L’Argentina dice adios alla Vodacom Cup ed entra nella Pacific Cup

Grandi novità da Buenos Aires: dal 2016 in nazionale solo giocatori che militano in patria. Conferma che entrerà nel Super Rugby

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Giovanni 10 Dicembre 2013, 09:35

    Speriamo che stavolta si giochi a Napoli.

    • San Isidro 10 Dicembre 2013, 11:00

      Giovanni, misà di no, dal momento che ormai un TM si giocherà all’Olimpico e la FIR ha preso accordi con Torino per ospitare lì altri due TM nei prossimi anni…visto che riceviamo anche i Boks a questo punto credo che li faranno giocare a Roma e i Pumas a Torino (avendo già giocato nella capitale), il terzo test è da definire, ma siccome sarà una tier 2 dubito che si smuoveranno per il San Paolo…
      Ovviamente le mie sono pure iptesi, poi tutto può essere, un TM a Napoli piacerebbe anche a me…

      • maxjan28 10 Dicembre 2013, 12:29

        Sarebbe bello giocare a Benevento il match con la formazione del tier 2. Lo stadio è buono e vicino al campo di gioco, senza pista. La capienza per una partita di rugby potrebbe essere tranquillamente portata a circa 20000 unità. Benevento ha una tradizione rugbistica importante, sarebbe una scelta azzeccata.

        • San Isidro 10 Dicembre 2013, 12:40

          magari, ma non lo devi proporre a me…io mi ricordo un TM nel lontano 2000 tra Italia e Romania giocato proprio in quel di Benevento, dopo 14 anni si potrebbe riproporre…

          • Katmandu 10 Dicembre 2013, 14:04

            …. mentre in veneto la patria del rugby italico la nazionale manca dal 2010, ora non per fare polemiche sterili ma anche solo per riconoscenza si dovrebbe oranizzare almeno un TM l’anno in veneto, e non dite che abbiamo tv e altre squadre in eccellenza perchè non è più finita

          • San Isidro 10 Dicembre 2013, 14:12

            e che ti devo dì? hai ragione, ma ormai un TM è fisso all’Olimpico e Torino ne ospiterà altri due, ormai è così…magari l’incontro con il tier 2 si potrebbe organizzare in Veneto…
            comunque avere il Treviso non è cosa da poco, sai quanti appassionati del nord-est hanno più possibilità di andare a vedere, tra Pro 12 e HC, un rugby di livello (vabbè quest’anno un pò meno) rispetto a me che sto a Roma e vorrei tanto vederlo dal vivo? (capisci che le distanze sono quelle che sono)…
            Comunque è giusto far ruotare la nazionale anche in zone non propriamente rugbystiche…un bel TM al sud ci starebbe bene…

  2. Katmandu 10 Dicembre 2013, 09:54

    ma i Pumas prenderanno parte alla PNC? più si fanno il RC? più i TM? non saranno percaso i pampas xv? e poi una domanda per la rdazione la PNC quante squadre avrà? 10? non son tantine per un round robin?
    comunque spero per loro che entreranno nel super rugby perchè altrimanti faranno sempre più fatica a gestire tutti questi impegni e se vero che dal 2016 non convocheranno più giocatori non militanti in Argentina è una ulteriore controprova al loro ingresso nel SR ma spero sempre per i giocatori che sia almeno di 2 squadre per non sovraccaricare i giocatori come facciamo noi

    • San Isidro 10 Dicembre 2013, 11:01

      Kat un conto è la Pacific Nations Cup, altro conto è la Pacific Rugby Cup…

      • daom 11 Dicembre 2013, 18:03

        Hola San! grazie per i saluti 🙂
        Non ho capito la differenza fra questi due tornei (Pacific Rugby Cup è Rugby league?) e la Pacific RIM che è questo torneo dove parteciperanno i Pampas.
        Metto sul post principale degli aggiornamento sul argumento.

  3. daom 10 Dicembre 2013, 10:03

    Ciao, ho appena letto la intervista di Jorge Busico a Pichot (www.periodismo-rugby.com.ar), de ho capito diverso:
    – Il 20 febbraio ci sarà un incontro con SANZAR dove SI DECIDERA SE ci sarà una partecipazione argentina al Super XV.
    – Nel caso ci sia, si deve decidiere il come:
    a) Franchigia Nel Super XV (ovvero torneo con 17 squadre), solo una perchè non ci sono soldi per due.(scelta preferita da Pichot)
    b) Due “conferenze” ma giocherebbero in una prima fase solo control squadre sudafricane.
    – Ho capito (ma questa è una mía deduzione) che se deciderà anche se l’Argentina continuerà nel RC dopo il 2015 visto che il contratto scade appunto nel 2015.
    Alla Pacific Rim giocheranno i Pampas e non i Pumas, Samoa e non Fiji.

    Per quanto riguarda i giocatori effettivamente sono stati preavvisati di valutare i rinnovi dei contratti nei clubs visto che la UAR pretende di contrattare 30 o 40 giocatori dalla metà del 2015 in avanti. L’idea è di fare come NZ, si deve scegliere: il club o i Pumas.

    Per finire acenno al RC 2015, ci saranno solo 4 partite ma non ho capito l’organizzazione.

    Ho appena verificado ESPNscrum (Radical changes as Argentina plans for the future) e conferma la versione “Pichot”.

    • Paolo 10 Dicembre 2013, 10:08

      ciao. Sulla partecipazione di Pumas/Pumitas alla NPC la cosa non è chiarissima, anche perché bisogna tenere conto dei tantissimi giocatori sotto contratto in europa. Credo che alla fine sarà una selezione scelta dalla UAR dove si pescherà parecchio dai tornei nazionali.
      Sul futuro del Super Rugby: si attendono conferme definitive entro fine anno, ma la questione-contratti post 2016 indica chiaramente che ormai la strada è segnata. E personalmente ne sono molto contento

      • daom 10 Dicembre 2013, 10:29

        Paolo, non ho capito perchè non è chiara, è l’unica certezza che ha dato Pichot e ESPNscrum.

        I pumitas sono la nazionale U20, non c’entra con questi tornei, in ogni modo è confermata la partecipazione dei Pampas quindi i giocatori “europei” non c’entrano niente.
        I Pampas XV SONO una selezione scelta dalla UAR dove “pescano parecchio dai tornei nazionali” più i giocatori contrattati dalla UAR , in realtà dal “Plan de alto rendimiento”.

        Il futuro del súper rugby non si deciderà entro fine anno ma a febbraio 2015.

    • San Isidro 10 Dicembre 2013, 12:14

      Ciao daom, è piacere ritrovarti (vamos CASI siempre! scherzo eh)…secondo me è difficile dire già adesso se il Super Rugby dal 2016 avrà solo 17 squadre, ci sono varie questioni:
      – SA probabilmente vuole tutte e 6 le sue franchigie in un prossimo futuro del SR…
      – quanto all’Argentina c’è da capire se parteciperanno con una o due franchigie…nel caso di due franchigie io penso che una avrà base a Buenos Aires e una nell’interno (Las Aguilas e Pampas XV?)
      – inoltre ci sono forti voci che la geografia del SR possa espandersi, si parlava del Giappone, del Nord America e del Sud Pacifico…tutte ipotesi naturalmente…la nazione comunque più prossima che entrerà sarà l’Argentina…in effetti la cosa più sensata sarebbe l’allestimento di due conference a gironi separati (Arg/SA e Aus/NZ) e le migliori ai play-off, si potrebbe creare anche dei quarti di finale per coinvolgere più squadre…
      Comunque alla fine è interessante, secondo me, il sitema che l’UAR vuole creare con i giocatori argentini, analogamente al sitema australiano e neozelandese, possibile anche che tra due anni gli argentini che militeranno in Europa saranno pochissimi…
      Non sapevo del RC 2015, ma la riduzione delle partite è dovuta alla RWC che comincia a Settembre, secondo ogni nazionale incontrerà l’altra in gara secca per un totale di sole tre giornate, mia ipotesi…

  4. eroszag 10 Dicembre 2013, 10:27

    Io ho paura che queste regole ( convocare solo i giocatori che militano in patria), in breve porteranno a una Argentina che potrà sognare solo i quarti di finale ai mondiali…Ne comprendo l’utilità per lo sviluppo del sistema di gioco della nazionale, ma in un mondo professionistico….facile che i top players scelgano un ingaggio francese o inglese…( poi magari riusciranno a garantire lauti stipendi anche loro..ma dubito..)

    • daom 10 Dicembre 2013, 10:43

      Anche a me lascia un po’ perplesso, sopra tutto questa generalizzazione, se mi parlassero dei giocatori “europei” potrei anche capirlo tenendo conto del calendario, logoramento, etc etc, ma cosa vuoi di più di poter utilizare giocatori participante al súper XV in altre squadre, questo ti permetterebbe di alargare la rosa ai 30-40 tuoi (pagati da te) + altri allo stesso livello pagati ed allenati da altri.

      Fra l’altro questo discorso di avere 2 o 3 nazionali non mi ha mai convinto, a giugno giochi con “i ragazzi” e prendi delle batoste giustificate, ok, che ti fanno imparare ok, ma che ti fanno sprofondare nel ranking e tirar giù il morale. la nazionale con gli europei “bravi” per la RCH, ed una ne carne ne pesce per novembre.(e parlando di questi ultimi due anni prendi anche delle batoste ASSURDE ).

      Mettono l’esempio de Agulla come supereroe che sceglie la nazionale davanti ai proprio contratti, ma la giovane promessa che era nel 2007 è diventata un signor giocatore grazne al Leicester e non a 10 o 15 partite all’anno che puoi fare con il plan de alto rendimiento.

      • San Isidro 10 Dicembre 2013, 12:37

        daom, sei argentino quindi sei più dentro a certe questioni, ma il discorso delle varie nazionali argentine è ovviamente dettato da questioni di necessità…da quando l’Argentina è entrata nel RC ai TM di Giugno c’è l’occasione di sperimentare e provare ragazzi a certi livelli, nel 2012 andò anche bene con i Pumas che batterono la Francia e l’Italia, quest’anno no (brutta partita con la Georgia, anche se portata a casa)…comunque, come ben sai, i ragazzi che vengono testati a Giugno sono tutti provati in altre selezioni (Jaguars, Pampas XV, Pumitas, province), quindi sono giocatori che ad ogni modo sono stati già visti…secondo me questi non sono anni facili per l’Argentina, sono anni di transito, il passaggio al RC è tutt’altro che semplice e le batoste alla fine fanno parte di questo (alcuni risultati sono incomprensibili è vero, come quest’anno con SA e Australia a Rosario, ma ci stanno), è un pò la stessa cosa che è successa all’Italia quando è entrata al 6 Nazioni, con la differenza che i Pumas devono scontrarsi con le tre regine del rugby mondiale…quest’anno poi è un anno a sè (considera pure i parecchi infortuni), l’anno scorso è andato tutto meglio, compresi i TM di Novembre in cui l’Argentina battè il Galles e fece comunque un bel primo tempo con la Francia…

  5. San Isidro 10 Dicembre 2013, 11:44

    Porca pupazza, che notizia!
    Dispiace che dopo quattro anni positivi l’esperienza sudafricana giunga al termine, il primo anno (2010) vi parteciparono gli Argentina Jaguars, dal 2011 la selezione del Pampas XV che proprio quell’anno vinse il torneo…la passata edizione gli argentini hanno fatto bene, ma sono stati buttati fuori ai quarti, ironia della sorte, dai Pumas (quelli del Mpumalanga però)…
    Allora, andiamo con ordine nell’analizzare il quadro delle notizie:
    – interessante l’idea della competizione pacifica, ma facciamo chiarezza:
    un conto è la Pacific Nations Cup, altro conto è la Pacific Rugby Cup. Quest’ultima nacque nel 2006 e si giocò fino al 2010 tra sei selezioni isolane (2 per ognuna delle isolane), dal 2011 ha cambiato formula e vede confrontarsi le nazionali A delle isolane (dalla passata edizione anche il Giappone A) con i team A (development) delle franchigie di Super Rugby neozelandesi e tre team A di quelle australiane (Brumbies, Waratahs e Reds)…la formula prevede che le squadre isolane e la giapponese vadano a far visita ai team A delle suddette franchigie, di conseguenza le squadre australiane e neozelandesi non si incontrano tra di loro, è un torneo abbastanza cervellotico…che succede con l’ingresso argentino?
    Si parla di selezione argentina che si stanzia in Australia (come aveva faceva anche per la Vodacom Cup visto che il Pampas XV aveva base a Stellenbosch), ma si parla anche di 5 “selezioni” australiane, possibile che si formino anche i team A di Rebels e Western Force…alt! Ma si parla anche di USA, Giappone, Samoa e Tonga, cioè? Le nazionali maggiori di queste squadre già fanno la PNC, quindi? Possibile che partecipino con dei team A…ok, ma le Fiji? E i team development neozelandesi che fine fanno? Insomma c’è poca chiarezza intorno a quello che sarà il futuro di questo torneo, comunque mi fa piacere per gli argentini (che parteciperanno con la solita selezione domestica, come lo era il Pampas XV) che si confronteranno in un altro contesto, molto diverso rispetto alla Vodacom Cup.
    – “dal 2016 verranno convocati in nazionale solo gli atleti che giocano in squadre argentine”, alt anche qui! Ovviamente questa dichiarazione fa capire che effettivamente l’Argentina dal 2016 parteciperà al SR con una o due franchigie…insomma, vogliono fare come gli australiani e neozelandesi, comunque su quest’ultima notizia andiamo cauti perchè mancano più di due anni e tutto può succedere, ad es. tra due anni è possibile che gli atleti argentini che militeranno in Europa saranno pochissimi…
    – e la Vodacom Cup senza gli argentini che fine fa? torna ad essere giocata solo dalle 14 province sudafricane? richiameranno la Namibia (che non vi partecipa più dal 2012)? le voci sull’inserimento del Kenya si fanno più concrete? E in quest’ultimo caso per fare la competizione pari a 16 squadre dovranno riallestire dai Blue Bulls il team del Limpopo che l’anno scorso proprio bene non è andato e ha preso batoste epocali (compreso un 161-0)…
    Comunque speriamo che questo nuovo scenario pacifico continui a migliorare, come lo è stato con la VC, gli atleti del domestic argentino anche, e soprattutto, in ottica nazionale…
    Vamos!

    • Giovanni 10 Dicembre 2013, 16:15

      Ecco perchè non seguo l’attività di club dell’emisfero sud: è un casino! Tra tornei che nascono, muoiono, cambiano formula e/o denominazione, franchigie che chiudono, si fondono, si strasformano in nazionali A, B, giovanili, dilettanti, semiprofessionisti, speranze, parenti, amici e connessi. Poi non sai mai quali nazioni effettivamente vi partecipino: Giappone, Americani solo gli anni dispari, pacifiche ma senza Samoa, Neozelandesi che però non giocano contro Australiani, Sudafricani che partecipano ma solo in videoconferenza, data la distanza…a proposito di distanza, un suggerimento: perchè non mettono sede fissa in Madagascar, punto di incontro a metà strada per tutti? 😉

      • San Isidro 10 Dicembre 2013, 16:44

        ahahahah…Giovà mi hai fatto ammazzare dalle risate…
        ma tu lascia stare quello che dico visto che sono malato e mi vado a impiacciare delle competizioni più assurde…ho solo voluto fare un pò di chiarezza (???) visto che non si capisce bene con quali squadre si confronterà il Pampas XV nella nuova competizione pacifica…se vuoi avvicinarti all’emisfero sud però qualche partita di Super Rugby te la consiglio e anche qualcuna della Currie Cup o della NZ NPC…poi vabbè il rugby argentino è il top…
        ps: hai detto Madagascar? loro si stanno evolvendo molto rugbysticamente, il SA potrebbe prendere in considerazione un loro ingresso in Vodacom, anche se ha la precedenza il Kenya…

  6. eroszag 10 Dicembre 2013, 14:54

    Io ci sto perdendo il conto..un po troppi tornei e trofei internazionali…

    • San Isidro 10 Dicembre 2013, 15:06

      ahahah, in effetti, anche dopo l’ufficializzazione del torneo australiano di oggi comincia a diventare un casino…dai però è bello, noi appassionati seguiremo più cose…

      • ginomonza 10 Dicembre 2013, 20:55

        ok ampia scelta ma San studia anche

        • San Isidro 10 Dicembre 2013, 21:02

          hai ragione gino, meno male che ogni tanto qualcuno me lo ricorda…

  7. 22metri 11 Dicembre 2013, 01:15

    per agevolare il tutto l’IRB sta proponendo il ritorno alla Pangea, agevolerebbe spostamenti e fusi orari.

  8. daom 11 Dicembre 2013, 18:05

    Ciao, ci sono delle novità:
    le squadre che parteciperanno alla Pacific RIM cup con sede in Australia saranno
    Pampas XV (Argentina)
    Japón
    Samoa
    Fiji
    Tonga
    Western Australia
    New South Wales
    ACT
    Queensland
    Melbourne

    ATT.NE FIJI e non USA, era un errore.

    Se ci fosse un Super XV a 17 squadre, le due nuove sarebbero una argentina e l’altra sudafricana.

    • San Isidro 12 Dicembre 2013, 01:57

      Ciao daom, rispondo qui alla domanda che mi hai fatto sopra…anzitutto il rugby league non c’entra niente, PNC e PRC sono due diverse competizioni di rugby union, allora:
      – Pacific Nations Cup: è nata nel 2010 come torneo di livello internazionale tra il Giappone e le tre isolane (Fiji, Samoa e Tonga), da quest’anno il torneo è stato allargato anche ad USA e Canada (le Samoa però non hanno partecipato quest’anno perchè erano impiegate nel quadrangolare in SA con Springboks, Scozia e Italia…nell’edizione 2014 saranno presente tutte e sei le nazioni alla PNC)
      – Pacific Rugby Cup: copio e incollo quanto ho scritto nel commento di ieri…
      “nacque nel 2006 e si giocò fino al 2010 tra sei selezioni isolane (2 per ognuna delle isolane), dal 2011 ha cambiato formula e vede confrontarsi le nazionali A delle isolane (dalla passata edizione anche il Giappone A) con i team A (development) delle franchigie di Super Rugby neozelandesi e tre team A di quelle australiane (Brumbies, Waratahs e Reds)…la formula prevede che le squadre isolane e la giapponese vadano a far visita ai team A delle suddette franchigie, di conseguenza le squadre australiane e neozelandesi non si incontrano tra di loro, è un torneo abbastanza complicato”
      Visto che hai riportato la notizia ufficiale allora è come prevedevo…attenzione! Le tre isolane + il Giappone non prenderanno parte con la nazionale maggiore (che invece fanno la PNC), ma con la nazionale A (Fiji Warriors, Samoa A, Tonga A e Giappone A)…lo stesso vale per le squadre australiane che parteciperanno con i team A delle franchigie di Super Rugby (seconde squadre di Brumbies, Waratahs, Reds, Rebels e Western Force)…con l’inserimento del Pampas XV e l’allargamento da 3 a 5 formazioni australiane dal 2014 non parteciperanno più i team A (development) delle franchigie neozelandesi…nella nuova formula però non credo che tutte le squadre si affronteranno tra loro…

      • daom 13 Dicembre 2013, 18:02

        wow
        grazie, ho capito tutto …. forse ….
        credo di aver capito che questo torneo con i pampas giocheranno le nazionali A dei paesi e le franchigie “vere” australiane.
        e … sai cosa significa la RIM in Pacific RIM Cup, è lo sponsor? è un acronimo di qualcosa?

        Noto con piacere che la tua conoscenza del emisfero sud non si limita al circondario del CASI :-)))

Lascia un commento

item-thumbnail

All Blacks: un lungo e importante rinnovo in terza linea

Blindato un big con un accordo che si estenderà sino al 2025

30 Novembre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

Mano pesante di World Rugby contro Rassie Erasmus

Il Director of Rugby degli Sprinhboks sanzionato dopo i fatti seguenti al primo test match contro i Lions

18 Novembre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

Super Rugby Pacific: pubblicato il calendario completo dell’edizione 2022

Si parte il 18 febbraio: 12 squadre al via compresi i Moana Pasifika e i Fijan Drua per il solito appuntamento con lo spettacolo dell'emisfero sud

16 Novembre 2021 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

La storia di Carl Hayman: il pilone degli All Blacks che soffre di disturbi psichici legati alle concussion

L'incredibile racconto del prima linea, che dopo il ritiro dall'attività agonistica parla apertamente di quello che sta vivendo

3 Novembre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

“Il Giappone dovrebbe far parte del Rugby Championship”

Il terza linea Ben Gunter non ha dubbi sul livello raggiunto dalla squadra orientale, ormai pronta per sfidare le grandi dell'Emisfero Sud

26 Ottobre 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il ritorno in campo di Ma’a Nonu (e Hosea Gear) in un contesto unico tutto neozelandese

La leggenda degli All Blacks ha giocato in un match di Heartland Championship, divertendosi come un bambino il giorno di Natale...

19 Ottobre 2021 Emisfero Sud