Inghilterra, ecco i nomi per il Sei Nazioni: Flood non c’è

Al posto dell’apertura di Leicester convocato George Ford. Per la rosa esordio a Parigi contro la Francia

COMMENTI DEI LETTORI
  1. mauro-pv 9 Gennaio 2014, 17:16

    Farrell, Ford, Myler tutte aperture con caratteristiche simile, potrebbe essere un rischio, ma a quanto pare lancaster non ha (e non avrà) mai intenzione di cambiare il tipo di gioco

  2. Hullalla 9 Gennaio 2014, 18:00

    A noi Flood ha quasi sempre fatto molto molto male….

  3. ernesto 9 Gennaio 2014, 18:00

    Qualcuno sa quante partite del 6n salteranno Corbisiero, Parling e Tuilagi??

  4. Katmandu 9 Gennaio 2014, 19:59

    beh sinceramente ha fatto bene a lasciare a casa il futuro francese se a giugno non potrà più averlo è logico testare altri giocatori in previsione RWC

    • ginomonza 10 Gennaio 2014, 10:59

      kat gli inglesi lo possono fare vista la platea dalla quale possono scegliere e fanno bene.

Lascia un commento

item-thumbnail

Irlanda: sta per ritirarsi Rob Kearney, il giocatore con più trofei

La sconfitta ai quarti di Champions marca il passo d'addio per uno degli estremi più forti di sempre

20 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

I giocatori dell’Inghilterra hanno accettato una riduzione salariale del 25%

Analogo taglio accettato dal coach Eddie Jones lo scorso marzo

12 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni: il XV ideale scelto da Leonardo Ghiraldini

Il tallonatore azzurro snocciola la sua formazione più forte nei 20 anni del Torneo. Due azzurri in campo, tanta Irlanda e una spruzzata di talento in...

8 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

8 Nazioni: Georgia in pole position per sostituire il Giappone

I caucasici sono pronti, in caso di rinuncia dei nipponici, a fare il loro ingresso nel torneo

29 Agosto 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni