Zebre, Treviso e la Nuova Zelanda: intervista a Umberto Casellato

OnRugby ha incontrato a Auckland il nuovo tecnico del club veneto, ospite in queste settimane dei Blues di John Kirwan

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Il Mago 23 Maggio 2014, 08:33

    Melita no se pol sentir come te pronunci “Beenetton”
    Vien a scuro de dission che te insegnemo

  2. Katmandu 23 Maggio 2014, 09:17

    Al netto del beeeneton, ma mi rendo conto che chi viene da oltre Ferrara, è comunque un’intervista molto mirata con le domande giuste e si sente che qualcosa non è andato nella gestione delle zebre oltre l’aspetto sportivo

  3. Melita Martorana 23 Maggio 2014, 09:26

    Ahahahahah allora chiederò ad Umberto di insegnarmi la pronuncia vera!

    • try 23 Maggio 2014, 09:45

      siamo sicuri che Umberto ti insegnerà a pronunciare correttamente Benetton.
      Comunque se passi in veneto lo spriss te lo offriamo lo stesso.

      Bella intervista. Brava!

  4. fracassosandona 23 Maggio 2014, 09:38

    bé né ton (anche la o è stretta ed accentata, le doppie non si leggono…)

    caseàto…

    ops

  5. ginomonza 23 Maggio 2014, 11:02

    Cancellato era nel box dei blues con Kirwan contro sharks

  6. mezeena10 23 Maggio 2014, 11:10

    bella intervista melita!
    nonu è forte pure coi piedi coach!

  7. Stefo 23 Maggio 2014, 11:41

    Bella intervista, Casellato persona seria che si trovera’ ad affrontare un lavoro molto difficile il prossimo anno…ora io ho una domanda che temo apra polemiche ma la faccio lo stesso: questa esperienza e’ ideata, organizzata e pagata da Casellato quindi l’Italia deve ringraziare di avere un tecnico che non si accontenta ma cerca di crescere e migliorarsi andando a “studiare” dai migliori o finalmente e’ un qualcosa su cui la Fir si e’ svegliata?Lo chiedo perche’ ricordo che un accordo coi Blues era stato fatto un paio di stagioni fa e fu fatto poi saltare da qualcuno.

    • gsp 23 Maggio 2014, 11:59

      Guarda che qui non è tana delle tigri, ehhh.

      • Hullalla 23 Maggio 2014, 13:20

        peccato…;-)

      • Stefo 23 Maggio 2014, 14:18

        Gsp avrei una battuta posso?Ma si dai…il famoso patto che Casellato ha rotto con Gavazzi e’ quello di non essere piu’ amico di Munari…

        • gsp 23 Maggio 2014, 14:49

          Andare a cena e vedere le partite insieme, con zatta e Munari?? Non è certo la casa delle libertá?

          • Stefo 23 Maggio 2014, 14:56

            Bono che e’ giorno d’elezioni e poi Paolo finisce nei guai per la par condicio 😉

          • gsp 23 Maggio 2014, 15:03

            Ne risponderá paolo con I suoi denti. 🙂

          • San Isidro 23 Maggio 2014, 15:23

            votate la Lista Zorro-Gambardella!
            Per una FIR migliore!

          • Stefo 23 Maggio 2014, 17:37

            Domanda sul vostro programma: come pensate di arginare il seguente problema:
            http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2014/05/06/news/l_ultimo_porno-85352705/?ref=HREC1-39

          • gsp 23 Maggio 2014, 19:44

            Il nostra programma conta molto sulla formazione.

            vogliamo aiutare ed educare nuovi talenti in tutti i contesti, dalle citta’ ai comuni piu’ piccoli, affidandoci molto sui club amatoriali, anima a ricchezza del nostro movimento. vogliamo dare a tutti una possibilita’, alla casalinga di Porta Picozza, ed al salumiere di Fungherello.

            e chiaramente faremo affidamento su uno dei piu’ importanti talenti mondiali, Rocco Tano Siffredi che si interfaccera’ con i club pro e guidera’ il nostro ‘progetto apertura e/o chiusura’ per uomini, e donne, etero ed LGBT.

            il nostro programma sara’ titolato ‘mo so c*zzi’. Vota Zorro, vota Jep. In germania gia’ lo faaaanno (inflessione genovese).

    • xnebiax 23 Maggio 2014, 12:23

      Mi sa che fu Ascione a far saltare quell’accordo.
      Comunque mi sa che questa gita Casellato o se la paga da solo o gliela finanzia la Benetton.

      • Mr Ian 23 Maggio 2014, 12:32

        visto che giocatori non ne prendono, sti benedetti 4 milioni li usano per corsi di formazione…

      • gsp 23 Maggio 2014, 12:59

        O fu checchinato?

        • Paolo 23 Maggio 2014, 13:04

          Checchinato, fu lui. O almeno fu lui ad annunciarlo

          • Stefo 23 Maggio 2014, 14:12

            Paolo sai se e’ una cosa privata di Casellato o se e’ un progetto Fir?

          • gsp 23 Maggio 2014, 14:51

            Grazie paolo, ricordavo una cosa del genere.

    • mezeena10 23 Maggio 2014, 14:51

      credo, ma potrei sbagliare, che se lo sia pagato lui stefo!
      ed è un altro punto a suo favore!

      • Stefo 23 Maggio 2014, 14:55

        Certo che e’ un punto a suo favore, voglio solo capire se appunto si deve ringraziare che ci sia un tecnico che ha ancora voglia di crescere e migliorarsi ed e’ disposto ad investirci di suo o se la Fir magari dopo la genialata di Checchinato di cancellare il progetto si e’ svegliata.

        • mezeena10 23 Maggio 2014, 16:13

          dubito stefo, che si sian svegliati tutt’ un tratto!
          ah è lecchinato il genio?
          stima per umberto, ricordo che qualcuno mi canzonò qui sul blog qualche tempo fa quando scrissi ch’ era umile come coach, che aveva voglia di migliorarsi sempre etc..
          ecco la migliore risposta penso sia proprio questa, uno che investe di suo per andare in una terra dove si mastica e respira rugby 24\7 con lo scopo di migliorare ed imparare..
          chapeau! a conferma ancora una volta ch’ è il numero 1 dei coaches italiani, sempre imho!

          • gian 23 Maggio 2014, 17:06

            che Casellato sia un signor professionista non ci piove, ma anche altri coach che prendono le ferie e se le fanno agli antipodi ad imparare ce ne sono altri, e le spese sono, perlomeno in parte, a carico dei club, ma quelli seri, non i superpro, hai presente l’eccellenza?

          • gian 23 Maggio 2014, 17:07

            scusa le ripetizioni, ho la tastiera che mi odia e mi salta a caso sulle parti già scritte

          • mezeena10 23 Maggio 2014, 19:56

            non lo metto in dubbio gian, pero io parlo solo di quel che conosco, avendo avuto la fortuna di parlarci varie volte so come la pensa e che idea ha di rugby!
            e non posso che ammirarlo per la competenza e disponibilita!
            per me è 2 spanne su tutti gli altri!

          • gian 23 Maggio 2014, 20:10

            infatti io lo ammiro moltissimo e quello che ho detto non era assolutamente per sminuirlo, anzi, volevo solo far rilevare che anche in italia ci sono realtà in cui la formazione, a partire da quella dei tecnici, è importante, e per assurdo sono quelle che sembrano meno “professionali” nel circo a tre piste che è il rugby italiano

          • mezeena10 23 Maggio 2014, 21:36

            si si avevo capito, non conosco bene il lavoro nessun altro da poterne parlare, conosco tanti bravi allenatori nelle serie minori e tanti bravi educatori, altrettanti se non di piu incompetenti assoluti, autoreferenzialisti spocchiosi e presuntuosi..
            casellato ho avuto modo di vedere come lavora sul campo, con i bimbi i ragazzi e i professionisti..
            quello che han fatto a mogliano è straordinario!

  8. gsp 23 Maggio 2014, 11:53

    Bella intervista. In bocca al lupo a Casellato per la nuova stagione.

    • ginomonza 23 Maggio 2014, 13:43

      gsp
      2 mete di Menichiello oggi : prendiamo anche lui 😉

      • gsp 23 Maggio 2014, 14:01

        Quale Gino? Io quello piu grande l’avrei preso anni fa. Il problema è che li sono star e celebritá e.guadagnano.

        • ginomonza 23 Maggio 2014, 14:18
        • bak 23 Maggio 2014, 18:46

          io ne prenderei uno che le butta dentro da tutte le parti: josh mantellato

          • ginomonza 23 Maggio 2014, 19:27

            Non c’è 2 senza 3 prendiamo anche lui 😀

          • gsp 23 Maggio 2014, 19:46

            daccordo con bak, anche l’altro minichiello. e non per la nazionale. vengono, giocano e poi se valgono si vede.

      • mezeena10 23 Maggio 2014, 14:52

        e guerra selezionato con la provincia!

  9. Giovanni 23 Maggio 2014, 12:17

    Bella intervista, con interessanti considerazioni e spunti di riflessione. Da molte frasi traspare tutta l’ammirazione verso un modo totale di vivere il rugby, fin da quando si è giovanissimi. Carina ed un po’ amara la frase “è come avere tanti tornei topolino…”. Ovvio che le annotazioni più tecniche abbia preferito tenersele per sè, com’è giusto che sia. Sui motivi che lo hanno spinto a concludere l’esperienza alle Zebre, oltre all’opportunità di tornare a casa, io – che son malizioso – ci vedo pure la presenza ingombrante di Cavinato. 😉

  10. luis 23 Maggio 2014, 12:24

    @ stefo da quello che so è (purtroppo) un’iniziativa personale di Umberto. ergo un plauso all’uomo e all’allenatore che è sempre pronto ad impaare qualcosa di nuovo, penso che anche questa esperienza lo arricchirà ulteriormente: i rapporti tra l’ambiente trevigiano e JK sono sempre stati ottimi, bene che siano utilizzati per far crescere il ns rugby. Ma se aspetti la Fir . . . .o il pesonaggio dell’alto livello (alto ?) che ha fatto naufragare il famoso accordo co n i Blues . .

    • Giovanni 23 Maggio 2014, 12:29

      Di allenatori in NZ ne andrebbero mandati 10 ogni primavera per fare esperienze simili ed incentivare la venuta di tecnici ed ex-giocatori loro per clinic, seminari e quant’altro. Assurdo che un dirigente FIR, chiunque egli sia, possa metter bastoni tra le ruote a simili progetti.

    • jock 23 Maggio 2014, 18:17

      Me la ricordo, quella storia dell’ accordo coi blues, poi sfumato; chissà poi, perchè, la gente si incazza con la Fir.

  11. Il Mago 23 Maggio 2014, 13:17

    Melita , dopo do graspe del Mago a Monigo te parli trevisan come una nata in Piassa sei Signori 😉

  12. boh 23 Maggio 2014, 14:27

    Ma qualcuno sa dove è andato a fare esperienze e formazione il cagnolino dudu?….O si sta ancora baciando gli ammennicoli pensando alle 4 partite in croce che ha vinto dicendosi “so tutto io so tutto io e voi e voi non siete un cazzo”

  13. malpensante 23 Maggio 2014, 16:47

    Bene. Bravissima Melita, as usual. Spero che ci sia tanta competizione tra le due italiane, è il sale della vita e avere sempre un obbiettivo evita pure di fracassare i maroni a chi sta in tribuna. Forza Treviso, dìgh adrè.

  14. il carogna 23 Maggio 2014, 17:32

    Casellato in NZ e Moretti va in Australia.Speriamo sia un inizio.

  15. tony 23 Maggio 2014, 17:33

    C’è una sana rivalità fra i Cuginetti…hanno molta passione e competenza ….credo che questa rivalità faccia bene ad entrambi…te lo vedi quello che sta dietro in classifica 🙂

    • gsp 23 Maggio 2014, 18:16

      infatti tony, molto molto pepe. e ci sta tutto e fa bene.

  16. jock 23 Maggio 2014, 18:22

    C’ è chi dice: “Ce stà a’ BBBènetton” e chi dice “I daghazzi delle Zebde”. 🙂 Sempre modesto, serio, riservato, concreto, attento, prudente, ricettivo, ma sveglio e molto focalizzato. Sempre piaciuto tanto, a Mogliano, sentirlo parlare con i suoi, era un piacere, a real rugby man. Go for the win.

    • tergestum 23 Maggio 2014, 19:28

      jock, è che caxxo, sei un glottologo?
      dai su, non diamoci troppa importanza…bevi un 1/4 ( mia nonna… 100 anni fa) e ..stai sereno( non c’entra la politica)

      • jock 23 Maggio 2014, 21:26

        @tergestum; no,no, credo di essermi male espresso, mai e poi mai, mi permetterei di correggere gli accenti di nessuno, scherziamo? Evidentemente non sono riuscito di rendere l’ idea, se è così, mi scuso con Melita e con te; il mio intento era solo sottolineare come mi diverte la pronuncia romana di Benetton e di come, la “erre” che diventa “edde”, di Casellato, mi sia congeniale, a Venezia è assolutamente tipica. Di difetti ne avrò mille, ma puzza sotto il naso, avrei la presunzione, muleto, proprio no. Ci terrei molto ad aver chiarito. Panin de porzina, senape e cren.

        • jock 23 Maggio 2014, 21:34

          @tony, io credo sia proprio come dici tu, avendo visto, intuito, più che altro, causa superficiale conoscenza, e solo via media, il carattere del cugino Casellato e ci ho scritto sopra più volte. Ma ho fatto, volentieri, ammenda, è stato bravo, cappello in mano per lui. E va detto che sarà, certamente, un arisorsa per il Paese ovale. E ha ragione chi sottolinea quanto faccia bene la concorrenza tra i due cugini.

          • jock 23 Maggio 2014, 21:46

            @tony, cugino Cavinato, sorry.

          • jock 23 Maggio 2014, 22:08

            Che poi, era tony medesimo.

        • jock 23 Maggio 2014, 21:35

          @tergestum: in effetti, sono seduto sul tavolo a bloggare, finendo le quattro dita di Ramandolo avanzate da Pasqua e conservate in frigo.

  17. jock 23 Maggio 2014, 18:25

    Ma con le Zebre, effettivamente, si è rotto qualcosa, a un certo punto è sparito e abbiamo, tutti, letto la sparata del presidente sul patto rotto da Casellato. Mi piacerebbe sapere di più. E grazie a Melita Martorana, dopo l’ ultima RWC, non l’ avevo più seguita, my fault.

    • tony 23 Maggio 2014, 19:15

      @jock quando si collabora e si hanno personalità spiccate…..ci sta che alcune cose si vedano in modo diverso…..mettiamola così…..in famiglia quante volte si discute perchè uno vuol fare una cosa in un determinato modo e l’altro in un’altro….poi ci sono le ambizioni…..

      • malpensante 23 Maggio 2014, 23:57

        Pare il Gavazzi gli abbia detto: chi gioca, gioca di loro. Allora Casellato gli fa: ma chi conta, conta di noi. Come disse il grande puffo, l’uomo è permaloso. Soprattutto se gli contesti la linea: se si mette di profilo, meglio distogliere lo sguardo nel vuoto. Per esempio, guardare Saccà. Il fernet era finito, la luna tramontata e Rosolen al pc stava organizzando l’Expo del 2094. A Primolano. Casellato uscì in silenzio. Qualcuno disse sottovoce: Palesemente. Cavinato non c’entra, era appena uscito a pisciare Ratuvou.

  18. jock 23 Maggio 2014, 21:48

    @william, ot: Dove ti xe? Bene il lavoro nuovo, naturalmente.

  19. bak 23 Maggio 2014, 23:13

    Rugby People ha appena riportato che non è stato offerto un contratto a Semenzato, Bernabò e Ceccato. Sono veramente perplesso e curioso di sapere come sarà la Benetton 2014-15

    • berton gianni 23 Maggio 2014, 23:47

      Per quanto concerne il terzo… 🙂 🙂

    • tony 24 Maggio 2014, 08:30

      @back proviamo a farla….non si sanno i nomi …ma ormai l’hanno fatta…tiriamo a indovinare: Piloni:Straniero,Straniero,Roan,Muccugnat,Royet,Fazzari,Zanusso,Rizzo? Tall:Marcanti,Sbarglini,Maistri.2e:Straniero,A Pavan.Fuser,Van Vuren.3e:Straniero,Zanni,Budd,Swaneepol,Derby,Minto,Favaro.M.dM:Matavalu,Gori,Lucchese.Apert:Straniero,Ambrosini,Padovani?Ali/Estr:Straniero,Nitoglia,Esposito,Pratichetti,Ragusi, Rossi?.Centri:Morisi,Sgarbi,Campagnaro,Van Nirke,

  20. bak 24 Maggio 2014, 08:40

    @tony
    – ma matawalu è sicuro? sarebbe un bel colpo
    – mi sembra di ricordare che “Gavassi” in una vecchia intervista affermò che Tebaldi sarebbe tornato in Italia (a Treviso)
    – Dotrugby riporta che nella famosa conferenza Brunel – Gavazzi di qualche giorno fa e che tanto ha fatto incavolare Munari, il presidentissimo ha affermato di aver proposto ad Allan il posto di apertura al Benetton (OnRugby non ha riportato questa affermazione e io non ho sentito la conf. per cui non so e chiedo lumi…)
    bak

    • tony 24 Maggio 2014, 08:49

      @back Matawalu sicuro niente però è stato sondato, anche perchè può giocare ala, e credo che gli stranieri siano niente male….dall’aria di cauto ottimismo che si respira per il prox anno.

      • tony 24 Maggio 2014, 08:57

        @back poi che vengano Tebaldi e Allan ci credo poco , perchè a Treviso per me non si vogliono impegnare con troppi nazionali, per i problemi che sorgono nelle finestre internazionali…

Lascia un commento

item-thumbnail

Cosa può dare Monty Ioane all’Italia?

Ce lo racconta Antonio Pavanello, l'uomo che l'ha portato al Benetton Rugby

7 Luglio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton, Filippo Alongi: “Giocare con i Leoni è stato un sogno realizzato dopo anni di sacrifici”

Le prime parole in maglia biancoverde per il giovane pilone toscano

7 Luglio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Alessandro Zanni, fra le migliori terze linee: può entrare nel XV del decennio del Pro14

L'ex azzurro figura in una lista di assoluti campioni

6 Luglio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, la visione di Antonio Pavanello: “Rosa giovane, ma comunque esperta”

Il ds dei veneti fa il punto della situazione sulla costruzione del roster in vista della prossima stagione

6 Luglio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, Callum Braley: “Voglio guadagnarmi la maglia numero 9”

Il mediano di mischia azzurro è da poco sbarcato in Italia. Obiettivi chiari per crescere insieme alla squadra biancoverde

5 Luglio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, Matteo Drudi: “Un pilone non deve mai smettere di aggiornarsi. Sogno l’azzurro nel 2023”

Intervista all'avanti romano: uno dei 6 permit player in forza ai Leoni

3 Luglio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby