e non semplice, ma sappiamo quanto sia importante finire questo 2014 con una vittoria per entrare con fiducia nella stagione che verrà. Giappone ed Italia sono cambiate molto in questi anni. Il Giappone è migliorato davvero molto in mischia, li abbiamo studiati molto questa settimana e sappiamo che là davanti ci attende un confronto serrato. Da parte di noi avanti italiani c’è, forte, il desiderio di riscattare la gara contro Samoa, in cui abbiamo sofferto molto”.
Una partita in cui l’Italia ha tantissimo da perdere e non molto da guadagnare. Una partita davvero difficile e che va vinta e basta.

 

Giappone: 15 Ayumu Goromaru, 14 Akihito Yamada, 13 Male Sa’u, 12 Yu Tamura, 11 Kenki Fukuoka, 10 Harumichi Tatekawa, 9 Fumiaki Tanaka, 8 Ryu Koliniasi Holani, 7 Michael Leitch, 6 Justin Ives, 5 Luke Thompson, 4 Shoji Ito, 3 Kensuke Hatakeyama, 2 Shota Horie, 1 Masataka Mikami.
Riserve: 16 Hisateru Hirashima, 17 Takeshi Kizu, 18 Hiroshi Yamashita, 19 Shinya Makabe, 20 Hitoshi Ono, 21 Hendrik Tui, 22 Atsushi Hiwasa, 23 Toshiaki Hirosi.

 

Italia: 15 Luke McLean, 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Andrea Masi, 11 Giovambattista Venditti, 10 Luciano Orquera, 9 Tito Tebaldi, 8 Robert Barbieri, 7 Mauro Bergamasco, 6 Joshua Furno, 5 Marco Bortolami, 4 Quintin Geldenhuys (capitano), 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Alberto De Marchi.
Riserve: 16 Manici, 17 De Marchi An., 18 Chistolini, 19 Fuser, 20 Vosawai, 21 Palazzani, 22 Allan, 23 Garcia

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Italia, verso la Rugby World Cup 2019: i convocati per l’ultimo raduno di Pergine Valsugana

Conor O'Shea lavorerà con 41 elementi: assente Traore, da valutare Castello e Fuser. L'agosto dei Warm Up Match è alle porte

20 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Ufficiale: Franco Smith sarà l’allenatore dell’attacco dell’Italia

La Federazione ha annunciato l'accordo con l'ex allenatore del Benetton Rugby

19 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby World Cup: i Test Match di preparazione dell’Italia in diretta su Rai 2

Le partite degli azzurri del mese di agosto saranno trasmesse in chiaro dall'emittente di Stato

17 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, la voglia di Leonardo Ghiraldini: “Sto recuperando, va sempre meglio”

Il tallonatore sta lavorando per essere disponibile in vista della Rugby World Cup

12 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, la carica di capitan Parisse: “Volontà e consapevolezza di poter centrare i quarti di finale”

Il numero otto azzurro fotografa la marcia di avvicinamento verso la Rugby World Cup e l'obiettivo da perseguire

9 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: i 42 convocati per il terzo raduno di Pergine Valsugana

Conor O'Shea potrà contare sulla quasi totalità della preliminary squad

5 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale