Il Sei Nazioni (e l’Italia) visti da PlanetRugby: ecco il torneo nostro e degli altri

Per il noto portale inglese abbiamo diversi problemi ma ci sono delle note positive. Ma comunque la banda Brunel vince un Awards davvero poco ambito…

COMMENTI DEI LETTORI
  1. malpensante 18 Marzo 2014, 14:45

    Che il peggior allenatore è arrivato penultimo.

  2. Andria 18 Marzo 2014, 14:46

    Che Filippo Novembre doveva vincerle tutte e due le categorie: peggior selezionatore e ct.
    Avete dimenticato che uno dei motivi per il sacrosanto premio a Brown e` 3 Man of the match su 5 incontri disputati…

  3. Luca ‘Keeno’ Olivari 18 Marzo 2014, 14:51

    E il premio “peggior gestione di Federazione degli ultimi 15 anni”?
    L’avrebbero vinto a mani basse. Magari anche il prossimo, sulla fiducia.
    Che tristezza…
    L’unica consolazione è che chi dava voce a certe cose da anni (e NON per disfattismo), comincia a vedere che ci si accorge che le cose stanno così

  4. darthnoldor 18 Marzo 2014, 15:02

    Beh…. caporetto ma forza c’è sempre il Piave 😀

    Per riprenderci, anche nel ranking ma soratutto nel Cuore dobbiamo vincere nei test match di giugno, speruma bin 🙂

  5. Rabbidaniel 18 Marzo 2014, 15:03

    Che parlando dei nostri giovani guarderei all’età media delle altre squadre.

  6. gian 18 Marzo 2014, 15:04

    intanto che di positivo c’è anche che finché ci siamo noi, così, arrivare ultimi e/o prendere il cucchiaio di legno per le altre unions è quasi impegnativo 😉 , bene la valutazione della nostra linea giovane, un po’ assurdo il discorso della difesa, peggiori, migliori o forse no, direi che sono numeri che presi singolarmente non sono probanti, facciamo un sunto: non abbiamo quasi mai la palla ergo siamo spesso in difesa (magari anche nella loro metà campo) ergo facciamo una marea di placcaggi ergo rischiamo di prendere (e prendiamo) più mete degli altri, se ci mettiamo anche a non far falli (così gli altri non piazzano, ma sono costretti ad entrare per far punti) chiudiamo il cerchio di una serie di statistiche che si pestano i piedi a vicenda
    per i singoli mi pare si guardi tanto alle simpatie di provenienza, niente da discutere sui nomi, tutti gran giocatori, ma non mi sembrano scelte del tutto oggettive

  7. darthnoldor 18 Marzo 2014, 15:04

    Grande Irlanda 🙂 sempre bello vederla giocare.. ma x il mondiale (nostro) son azz… 🙁

  8. Giovanni 18 Marzo 2014, 15:25

    No problem, applichiamo il “principio Putin”: quanti italiani ci sono in Argentina? Milioni, allora sotto con l’annessione del Paese sudamericano! Risolto… 😉

    • edopardo 18 Marzo 2014, 15:40

      non per fare politica qui, ma se guardiamo è il principio degli usa che loro possono fare ciò che più piace ai loro interessi gli altri no guai ,e il peggio e sentire l’europa ai piedi di barack allinearsi in toto a questi complotti, quando succedeva in jugoslavi a andava tutto bene!

      • Giovanni 18 Marzo 2014, 17:29

        Della politica estera USA si potrebbe parlare per settimane di fila e non è questo il luogo adatto…ho solo preso a prestito la drammatica attualità, per scherzare sulle nostre “facezie” rugbystiche.

    • San Isidro 18 Marzo 2014, 16:50

      non te l’ho permetto!
      Più che prendere gli argentini, avremmo tanto da imparare da loro: formazione, base, come si gesticono i campionati, ecc…
      ps: c’è Ignacio Almela, ottima apertura del CASI, che è un elemento molto interessante…

      • Machete 18 Marzo 2014, 17:11

        Sab fascicolo di argentini con avi italiani…..poi mandiamo il tutto alla Fir e all’ Aise

        • San Isidro 18 Marzo 2014, 17:21

          Machete ma ogni tanto le vieni a vedere le partite delle romane in Eccellenza?

      • mezeena10 18 Marzo 2014, 19:53

        san il nostro Almela non è interessante, è proprio forte!!!
        credo lo vedremo a breve con la camiseta argentina!
        vamos CASI 😉

        • San Isidro 18 Marzo 2014, 22:04

          credo ci vorrà ancora del tempo per il buon Ignacio…per ora davanti ha el mago e Sanchez, poi con i Jaguars la stagione passata è stato preferito Poet dell’Atletico del Rosario…adesso con il Pampas XV per la Pacific Rugby Cup hanno selezionato Fernandez, apertura dei Pumitas e del Jockey Club de Rosario, ma anche il forte ed esperto Santiago Gonzalez-Iglesias degli Alumni…se vogliamo poi prendere il Torneo de la URBA nello specifico ci sono altre aperture più forti, come Benjamin Madero del SIC, già testato con i Pumas nei TM estivi 2013, il “cubano” Bautista Guemes che conosci molto bene, poi non mi dispiace nemmeno Tomas Rosati del Belgrano…comunque Almela è giovane (mi pare 22) e ha un sacco di potenzialità, spero che nel corso di questa stagione si metta ancora più in luce…
          Ah, è cominciato il Nacional de Clubes…CASI che purtroppo va a perdere in trasferta con l’Universitario de Tucuman per 31-22, primo tempo finito 19-3 per i bianconeri, rimonta di Galindo e compagni nel complemento…da quello che ho visto negli highlights tutte le squadre in questa prima giornata sono partite un pò contratte, l’avvio di stagione è sempre un pò così, comunque nessuna gara è finita con grossi scarti (la sconfitta più pesante l’ha subita il GER che ha perso contro CUBA in casa per 48-21)…ah, Felipe in gran spolvero con il suo Newman (che però ha perso in casa 21-16 contro il Jockey Club de Rosario)…SIC che purtroppo va a vincere a Cordoba…
          Ti devo gli highlights del CASI (con tanto di azioni di Almela):
          http://espndeportes.espn.go.com/videohub/video/clipDeportes?id=deportes:2044529

          • mezeena10 19 Marzo 2014, 08:57

            muchisimas gracias amigo! 😉

        • malpensante 19 Marzo 2014, 09:05

          Tra le belle maglie, le mani e i piedi fini, i fisici normali m’è venuta una nostalgia che neanche una milonga … 🙂 Grazie San.

          • mezeena10 19 Marzo 2014, 10:06

            un altro mondo, un’ altra atmosfera!
            e un pizzico d’ invidia e frustrazione per non avere anche qui in italia un simile movimiento!

          • San Isidro 19 Marzo 2014, 16:04

            @mal, grande! Sono riuscito a portare anche te nel mondo argentino…eh, hai visto la gloriosa maglia bianconera del CASI? Quella camiseta la indossò negli anni ’20 Giuseppe Bigi, mm della nazionale italiana negli anni ’30…quando fece ritorno a Roma giocò per la Lazio, ma nella stagione ’30/’31 sia i biancocelesti che l’AS Roma non confermarono la sezione ovale, così nacque la Rugby Roma con quei colori proprio su proposta di Bigi e per onorare il CASI…ora hai capito quanta storia c’è in quella maglia e il legame così forte tra il rugby romano e quello argentino? E m’è toccato pure leggere una volta da un giornalista della Gazzetta (non faccio nomi, ma non è il grande Marco) che il colori della RR derivano dal SIC, cioè gli acerrimi rivali del CASI, gaffe clamorosa, sono rabbrividito! (tra l’altro il SIC non era neanche nato perchè si originò da una scissione del CASI nel 1935)…
            Venendo al torneo, questo è il Nacional de Clubes che mette a confronto i migliori 16 club argentini (i primi 7 dell’URBA Top 14 con i migliori 9 della Zona Campeonato del Torneo del Interior), almeno da quello che ho visto negli highlights per me sono partiti tutti un pò contratti, il livello e lo spettacolo si alzerà pian piano…
            Se ti servono altre informazioni, video o highlights non esitare a chiedere…a Maggio tra l’altro riparte anche l’URBA con la prima fase…potresti supportare il San Albano, la cui camiseta mi ricorda molto quella del GRAN Parma (blu con sottili strisce gialle e celesti), la storica squadra degli “Old Philomantes” da una decina d’anni si piazza stabilmente in prima divisione, ma l’anno scorso non si è qualificata nemmeno al Top 14…oppure per la serie “ti piace vincere facile” potresti supportare l’Hindù, che ha la camiseta a strisce gialle e azzurre (simili alle gialle e blu dei tuoi Crociati o del vecchio Parma RFC), “los elefantes” sono una vera e propria corazzata che ha allevato fior di Pumas e per due anni sono arrivati in finale, la prima vinta contro i platensi, a Ottobre però i “cubani” gli hanno fatto lo scherzetto, hanno fatto la rivoluzione…vamos!

  9. ostrica placida 18 Marzo 2014, 15:27

    McLean da salvare in questo 6n?
    Bah, al redattore glie l’avrà consigliato mia moglie.

    • faduc 18 Marzo 2014, 15:46
    • LiukMarc 18 Marzo 2014, 16:22

      Bah, secondo me McLean non ha giocato male. Non ha eccelso (e lui numeri ne avrebbe, sono anni che gioca e secondo me lo ha fatto al 100% solo nella meta ad Ascoli contro Samoa) ma nemmeno uno schifo. In fondo, nessuno ha fatto chissà che sfracelli la dietro, tolte le mete di Campagnaro a Cardiff e quelle di Sarto contro Scozia e Irlanda.

      • Pantalone 18 Marzo 2014, 18:00

        Sarà…secondo me McLean sa fare solo una finta. Sempre quella. Perde la palla. Sempre. Placca ma non è un fenomeno nemmeno in difesa. Giocare estremo a quei livelli non è facile, però… Masi vale 100 McLean

    • San Isidro 18 Marzo 2014, 16:53

      McLean a parte la partita contro l’Inghilterra ha fatto un buon 6N…scusa ma il tuo nick è troppo forte, posso chiederti da cosa trae origine?

      • ostrica placida 18 Marzo 2014, 17:13

        Devo spiegarlo anche a Gianni Berton
        Cercherò di farla breve dicendo che e’ una derivazione,
        Appunto, placida, di una frase che ripetevano sempre
        Negli 80’s i Frankie goes to hollywood
        “The world is my oyster”.
        Tornando al post: imho LML
        è un buonissimo giocatore, sopratutto per i ns standard,
        con una intelligenza tattica di prim’ordine.
        Appunto per questo ritengo tutto sommato deludente
        Il suo 6n

  10. AleGialloNero 18 Marzo 2014, 16:23

    Difficile giudicare l’Italia in generale. Per noi…figuriamoci per Planet Rugby, che è sorprendentemente perfin troppo magnanimo. Non eravamo fenomeni l’anno scorso. Non siamo totalmente da buttare ora. Come sempre la verità sta nel mezzo. Occorre rimotivare un ambiente che forse si era illuso di essere molto più competitivo di ciò che è e che è stato brutalmente riportato ad una dura realtà. Realtà che, come abbiamo visto quest’anno, non riguarda solo la Nazionale… Obbiettivamente credo che questa caduta ci faccia bene. Confido nell’orgoglio che ci ha sempre contraddistinto per un riscatto da vedersi prossimamente. Magari senza proclami come “Vi faremo sognare” e facendo un bel bagnetto d’umiltà, a cominciare dai senatori… Del resto, i giocatori, si sa, son questi. Sperando poi che i giovani che si son messi in mostra proseguano a migliorarsi giocando con continuità ad alti livelli.
    Mi preoccupa la progressiva involuzione fisica, di gioco, di carattere, di attenzione e di orgoglio nel corso del torneo. Siamo arrivati alla fine senza un barlume di energia psicofisica. Brutto per un collettivo che certo non è tartassato da critiche mediatiche e che è lasciato lavorare senza pressioni (come invece avviene da altri).
    Mi spaventa il nulla assoluto che verrà… Ero al Peroni a vedere l’U20 contro l’Inghilterra ed ho visto 2 universi distantissimi. E non sto parlando di minirugby ma di ragazzi già papabili per la Naz.”A”.
    Sulle statistiche come “mete fatte/subite”, “placcaggi fatti/subiti” ecc non mi soffermerei troppo. Son numeri dettati dalla disastrosa condizione psicofisica in cui eravamo. Mi interesserebbe di più saperne il “perchè”… Qualcuno ce lo spiegherà?
    Riguardo i sondaggi: Brown fantastico. Ma io ho votato Sexton che è diventato un giocatore completissimo, come per me lo è lo sfortunato Halfpenny.
    Miglior tecnico: Gatland, senza discussioni. Per come fa giocare il Galles e per ciò che ha sempre dimostrato. Un genio. Il peggiore: quello che è arrivato desolatamente ultimo, senza scusanti. Se la colpa di una disfatta non la si vuole dare ad un collettivo intero, battezzandolo come scarso, qualcuno che ha presentato una squadra senza idee e sulle ginocchia dovrà pur assumersi la responsabilità… A meno che non la si voglia buttare in caciara.
    Giocatore delusione? Un terza centro dello Stade Francaise…

    • Hullalla 18 Marzo 2014, 17:44

      Io mi sono spesso spaventato guardando le prestazioni delle nostre U20 (e detesto il sistema asteriscato), pero’ devo ammettere, per onesta’ intellettuale, una cosina: quest’anno abbiamo lanciato Esposito, Sarto e Campagnaro che sono sicuro faranno bene in futuro e che vengono fuori, piaccia o no, dal sistema asteriscato e dalla U20.
      U20 che non ha mai fatto un granche’, anche quando c’erano Esposito, Sarto e Campagnaro a giocare e a fare (una certa) differenza in campo.
      Alla fine il minimo sindacale e’ venuto fuori e spero che continui cosi’, di modo che ogni anno abbiamo almeno tre giovani da lanciare in nazionale (e poi qualcun altro un po’ piu’ maturo, tipo Furno, che ci arriva un paio di anni dopo, che in mischia sono spesso necessari). Con una carriera (speriamo) di dieci anni, tre giovani all’anno fanno trenta giocatori, piu’ un altro paio che ci mettono qualche anno in piu’ arriviamo ai 45-50 che sono giusto giusto il minimo che ci serve per il ricambio (lasciamo per un attimo da parte le naturalizzazioni & C.).

      La fine del discorso e’ che, pur con dei costi inaccettabili rispetto alla resa e dei risultati intermedi demoralizzanti, tutto sommato il sistema asterischi + U20 per quest’anno e’ riuscito a produrre il minimo sindacale per continuare a galleggiare.
      Se poi si vuole spaccare il capello in quattro, quest’anno la U20 ha avuto una classifica finale migliore della nazionale maggiore, pur partendo con dei presupposti peggiori. Se siamo depressi per i risultati della U20, non ci tiriamo certo su guardando quelli dei piu’ grandi…

      La miglior U19 che ho visto negli ultimi anni e’ stata quella del 2002 con Mirco, Parisse, Marcato, Staibano, Chillon, Ferraro, Faliva, Arganese e Cavinato in panchina. Anche questa squadra le ha prese al Sei Nazioni (ma e’ riuscita -caso raro- a passare il primo turno della JWC, per poi essere asfaltata dai Baby Blacks al secondo turno…).
      Questo per dire che anche nazionali giovanili mediamente forti e che hanno fornito buoni giocatori alla nazionale maggiore non necessariament hanno fatto gran bene al Sei Nazioni.

      Scusate la prolissita’….

      • San Isidro 18 Marzo 2014, 17:53

        ma Alessandro Chillon?
        in quell’u.19 credo ci fosse pure un certo Gabriele Rubini, alias “chef Rubio”…
        Gregory Arganese era un buon giocatore, ma poi si stabilì definitivamente in Francia…

  11. Katmandu 18 Marzo 2014, 16:44

    beh concordo con quello scritto da PR (per me una novità) e i migliori nostri son quelli, ma penso che anche e Allan Esposito meritano una citazione, magari non han convito fino in fondo ma anche su loro due si potrebbe iniziare a considerare il loro sei nazioni positivo
    Mclean ha giocato molto bene sempre sicuro, certo non è Kearney ma il suo lo ha sempre fatto e molto bene

    • San Isidro 18 Marzo 2014, 16:54

      McLean ha giocato sempre bene, a parte l’ultima in cui si è dimenticato come si placcava…

      • Hullalla 18 Marzo 2014, 17:47

        Solo lui in quella partita?
        Allora ci sono stati altri giovani dei quali si dice che hanno fatto un buon Sei Nazioni che…

        • LiukMarc 18 Marzo 2014, 18:55

          Ah be, mi sa che Campagnaro aveva il maggior numero di placcaggi mancati dell’intera nazionale, però vabbè, ormai guardare ai numeri non fa niente di buono.

    • alex74 18 Marzo 2014, 19:20

      dire che mclean ha giocato sempre bene mi pare un tantino eccessivo. posso accettare che alcune partite non le ha giocate male….
      ma i calci a liberare orrendamente in mezzo al campo o i vantaggi millimetrici presi su punizione, o i calci sbananati direi che non se li è mai fatti mancare. per non parlare della partita con l’inghilterra e l’ultima meta gentilmente regalata.

  12. San Isidro 18 Marzo 2014, 16:59

    Nel complesso sono d’accordo con Planet Rugby, anche se mi sfugge una cosa:
    – tra le cose negative dell’Italia c’è un record di placcaggi? Vero che questo significa poco possesso, ma insomma…
    E poi trovo umiliante dare il “premio” al peggior giocatore del torneo…ma dai, si premia il migliore, non il peggiore…che poi già far parte di una nazionale al 6N vuol dire che proprio scarso non sei…

    • Giovanni 18 Marzo 2014, 17:33

      “Peggior giocatore” è davvero molto lontano dallo spirito del rugby, mah…

    • HumptyDumpty 18 Marzo 2014, 17:50

      Nel 6 Nazioni viene premiata l’ultima squadra con il cucchiaio di legno, anche questo e’ poco sportivo, ma molto inglese, e’ un qualcosa che sfiora il bullismo ma dilaga nell’arroganza tipica inglese.

      • San Isidro 18 Marzo 2014, 17:56

        ma alla fine è un qualcosa di simbolico, seppur negativo, che si dà alla squadra, “peggior giocatore” si attribuisce ad un singolo, il che, per me, è più grave…vabbè poi questi sono giudizi di Planet Rugby e credo che Doussain se ne strafreghi…ah, guarda caso un sito inglese dà questo “riconoscimento” ad un francese…

        • miky 18 Marzo 2014, 23:06

          Credo che Planetrugby sia un sito sudafricano.. comunque cosa c’è di male a dare dei giudizi anche in negativo, purchè non siano espressi in modo offensivo, ma motivati e circostanziati?? E cosa c’entra il bullismo con il cucchiaio di legno? E’ un’ironico riconoscimento del fallimento, e allora? Sperimentare un po’ di derisione e vergogna per le proprie mancanze aiuta a crescere e, magari, ad avere una reazione d’orgoglio. E perchè poi gli inglesi sarebbero “tipicamente” arroganti? Scusate, ma questi stereotipi proprio non li sopporto.

          • San Isidro 18 Marzo 2014, 23:51

            Planetrugby so che è un sito inglese, ma non ci metto la mano sul fuoco…ad ogni modo sul “cucchiaio di legno” l’ho detto anch’io che è un trofeo simbolico seppur negativo e non ci trovo nulla di male, se per questo c’è anche il “whitewash”…quanto al “premio” di peggior giocatore, lo ripeto, a me non piace, non ha senso, mi sa di umiliante, posso avere una mia opinione?

  13. Rollo 18 Marzo 2014, 17:11

    Per non parlare del sondaggio di quando l’Italia vincerà il Sei Nazioni!!!

  14. ivo romano 18 Marzo 2014, 17:20

    McLean, dei 3/4 in queste cinque partite, è stato il piu’
    propositivo sempre con tempismo e belle linee di corsa
    ma non riesce a fare danni perchè non ha gambe rapide
    e manca di potenza, capacità che non mancano a Masi o Esposito.

    • San Isidro 18 Marzo 2014, 17:23

      purtroppo nell’ultima partita è mancato anche nei placcaggi, troppo rinunciatario, non puoi correre dieci metri dietro l’avversario senza nemmeno provare a buttarti…

    • Hullalla 18 Marzo 2014, 17:49

      Masi ed Esposito pero’ non hanno dimostrato le loro qualita’ in questo Sei Nazioni.

      • San Isidro 18 Marzo 2014, 17:58

        d’accordo su Masi, anche perchè in due partite non ha giocato nemmeno 25 minuti…quanto ad Esposito forse non sarà emerso al 100%, al contrario di Sarto e Campagnaro, però per me il suo 6N è più che positivo…

  15. Fabrizio 18 Marzo 2014, 18:44

    4. Quintin Geldunhuys: 3
    Utterly anonymous, and has had a really average tournament. His continued selection shows you how bare the cupboards must be for Brunel.
    Questo il voto dato da planet rugby per la partita contro l’Inghilterra…. Con Furno5 Campagnaro5 Parisse4…. Ma il voto di Gelde è assurdo

  16. mezeena10 18 Marzo 2014, 19:58

    pooh-lanet rugby..

  17. alex74 18 Marzo 2014, 20:16

    ciao san,
    quello che penso di mclean l’ho scritto sopra, poi magari io sono ‘leggermente’ prevenuto nei suoi confronti, ma la sua partita con l’inghilterra è stata veramente ‘esemplare’

    • San Isidro 18 Marzo 2014, 20:32

      ciao alex,
      ma infatti l’ho scritto anch’io che sabato scorso non mi è piaciuto, si è dimenticato come si placcava…nel complesso (sabato a parte) penso che McLean queso 6N abbia mostrato più sicurezza nel ruolo e abbia giocato meglio rispetto a prima…

      • alex74 18 Marzo 2014, 20:44

        ah, se la mettiamo sui valori relativi posso anche essere d’accordo 🙂
        fermo restando che comunque, tolto masi, non è che in Italia per ora ci sia così di meglio….

        • San Isidro 18 Marzo 2014, 21:32

          per me a Giugno sperimenta Palazzani e forse anche Trevisan…

  18. ostrica placida 18 Marzo 2014, 20:25

    Birra, please, al bar si parla se un giocatore é forte o no.
    Pago un giro se qualcuno mi appoggia sul pessimo 6n
    Anche di Faletau, nonostante la nomi nomination!

    • San Isidro 18 Marzo 2014, 20:28

      io prendo una birra con ostriche…

    • alex74 18 Marzo 2014, 20:42

      la differenza è che nei pubs anglofoni si discute se come secondo centro sia meglio o’driscoll o davies, qui discutiamo se sia più scarso mclean o garcia…

      • San Isidro 18 Marzo 2014, 21:29

        ahah…anche Garcia ha deluso parecchio, non me l’aspettavo da un placcatore come lui…non ho capito la sua riconferma contro l’Inghilterra dopo la sua brutta prestazione a Dublino…delle 4 fatte da Garcia in questo 6N solo con la Francia non ha sfigurato…

  19. ostrica placida 18 Marzo 2014, 21:32

    @San Isidro: denoto unità vs Faletau, per te una bella barricata.
    @Alex 74: ti quoto in tutto, tuttavia siamo in Italia, la conversazione da bar oggi riguarda Cassano ai mondiali. Godiamoci allora una bella birra
    (La sponsor della nazionale solomalto che ho assaggiato sabato all’olimpico nonera affatto male) parlando di McLean, che è meglio.
    Una barricata anche per te ed uno spunto: alle ali chi tra Sarto, Esposito,
    Venditti e Benvenuti?

    • San Isidro 18 Marzo 2014, 21:36

      per quello che si è visto questo 6N ad occhi chiusi dico Sarto ed Esposito…comunque Venditti e Benvenuti li tengo stretti ancora nel gruppo azzurro, magari da rivedere a Giugno…

      • ostrica placida 18 Marzo 2014, 21:42

        Imho Sarto sicuro, Benvenuti andrebbe allevato da primo centro (belle manine, bel piedino, magari da migliorare nel placcaggio) con a fianco Venditti che piaccia o no,
        Ha sempre un raddoppio di marcatura di fronte.

        • San Isidro 18 Marzo 2014, 22:21

          se non ho capito male vorresti 12 Benvenuti 13 Venditti…Benvenuti è un secondo centro/ala, primo la vedo più dura…onestamente è un pò azzardata l’accoppiata che proponi, Venditti alle Zebre l’hanno provato almeno un paio di volte secondo centro e non è che abbia ben impressionato, il ragazzo ha potenza, ma è il resto che manca per ora…inoltre adesso Campagnaro 13 non lo toglierei…

        • mezeena10 18 Marzo 2014, 22:26

          scusa ma benvenuti è un finisseur non un playmaker! tantomeno un centro alla roberts per intenderci..
          ala o al massimo secondo centro imho!
          venditti tecnicamente e tatticamente non puo giocare centro! non ha ne le mani, ne la corsa ne la visione di gioco per quel ruolo..
          che ce ne vogliano 2 per tirarlo giu è relativo!
          dopo i 3 citati ci puo stare anche lui comunque, ma non titolare..sempre imho!

    • alex74 19 Marzo 2014, 09:04

      Una birra di prima mattina magari no, apsettiamo l’ora di prnazo almeno…
      comunque per quanto visto fino ad oggi io scommeterei 20 centesimi su Sarto Esposito e,perchè no, Iannone.
      Benvenuti deve confermare le sue (ottime) qualità, e forse potrebbe anche giocare più al centro. Comunque dopo le orrende prove a novembre già è tanto che sia arrivato tra i 30.
      Venditti mi pare sia stato accantonato da Brunel non tanto perchè ha due ferri da stiro al posto delle mani e usa il piede in modo ‘creativo’ ma perchè mi pare che in questo momento preferisce avere due ali più veloci e fantasiose che tozze da autoscontro

  20. ernesto 19 Marzo 2014, 12:35

    Concordo sui singoli italiani e sull’Italia peggior team
    Va bene Brown
    OK! PSA (peggior selezionatore di tutti i tempi se si gurda a che macelli ha combinato nei tre anni)
    Miglior partita invece mi sembra nettamente Inghilterra Irlanda seguita da Francia Inghilterra.

Lascia un commento

item-thumbnail

Sei Nazioni 2022, Italia: il calendario degli azzurri, con luoghi, date e orari

Due soli impegni casalinghi contro Inghilterra e Scozia

25 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: in vendita i biglietti per le partite casalinghe dell’Italia

Gli azzurri ospiteranno all'Olimpico Inghilterra e Scozia, rispettivamente alla seconda e alla quarta giornata del torneo

25 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay, un amaro ritorno alla vittoria

Una vittoria è una vittoria, ma è doveroso costruire qualcosa di più nel minor tempo possibile

21 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

L’Italia vince a Parma. Uruguay sconfitto 17-10

Al Lanfranchi decidono le mete dei debuttanti Pierre Bruno e Hame Faiva

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay, Crowley: “Teniamoci solo la vittoria. Serve lavorare molto sul breakdown”

L'head coach azzurro e il capitano Michele Lamaro sono intervenuti in conferenza stampa dopo la vittoria sui Teros

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay: gli azzurri devono tornare al successo

Vittoria che manca dal Mondiale 2019, e che rappresenta l'obiettivo contro i Teros

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale