Finale d’Eccellenza: le formazioni annunciate di Calvisano e Rovigo

I coach delle due squadre hanno scelto i XV titolari in vista della partita di sabato sera. Scopriteli qui

ph. Tommaso del Panta

Il calcio d’inizio è in programma alle 20 e 30 di sabato in diretta tv su RaiSport, 80 minuti (più eventuale extra-time) peer stabilire chi sarà il campione d’Italia della stagione 2013/2014. Annunciate le due formazioni, ecco i comunicati:

 

CAPITOLO CALVISANO – Si tratta della Finale numero 9 per il Cammi Rugby Calvisano, “questo da esperienza, tranquillità e cognizione di quel che accade”, così il presidente Gianluigi Vaccari augura che, quello di sabato sera, sia prima di tutto un grande evento sportivo organizzato con tutte le attenzioni del caso. L’aria si fa festosa a Calvisano in attesa del grande evento la Finale dell’ottantaquattresimo Campionato Italiano d’Eccellenza che, al Peroni Stadium “San Michele” di Calvisano (Bs), assegnerà il titolo di Campioni d’Italia a chi tra Vea-FemiCZ Rovigo Delta e Cammi Rugby Calvisano saprà imporsi sull’avversario. Fischio d’inizio del match ore 20.30 (diretta Rai Sport 2), fischietto affidato all’arbitro Carlo Damasco (Napoli), g.d.l. Vivarini (Padova), Liperini (Livorno), quarto uomo: Sorrentino (Milano), TMO: Falzone (Padova), Citing Commisioner: Recaldini (Brescia).

“Siamo tranquilli, confessa coach Gianluca Guidi, sappiamo quali sono i nostri e i loro punti di forza; noi portiamo avanti il lavoro svolto in tutto il campionato.” In campo scenderà in linea di massima la formazione che ha battuto Viadana in Semifinale, anche se tutta la rosa dei 33 giocatori è pronta ad ogni evenienza.
Questa la probabile formazione che dovrebbe scendere in campo sabato contro Rovigo: De Jager, Canavosio, Vilk, Castello, Visentin, Haimona, Griffen (CAP), Steyn, Zdrilich, Belardo, Hehea, Cavalieri, Costanzo, Ferraro, Lovotti. A disposizione: Panico, Beccaris, Gavazzi, Andreotti, Violi M., chiesa, Bergamo, Romano.

 

CAPITOLO ROVIGO – Dopo una stagione intensa, giocata al massimo, la VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta si appresta a disputare la partita conclusiva, quella più importante: la Finale di Campionato. Sabato 31 maggio, alle ore 20:30, i Bersaglieri scenderanno sul campo del “San Michele” per contendersi il Titolo con i padroni di casa del Cammi Calvisano. 

Questa la formazione della VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta annunciata per la Finale: Basson, Ragusi, Bergamasco, McCann, Ngawini, Rodriguez, Frati, De Marchi, Lubian E., Ruffolo, Montauriol, Ferro, Roan, Mahoney (cap), Quaglio. A disposizione: Gatto, Borsi, Pozzi, Boggiani/Maran, Folla, Fratini, Menon, Bortolussi. Ventiquattresimo: Manghi. Venticinquesimo: Pavanello.

Filippo Frati, coach dei rossoblù, alla vigilia di questo importante appuntamento afferma: “Vorrei parlare in questo ultimo prepartita della stagione di chi, tra miei ragazzi, non avrà la fortuna di poter scendere in campo insieme agli altri 24 convocati, perché è soprattutto grazie alla loro professionalità e al loro impegno costante e continuo durante tutta la stagione se siamo arrivati fino a qui. So per esperienza personale quanto sia difficile allenarsi duramente come gli altri e giocare poco, e comprendo il dispiacere, il rammarico, a volte il rancore, che si arriva a provare nei confronti di chi deve prendere delle decisioni che spesso sono difficili da accettare e che quasi mai vengono comprese fino in fondo; per questo voglio dire grazie a Chimera, Cecchetti, Gajion, Balboni, Manghi, Riedo, Zanini e Pavanello, per essere sempre stati disponibili, entusiasti e positivi, per essersi sempre allenati con serietà e sacrificio e avere contribuito con il loro comportamento e per essersi sempre fatti trovare pronti nel momento del bisogno ad avere raggiunto questa Finale scudetto.  Insieme a loro penso a Van Niekerk, che proprio oggi verrà operato, a Calabrese infortunato alla mano e a Lorenzo Lubian che per l’infortunio al ginocchio ha saltato praticamente tutta la stagione.
Detto questo, siamo pronti, gli stimoli per fare una grande una partita ci sono tutti, del resto a Rovigo è impossibile non trovarne: in ogni momento della giornata e ovunque, la gente non manca di farti sentire il suo sostegno e il suo affetto, è anche per loro che dovremo vincere e riportare Rovigo al posto che le spetta nel panorama rugbystico nazionale”.

“Ormai tutto è fatto – commenta coach Andrea De Rossi – Credo che quest’ultima sia stata una bella settimana, vissuta con serenità e con la convinzione di andare a Calvisano a fare ‘La Partita’, la più importante, quella che sognavamo e speravamo dall’inizio della stagione. Mancherà Joe Van Niekerk, e siamo molto dispiaciuti per lui che è un giocatore importante: faremo di tutto anche per lui. Per il resto siamo al completo, dobbiamo solo valutare qualche dettaglio in mischia ma ormai abbiamo scelto, ci siamo. È stata una settimana diversa dal solito, ci siamo allenati di sera per provare le luci perché giocando alle 20:30 qualcosa cambia, è diverso, come è diverso giocare una Finale rispetto al resto delle partite stagionali. Anche questo è bello: non riesco a trovare niente di negativo, vivere in questa città che respira rugby 24 ore su 24 è fantastico. Lo abbiamo sempre detto, che nel bene o nel male Rovigo ti dà e ti toglie tutto in un secondo. In questo momento ci sta dando tanto, la sentiamo molto vicina, e anche questo problema ‘numerico’ dello stadio di Calvisano credo sia stato vissuto in modo anche ironico e simpatico dai tifosi di Rovigo che si sono subito attrezzati, hanno capito che è così, è il regolamento e nessuno può cambiarlo: la cosa più bella è adattarsi, e farlo in modo ironico, rimanendo comunque sempre vicini alla squadra. Molti, quindi, rimarranno qui al Battaglini, nelle piazze, ad aspettarci. Indipendentemente da come andrà questa partita.
Per quanto riguarda l’aspetto tecnico non c’è molto da dire. Affrontiamo una squadra molto organizzata, molto equilibrata, con pochissimi punti deboli che io e Filippo abbiamo cercati e osservati in settimana analizzando molti video. Ormai siamo alla fine, rimane l’ultima rifinitura e poi partiamo per Calvisano, con la speranza di tornare più felici”.  

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Top 12: il resoconto delle amichevoli del 14 settembre

Otto squadre del massimo campionato in campo fra di loro: ecco i risultati

15 Settembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12, amichevoli: la vittoria di Rovigo ed il programma odierno

In serata debuttano, tra le altre, i campioni d'Italia di Calvisano ed il Petrarca

14 Settembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Lazio: tre innesti tra i trequarti per completare la rosa

Il club capitolino si è assicurato le prestazioni di tre ragazzi reduci da un'annata in Serie A

12 Settembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rugbymercato: come cambiano le rose del Top12 (in aggiornamento)

Tutti gli ingaggi e gli addii per la stagione 2019/2020, man mano che arrivano le notizie

12 Settembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Il programma delle amichevoli estive dei club di Top12 (in aggiornamento)

I test settembrini dei dodici team di massima serie. Si comincia dai weekend del 13 e del 14 settembre

11 Settembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12, Mogliano: ecco un rinforzo per la prima linea, arriva il pilone David Michelotto

L'avanti arriva alla corte di coach Costanzo per aiutare il pack dei veneti nella prossima stagione

30 Agosto 2019 Campionati Italiani / TOP12
  1. gian 29 Maggio 2014, 18:09

    direi formazioni tipo, esclusi i rotti, in bocca al lupo a tutti

  2. biso 29 Maggio 2014, 18:10

    bene…ormai è fatta… domani i ragazzi partono…sono belli tranquilli si sono allenati al meglio… la polemica sui biglietti che abbiamo montato sui vari blog io ed alcuni compari di merende qui ed in fbk ha avuto l’effetto sperato…hanno lasciato la squadra tranquilla…non ci stavano rompiballe agli allenamenti e hanno distratto l’attenzione dalla squadra.Ci vediamo a Calvisano.Vinca il migliore.Buon rugby a tutti.

    • conan 29 Maggio 2014, 18:32

      “la polemica sui biglietti che abbiamo montato”
      ma ci fai o ci sei?

      • biso 29 Maggio 2014, 19:29

        @conan
        che te ci creda o no è stata una cosa nata da un gruppo di amici ed alcune amiche pure già durante il terzo tempo di domenica… dove già con il solo passaparola ci stavano i primi malumori in attesa dell’ufficialità… poi comunque è stato facile..come lanciare un cerino in un pagliaio(sicuramente poi la polemica nasceva lo stesso ha!ma ogni tanto bisognava ravvivarla) anche se ieri devo dire le cose si erano un po’ calmate e ci stava gente che voleva “fare bolgia” all’allenamento della squadra oggi ed abbiamo dovuto dissuaderla.Poi libero o no di crederci…a me cambia nulla… ci vediamo al sobbuteo stadium 🙂

        • jpr williams 30 Maggio 2014, 11:37

          Bravi davvero, grazie a questa bella trovata conosco una persona che ha scelto di non venire allo stadio domani perchè, avendo moglie incinta e bambina di 6 anni e avendo letto di possibili arrivi di gente senza biglietto pronta a far casino ha scelto di restare a casa.
          Complimenti, bel colpo.

  3. San Isidro 29 Maggio 2014, 18:57

    Belle formazioni, ma questa comunque vada è una vittoria di tutte le scuole del rugby italiano…
    Roma (Panico…anche se prima di arrivare alla Capitolina si è formato sul litorale romano con il Pomezia/Torvajanica), Piemonte (Beccaris), Genova (Castello), Milano (Ragusi) e le altre piazze lombarde (Lecco, Sondrio, Bergamo e Brescia con Andreotti, Borsi, Bergamo, Gavazzi e Zdrilich), l’Emilia (con il piacentino Lovotti, il reggiano Manghi e tutta la banda nocetana dei Frati, Violi, Boggiani, Ruffolo), il Veneto che non può mancare (con tutte le sue scuole: Treviso con Visentin, Padova con Bergamirko e Gatto, Rovigo e il Polesine con De Marchi, Lubian, Ferro, Quaglio, Maran, Fratini e Pavanello), il Friuli (Folla), la Toscana (con la Livorno di Guidi, De Rossi e Chiesa, ma anche la Firenze di Ferraro, Menon e Romano), le Marche (con il pesarese Pozzi), Napoli (Belardo) e Catania (Costanzo)…peccato che manchi qualche abruzzese…non solo le più disparate scuole italiane, ma un grande arricchimento anche dall’estero tra stranieri, oriundi ed equiparati: Francia (Montauriol), Inghilterra (Vilk), Scozia (McCann), Argentina (via col tango con il platense Roan, il rosarino Cavalieri, il cordobese Canavosio e il tucumano Rodriguez), Sud Africa (De Jager, Steyn e Basson), Australia (Bortolussi), Nuova Zelanda (con gli emblematici Mahoney e Griffen, ma anche Haimona e Ngawini), Tonga (Hehea), volendo ci sono anche le Samoa visto che Haimona ha origini samoane, mi pare…sarà una ricca finale!

  4. parega 29 Maggio 2014, 19:06

    sara’ dura per rovigo tenere la mischia del calvisano…sara’ li’ che si fara’ il match
    la prima linea calvina durissima
    forza rovigo lo stesso !!!!!!!
    remember flaminio !!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Lorenzaccio-Gierre 29 Maggio 2014, 19:28

      Quando si parla di SPORT, e qui si sta parlando di SPORT con le lettere maiuscole, è meglio non nominare il Gavazzi…

      • jpr williams 30 Maggio 2014, 11:39

        Se evitaste di nominare Gavazzi chiuderebbero questo blog per mancanza di contenuti.

  5. Rabbidaniel 29 Maggio 2014, 20:32

    Speriamo che “Placco anche l’erba” Rodriguez si dia un po’ da fare.

    • San Isidro 29 Maggio 2014, 20:43

      el chico è di scuola Cardenales, vedrai che ritroverà la garra smarrita…

      • parega 29 Maggio 2014, 21:07

        ah e’ per quello che non lo si nota in campo ? e’ sempre dietro a cercar la garra ?

        • San Isidro 29 Maggio 2014, 21:10

          beh di scuola Cardenales era anche Diego Vidal, l’ex di Treviso, a lui proprio non si poteva dir nulla…

          • parega 29 Maggio 2014, 21:22

            da ex mediano di mischia non avrei mai voluto giocare con uno che non placca come lui, mi e’ capitato qualche volta ma e’ demotivamente deprimente

    • eclipse 29 Maggio 2014, 20:57

      eh,speremo.

      • jack13 29 Maggio 2014, 22:54

        Rodriguez non l’ ho mai sopportato dal giorno che ha firmato.Mi sono detto ma noi dai non avere pregiudizi, invece erano pregiudizi fondati. Oltre al fatto di non placcare e’ uno di quei giocatori che ti da’ l’ idea di uno li per prendere lo stipendio e basta . Cuore e grinta zero. Lo dico con amarezza perche pensavo di sbagliarmi su di lui. Di certo non prende esempio dal mitico German Bustos , non aveva un gran fisico , ma era uno che dava il cuore per la maglia rossoblu. E potrei citarnea altri come Legora , Calanchini , Ayala, Guzman . Rodriguez dovrebbe vedere dei video loro , quando i calzettoni erano piu rosa celeste che rossoblu e gli stipendi arrivavano a fatica , quelli davano l’anima in campo e io non li dimentichero’ mai . Per @San e altri appassionati di rugby argentino fate un giro su facebook sulla,Gazeta de las Pampas , pagina scritta da alcuni tifosi rossoblu rimasti legati aglia argentini Rodijinos.

        • San Isidro 30 Maggio 2014, 02:50

          il grande Bustos la passata stagione era in campo con i suoi Los Tordos con cui ha vinto il Top 10 Cuyano, la massima categoria del Torneo del Oeste…camiseta dei Los Tordos tra l’altro a strisce orizzontali rosse e blu (ricorda qualcosa?)…Calanchini mi piaceva troppo, che potenza! Ottimo anche il no.8 tucumano Guzman, scaltro e dinamico il mediano Legora…e in quel di Rovigo giocò anche il grande Manuel Contepomi, fratello di Felipe, Puma anche lui…adesso Manuel fa parte dello staff tecnico del prestigioso Newman nel Torneo de la URBA con il quale è tornato a giocare dall’anno scorso proprio Felipe quando ha lasciato il mondo pro…e poi c’è il grande Serafin Dengra, pilone dei Pumas che vestì rossoblù negli anni ’90, anche lui proveniente dall’URBA, dallo storico San Martin…e come non dimenticare il grande pilone cuyano Orlandi che ancora gioca ad alto livello (Bath) ed è nazionale argentino…l’anno scorso è arrivato dal Regatas de Bella Vista (altro storico club dell’URBA) De Robertis (ex Leicester, Biarritz e Treviso), ma è stato piuttosto deludente…da quest’anno avete il grande Roan, platense di scuola “canaria”…
          comunque bella iniziativa questa della “Gazeta de las Pampas”, nessuno me ne aveva mai parlato…se serve una mano ve la dò volentieri…

          • jack13 30 Maggio 2014, 08:45

            No @San non me ne occupo io ma amici e tifosi del Rovigo , comunque sono felice che ti piaccia e penso che loro sarebbero felici di qualche tuo contributo .

          • jack13 30 Maggio 2014, 08:48

            Ah German mi regalò prima di partire la gloriosa maglia dei los tordos a strisce rossoblu con lo sponsor Toyota , adesso la usa mio nipote per giocare

    • Appassionato_ma_ignorante 30 Maggio 2014, 09:51

      Roba da sudori freddi. Se gli danno la retina per la caccia alle farfalle è lo stesso. Anzi, no! La usa per acchiappare l’ovale in intercetto.

      • jack13 30 Maggio 2014, 10:27

        Speriamo che per la finale gli venga voglia di placcare , ma sapendo che haimona è 114 kg non penso

  6. ric 29 Maggio 2014, 20:48

    statistica rappresentativa emergenti
    nella nazionale solo zebre benetton
    e qui ?
    James AMBROSINI (Benetton Treviso)

    Michele ANDREOTTI (Cammi Calvisano)

    Enrico BACCHIN (Marchiol Mogliano)

    Marco BARBINI (Marchiol Mogliano)

    Nicola BELARDO (Cammi Calvisano)*

    Andrea BETTIN (Petrarca Padova)*

    Rudy BIANCOTTI (I Cavalieri Prato)*

    Giulio BISEGNI (IMA Lazio)

    Tommaso BONI (Marchiol Mogliano)*

    Giorgio BRONZINI (Viadana Rugby)

    Emiliano CAFFINI (Zebre Rugby)

    Carlo CANNA (Fiamme Oro Roma)

    Tommaso CASTELLO (Cammi Calvisano)

    Gabriele CICCHINELLI (Estra I Cavalieri Prato)*

    Andrea DE MARCHI (Vea-FemiCZ Rovigo)

    Matteo FERRO (Vea-FemiCZ Rovigo)

    Ornel GEGA (Marchiol Mogliano)

    Filippo GEROSA (Estra I Cavalieri Prato)*

    Andrea LOVOTTI (Cammi Calvisano)*

    Maxime MBANDA’ (Cammi Calvisano)*

    Alex MORSELLINO (Petrarca Padova)*

    David Michael ODIETE (Zebre Rugby)*

    Edoardo PADOVANI (Marchiol Mogliano)*

    Sami PANICO (Cammi Calvisano)*

    Tiziano PASQUALI (Leicester Tigers)

    Simone RAGUSI (Vea-FemiCZ Rovigo)

    Lorenzo ROMANO (Cammi Calvisano, 2 caps)

    Jacopo SARTO (Petrarca Padova)*

    Luca SCARSINI (Cammi Calvisano)*

    Marcello VIOLI (Cammi Calvisano)*

    Michele VISENTIN (Cammi Calvisano)*

  7. Rosberg 29 Maggio 2014, 20:52

    ….fischietto affidato all’arbitro Carlo Damasco. Ecco tra tutti gli arbitri che ci sono chi hanno pescato per la finale. Una garanzia!!
    Cari rodigini potete già far scorta di cleenex. Sarà una valle di lacrime nella bassa bresciana sabato sera.

    • kinky 29 Maggio 2014, 23:08

      Grande Rosberg, finalmente domenica hai vinto!!! Io tifo per te e non per Hamilton!!!

  8. jpr williams 30 Maggio 2014, 11:41

    Ormai ci siamo quasi e le parole stanno per lasciare spazio all’unica cosa che conta, il campo; le polemiche, le dispute, i distinguo, i “sarebbe stato meglio”, i “si doveva”, le elucubrazioni stanno sbiadendo in un calando quasi indistinguibile. Ammetto di essere teso in questa vigilia, più che in altre analoghe vissute negli anni; forse perché so che sarà “L’ultimo spettacolo” di un grande 😥 , forse perché l’avversario non è un avversario, ma la storia stessa di questo sport, quella più nobile e carica di gloria, forse perché il passare degli anni mi sta togliendo un po’ della leggerezza che era più facile avere qualche anno 😥 (e chilo 😳 ) fa. Sta di fatto che “sento” la partita, l’appuntamento, più di quanto mi capiti di solito.E allora, per stemperare, provo a spendere qualche altra vana chiacchiera provando a “giocarla”.
    Innanzitutto è una partita totalmente da 50-50; si fosse parlato ad inizio stagione avrei detto 70 per loro, ed è proprio questo il grande merito di Calvisano, di mister Guidi e del suo staff, quello di aver fatto crescere la squadra nel corso della stagione come gioco, consapevolezza, uomini, coesione, sino ad arrivare all’equivalenza con un avversario che sembrava come un Cerro Torre da scalare. Tatticamente le due squadre sono quasi “complementari”, nel senso che i punti di forza dell’uno coincidono con quelli deboli, o dovrei dire meno forti, dell’altro. La nostra mischia è formidabile, mentre la loro ha qualche “incrinatura”, specie in prima linea. I loro ¾ sono un ensemble formidabile e dotato di grande imprevedibilità offensiva, mentre i nostri denotano non poche incertezze dal punto di vista difensivo 😕 : vincerà chi riuscirà a “minimizzare” il peso dei propri punti deboli, perché i punti forti rispettivi credo che faranno il loro dovere. Il gioco organizzato, le fasi statiche sono giallonere, il gioco rotto e quello al largo sono rossoblù. Ai rossoblù mancherà Joe Van Niekerk (so che nessuno mi crederà, ma mi dispiace non vederlo in campo, come mi era dispiaciuto per l’assenza di Gilding in semi: io vorrei vedere sempre il “massimo”), e questo non è un “danno” da poco: non è un mistero che Calvisano tenterà di “percuotere” l’anello debole della linea difensiva rossoblù, specie con le penetrazioni di Haimona, e la presenza di Joe in aiuto sarebbe stata molto importante. Vedremo se McCann sarà in grado di surrogarlo. Non dimentico, però, che l’anello debole rossoblù (quando abbiamo la palla noi) può diventare un formidabile punto di forza quando ha la palla in mano e può inventare con le mani pazzesche che si ritrova: qualcuno ricorda l’azione del pareggio nel match di andata? Dall’altra parte, secondo me, Calvisano dovrà stare attenta a come (non a quanto o quando) calcia: calci dietro che finiscano in mano a furetti come Basson o Ngawini sarebbero un pericolo terribile 😯 . Quindi calciare solo per la touche o per up and under non troppo lunghi e, se si deve proprio calciare, meglio grubber che calci alti e lunghi; nel caso lo si faccia, la pressione dovrà essere feroce 👿 , o ci beccheremo ripartenze feroci. So, però, che alla fine conteranno gli uomini, la loro capacità di interpretare gli schemi o romperli quando il loro talento gli suggerirà di farlo (Billy Ngawini è il mio incubo 😯 ). Calvisano ha fatto vedere molto della propria forza, Rovigo, secondo me, ha nascosto qualcosa: credo che non abbiamo ancora visto completamente la forza di questa squadra. Un grande veneto dello sport innominabile, molti anni fa, parlando con un giornalista prima di una finale di Coppa dei Campioni (quando si chiamava ancora così e non era una baracconata di marketing con nome anglofono 😥 ) si rifiutava di fare pronostici: il giornalista allora gli disse “Vabbè mister, allora che vinca il migliore” e quel grande, così grande da essere detto “el Paròn”, gli rispose sorridendo “…ciò, speremo de no!”: per la cronaca quella sfida la vinse anche se partiva da sfavorito.
    Sarò allo stadio verso le 18.30, con riserve di birra autoprodotta e cibarie (mia moglie sta organizzando qualcosa…) e chi fra i tifosi gialloneri o rossoblù (purchè non in grado di pronunciare le parole “complotto” e “Gavazzi”) vorrà venirmi a trovare prima del match per una bevuta e una spiluccata mi troverà al mio solito posto: tribuna coperta, lato sinistro rispetto alla tribuna stampa, in mezzo in alto (sempre se non mi ciuleranno il posto prima che arrivi). Chi verrà sarà benvenuto (e benbevuto).

    • ALEXIT70 30 Maggio 2014, 12:44

      Alex da Rovigo, solo una precisazione, è GOMBLODDOOOOOO !

    • biso 30 Maggio 2014, 16:52

      Bella disanima JPR anche se secondo me partite almeno leggermente favoriti voi..direi 55 vs 45..e quasi quasi ti vengo a trovare domani ( vediamo come sono messo a tensione..) anche per sentire la tua birra autoprodotta , visto che la fò pure io…
      buona partita comunque ( e per la tensione non ci sta nulla da fare..siam messi uguale 🙂 )

      • jpr williams 30 Maggio 2014, 18:20

        Se vieni ti aspetto con vero piacere; sono anche facile da riconoscere: capello corto, barba e baffi, 1,70, girovita “importante”. Se magari porti una boccia delle tue ci giochiamo una “finalina” anticipata sugli spalti e stemperiamo la tensione.
        Ciao e, in ogni caso, buon rugby.

        • eclipse 30 Maggio 2014, 18:38

          Vieni anche a Rovigo con la birra autoprodotta eh.

        • biso 31 Maggio 2014, 10:22

          Eccomi qua.ti vengo a trovare volentieri.porto su una mia riserva rossa.spero che non me la sequestrino.al limite porto una bottiglia piccola e vediamo di imboscarla magari dandola a qualche donna 🙂 io vengo con il mio cappello in paglia portafortuna con striscie rossoblu chiaramente e felpa blu del rovigo .ci vediamo alle 18.30.Minchia se sarà lunga fino a stasera.Sento gia’ la partita…uff

  9. ric 30 Maggio 2014, 11:48

    onore a te e un inchino rossoblu

    • jpr williams 30 Maggio 2014, 18:23

      Buon match @ric, speriamo di divertirci; alla fine vincerà uno, ma esserci arrivati è comunque un onore e un piacere. A fine match spero si potrà in ogni caso festeggiare insieme il fatto di esserci giocati una gran bella stagione.
      Ciao

  10. ric 30 Maggio 2014, 19:59

    non è pubblicità di profumi calendari o auto

    un regalo a tutti dalla città in mischia
    arrivate fino alla fine del video

Lascia un commento