Prato in 14 fa quasi il miracolo: lo Stade Francais vince 16-17

Quasi impresa dei toscani con un uomo in meno per un’ora. Francesi davvero brutti ma riescono a beffare i padroni di casa

COMMENTI DEI LETTORI
  1. ginomonza 19 Ottobre 2013, 15:56
  2. LiukMarc 19 Ottobre 2013, 15:57

    Che sfortuna ragazzi… Ora le italiane perdono anche quando giocano bene. Grande Prato comunque

  3. ddanyll 19 Ottobre 2013, 16:00

    Che peccato! Sulla carta era il match più difficile di oggi e quasi quasi lo portavano a casa…

  4. Pesso 19 Ottobre 2013, 16:02

    Prato e Mogliano oggi hanno tenuto alta la testa e non hanno sfigurato con squadre di un altro livello (soprattutto Prato). Speriamo non sia una giornata isolata e continuare così per dare un senso alla partecipazione in Challenge

  5. xnebiax 19 Ottobre 2013, 16:02

    Secondo il twitter dei Cavalieri, arbitraggio molto penalizzante per il Prato.

    • Paolo 19 Ottobre 2013, 16:09

      Ciao. Me lo scrivono anche da Prato alcuni spettatori.

    • Pesso 19 Ottobre 2013, 16:10

      Io penso che spesso in Italia ci lamentiamo troppo dell’arbitraggio, ma penso anche che se lo Stade avesse perso con il Prato….apriti Cielo! Quindi potrebbero essere lamentele giustificate per una volta…

    • Appassionato_ma_ignorante 20 Ottobre 2013, 09:34

      Non sono tifoso del Prato ma sono contento perché:
      1) sono state smentite le cassandre che si stracciavano le vesti quest’estate quando mezza squadra ha sbaraccato a Rovigo e hanno vomitato veleno sulla società toscana con storie di soldi e varie,
      2) in fondo si tratta di un risultato di prestigio per il rugby italiano.
      Non ho visto l’arbitraggio ma – fatte le dovute differenze – diciamo che il “cambio di cultura arbitrale” deve ancora compiersi: anche l’arbitraggio della partita di TV e delle Zebre mi è sembrato un po’ a senso unico (nel senso che nei casi dubbi si è preferito premiare il blasone) (diciamocelo: è un vizio che affligge anche i giudici di gara pallonari e spesso ha favorito i colori nostrani).

  6. Katmandu 19 Ottobre 2013, 16:30

    peccato veramente ma regalare negli ultimi 10 minuti due uomini in più è veramente tanto

  7. red devil 19 Ottobre 2013, 16:34

    le considerazioni che faccio alle luce anche della partita di ieri con Treviso sono che secondo me l’Italia ha tutte le possibilità di crescere anche facendo solo un campionato nazionale visto che la Celtic è stata importante ma spero si converrà con me che il rapporto costi/benefici è totalmente sproporzionato..poi per quanto riguarda l’arbitraggio ieri davanti la tv ho notato che il peso internazionale esiste anche nel rugby ed è rarissimo che l’Italia abbia avuto scelte favorevoli dell’arbitro.Io spero che la finiamo con questo buonismo che nel nostro sport la critica all’arbitro è impossibile e tutto deve essere accettato con serenità io penso che al leicester nelle stesse identiche situazioni 3 gialli non li avrebbero mai dati

    • Hrothepert 19 Ottobre 2013, 17:52

      @Red Devil, pur nel pieno e sacro rispetto della tua opinione consentimi di dire” “Ma per..favore!! Ma cosa vuoi crescere con un campionato nazionale di..dilettanti che Calvisano le ha buscate di brutto anche dai..Lupi di Bucarest?!? Che senza la CL, dove far cimentare i giocatori migliori ad alto livello, e con gli oriundi argentini che non scelgono più di giocare per l’ Italia nel giro di pochi anni ti ritrovi che sei costretto a rischierare il XV del Presidente come una volta!!”.

    • Machete 19 Ottobre 2013, 18:05

      red devil …non puoi guardare solo una singola partita seppur giocata bene e con vigore (che cmq si è conclusa con una sconfitta)….ma l’andamento generale….che si traduce in imbarcate prese più o meno contro tutti…..

    • Katmandu 19 Ottobre 2013, 18:52

      @red devil quoto hro, la CL è oggettivamente un altra cosa, se si parla di costi potrei pure essere daccordo con te ma allora scordiamoci la nazionale al 6 N perchè anche quella costa un botto
      Son convinto che una nazionale pro debba poggiare su di un campionato competitivo in cui le squadre la differenza la facciano gli ultimi 20 minuti (se prendi i risultati di oggi tutti) gli ultimi 20 minuti abbiamo imbarcato paurosamente prato ha avuto 2 gialli mogliano si é fatta rimontare etc etc
      Vuoi fare un campionato competitivo? Bene! Come fai? La ricetta la stanno ricercando in molti! Argentini in testa…

      • malpensante 20 Ottobre 2013, 00:21

        La nazionale al 6N rende un sacco di soldi, non scherziamo.

  8. Sergio Martin 19 Ottobre 2013, 16:49

    Complimenti al Prato.

  9. luca doc 19 Ottobre 2013, 16:52

    Torno adesso dallo stadio, queste le mie impressioni:
    primo tempo equilibrato nonostante il rosso diretto a Bernini al 20°per una testata; due calci piuttosto facili sbagliati dal nostro piazzatore che ci potevano far chiudere il primo tempo 9 a 0.
    Lo Stade non calcia mai e le tenta tutte per la meta, ma una strepitosa difesa dei cavalieri non consente nemmeno un punto.
    Secondo tempo si apre con un piazzato per noi e di seguito con una gran meta di Souare, poi da segnalare un incredibile drop da oltre la nostra meta’ campo di Maistorovic. Poi solo Stade, con una meta tecnica che consente ai francesi di accorciare le distanze, e al 78° meta finale dopo la spinta della mischia ( da segnalare che in quel momento i cavalieri erano in 12 contro 15 a causa di altri due cartellini gialli “regalati” dal nostro amico irlandese) che consente ai francesi il sorpasso di un solo punto. Che peccato….mai come adesso le parole piu’ giuste sono” IMPRESA sfiorata”

    • xnebiax 19 Ottobre 2013, 18:44

      Ma c’erano davvero tutti questi cartellini?

      • luca doc 19 Ottobre 2013, 21:23

        Il rosso a Bernini per “testata” (vista dal guardalinee) da regolamento ci sta, anche se forse un po’ eccessivo, dei gialli sono molto in dubbio soprattutto quello finale a Tempestini.

  10. danmen71 19 Ottobre 2013, 17:18

    prestazione da lacrime agli occhi..da ex calciofilo che solo da un paio di anni si e’ammalato di rugby non mi sento di dare un commento sull’arbitro,per me la più’bella partita da quando seguo i cavalieri,di un’intensita’ da infarto…peccato…fino a 13 contro 15 sembrava quasi alla pari…bravi davvero

  11. Machete 19 Ottobre 2013, 17:21

    complimenti a Prato…….lo Stade era quasi nella formazione titolare…..sicuramente sono scesi non proprio con il piglio giusto ma bravi i padroni di casa ad approfittarne…..
    sarebbe stata una vittoria storica….peccato!!

    • Cannonball 19 Ottobre 2013, 21:33

      Beh, squadra titolare mi sembra eccessivo, solo in mediana erano fuori Dupuy, Fillol, Plisson, Steyn. Quindi si giocava con terzo scelta a mediano e terza scelta all’apertura. Questo non toglie i meriti di Prato e i demeriti dello Stade.

  12. gian 19 Ottobre 2013, 18:20

    complimentoni a prato, peccato

  13. mmischia69 19 Ottobre 2013, 19:21

    francesi molto ma molto nervosi, specialmente nella seconda frazione di gioco, quando la partita sembrava sfumare. per quanto riguarda i cartellini, senza dubbio esagerato quello su Bernini, gli altri sono stati dati per falli ripetuti, e ci stavano tutti, qualche dubbio sull’ultimo dato a Tempestini, anche se l’intervento a schiaffeggiare direttamente sul pallone su una palla raccolta dal mediano su una ruck, poteva essere gestito con un richiamo, senza dubbio ci sono state diverse occasioni in cui anche i francesi avrebbero meritato un cartellino. i tre calci sbagliati dai cavalieri nel primo tempo, non impossibili, hanno pesato come un macigno sul risultato finale, nel complesso però davvero grande prova in difesa da parte di tutta la squadra

  14. NicolaS 19 Ottobre 2013, 19:26

    Ciao a tutti! Da tifoso dei cavalieri e del rugby in Italia colgo l’occasione per riflettere.
    Ho visto la partita e non voglio dilungarmi sulla formazione francese( alcuni titolari nazionali più altri di belle speranze), o sull’arbitraggio con alcune situazioni quantomeno dubbie. I giocatori dei cavalieri hanno fatto vedere che possono competere con un livello alto, così come è stato fatto da Calvisano settimana scorsa e altre partite durante questi anni. Sono state poche le partite in cui squadre italiane se la sono giocata alla pari, ma uscire dalla coppa può solo peggiorare la situazione. I momenti di crescita dovrebbero aumentare e non diminuire. Se si esce dalla coppa si torna indietro. In Italia ci sono tanti bravi giocatori e mancano solo i mezzi per farli maturare; se paragoniamo il budget dello Stade Français per esempio dovrebbe esserci una differenza enorme anche se loro giocassero con solo riserve, (dato che un campionato non si vince in 15), per non parlare della parità numerica. Quest’anno i cavalieri sono ridimensionati eppure… Questo significa che anche a Mogliano, Calvisano, Viadana, la corazzata Rovigo ci sono sicuramente tanti buoni talenti. Sarebbe buono anche confrontarsi con un livello di ProD2 ma non affidarsi solo a Treviso per la crescita internazionale.
    Deve essere presa una decisione: o si riforma il campionato italiano con Treviso, spendendo e portando luce e sponsor, permettendo l’acquisto di tecnici e stranieri forti o bisogna che più squadre si confrontino più volte l’anno in una “coppa”.
    Grazie a tutti i cavalieri che oggi sono stati epici e ai tifosi francesi nostri ospiti. Buon rugby!

    • mezeena10 20 Ottobre 2013, 09:07

      mancano i schei..

      • Appassionato_ma_ignorante 20 Ottobre 2013, 09:44

        Se la vogliamo guardare da un punto di vista puramente commerciale, quando metti in piedi un’impresa o lanci un prodotto (in questo caso, “partite di rugby”) parti sempre da sotto zero, per molto o poco che sia. Il succo della buona impresa è: 1) avere un prodotto valido, 2) saperlo promuovere (creare la cosiddetta domanda) e 3) venderlo e riscuotere. Non puoi partire con il concetto che “devi avere” prima di poter fare. Anche perché l'”avere” (quello serio) ce l’hai solo dopo il “fare”. Pertanto o non si fa niente, aspettando qualche sviluppo o miracolo, oppure si scommette programmando bene e nei dettagli, facendo un investimento serio e un programma/spettacolo vendibile da pubblicizzare, fare conoscere, amare e seguire, sapendo che i ritorni difficilmente arriveranno entro l’anno, ma ci saranno se si lavora bene. Si tratta di una scommessa coraggiosa e pluriennale che dovrebbero fare più attori.

        • mezeena10 20 Ottobre 2013, 11:36

          beh è dal 2000 che sentiamo ripetere in loop tutte ste belle storie..
          chiacchiere a iosa, ma fatti zero..
          tutti sanno cosa occorre e come intervenire, è diventato un triste mantra ormai..

  15. eclipse 19 Ottobre 2013, 19:52

    Complimenti al Prato!
    Sapete se la partita la fanno vedere da qualche parte?

  16. Sayo 19 Ottobre 2013, 20:09

    Bella bella partita, e bellissima prova dei tuttineri se non fosse per la disciplina veramente carente specialmente nel finale. A mio avviso l’arbitriaggio è stato buono, certo non perfetto, ma si sono viste cose ben peggiori. Resta però indiscutibile il fatto che se fai crollare tre maul sulla linea di meta il minimo che ti devi aspettare è un giallo. stesso discorso se entri di lato in rack dopo 20 secondi dall’ultimo richiamo dell’arbitro. Quindi è inutile nascondersi dietro alibi calcistiche, la verità è che con un po’ di disciplina la partita serebbe stata vinta. Vorrei piuttosto spendere due parole per alcuni “signori” presenti in tribuna che evidententemente si erano dimenticati che stavano assistendo ad un incontro di rugby e non a chi urla l’insulto più fantasioso. Si è sentito veramente di tutto verso i giocatori francesi e verso l’arbitro (colpevoli di cosa? di non averci fatto vincere?), per non parlare di alcuni che a fine partita hanno pensato bene di sporgersi dalla tribuna alzando il medio dritto in faccia ai francesi. Insomma tutto bello se non fosse stato per questa nota stonata.

    • StefanoSantaLucia 20 Ottobre 2013, 00:45

      tutto vero, tutto giusto ma tra le “escandescenze” citiamo anche i risolini ironici rivolti verso gli spalti dall’entourage francese (Quesada in primis) ed i gesti da gran signore del pilone che rivolto alla tribuna invitava a pratiche di lewinskyana memoria.

  17. Hullalla 19 Ottobre 2013, 23:53

    Vedo che ha giocato anche Andrea Cocagi, ex-L’Aquila…

    • edopardo 20 Ottobre 2013, 00:31

      Già un bel prospetto che ci è scappato il giocatore voleva far parte dell’equipe italiana ma alla fir hanno chiuso occhi e orecchie e hanno preso Ratvalu che oltre che non azzurrabile non è neanche un granchè….Vabbè pazienza..

      • Katmandu 20 Ottobre 2013, 11:52

        non ho visto mia giocare cocagi, ma se l’alternativa era il centro ex sarries, per come sta giocando in questo periodo era meglio blindare l’ex Laquila… da segnalare solo nella meta di Berriman contro Tolosa, un po pochetto per quello che ci si aspetta da lui

  18. San Isidro 20 Ottobre 2013, 04:32

    Ohh, guarda quanti commentatori di Prato!
    Scrivete più spesso su questo forum!
    Complimenti al Prato! Comunque anche la stagione passata le due sconfitte con lo Stade Francais sono state dignitose e non asfaltate (37-23 a Prato e 29-6 a Parigi)…
    Scusate ma sarà profezia, desitino, cabala, ma:
    – stagione passata: a Prato, seconda di CC, i London Welsh passano di un punto, 32-31
    – oggi: a Prato, seconda di CC, lo Stade Francais passa di un punto, 17-16…

  19. jazztrain 20 Ottobre 2013, 06:16

    Cavalieri di nome e di fatto! Complimenti

  20. jazztrain 20 Ottobre 2013, 06:17

    Chi ha detto che l’Eccellenza è un campionato facile?

    • mezeena10 20 Ottobre 2013, 09:12

      facile è guardare la tv..
      si puo discutere sul livello paragonato ad altri campionati, ma il rugby in qualsiasi categoria si giochi è sempre degno del massimo rispetto!

    • Katmandu 20 Ottobre 2013, 09:40

      Ma nemmeno la serie c veneta è facile tutto stà a cosa la si paragona

  21. Cannonball 20 Ottobre 2013, 12:38

    Cavalieri splendidi, Stade pecca di sufficienza. A Prato adesso ci sono molti ingegneri gestionali con specializzazione in rugby, ergo tutti sanno tutto, ma fortunatamente non è così. Andrebbero circoscritti, specialmente certi personaggi che allo stadio starebbero bene in zona panino con salsiccia e stop.
    Arbitro fiscale, ma equo. Il cartellino rosso è rosso. Intervento in ruck con testata volontaria come lo vogliamo chiamare? A parti invertite cosa avremmo dovuto invocare?Il citing della ERC? Due cartellini sono stati sventolati con estrema puntualità anche allo Stade. Solo i Cavalieri sono stati più indisciplinati e hanno perso, immeritatamente certo. Che lo Stade abbia giocato con spocchia, a tratti irritante, è vero. Che avessero il top XV come molti dicono, è falso. Un mediano di mischia della squadra Espoirs, e lo stesso Cocagi di cui si parla, sono giovani di belle speranze e non prime scelte da Top 14. Vediamo le statistiche del match e poi parliamo. Tre occasioni concrete per marcare dello Stade, due mete. (Quella tecnica è sacrosanta). Un penalty calciato, 3 punti. I Cavalieri hanno fatto il massimo, hanno sbagliato due c.p. e troppi calci di liberazione nel momento più delicato della partita, regalando poi il possesso decisivo per l’ultima meta. Onore agli uomini di Pratichetti che hanno dimostrato cosa significa andare oltre il proprio limite. Cercare complotti arbitrali è ridicolo e come al solito è un atteggiamento di chi popola i campi da rugby da troppo poco tempo.

    • Hrothepert 20 Ottobre 2013, 15:16

      @Cannonball, purtroppo di personaggi come dici te non ce ne sono solamente negli stadi ma purtroppo tanti anche dietro alle..tastiere!!

    • mezeena10 21 Ottobre 2013, 06:08

      straquotone cannonball! analisi lucida ed imparziale, ti fa onore!

      • Cannonball 21 Ottobre 2013, 15:15

        Grazie Mezeena 10. Sono tifoso di Prato, è bene ricordarlo. Però credo di più nel principio di causa-effetto che all’influenza dell’arbitro. Se perdo, prima di tutto vado a vedere cosa non ha funzionato nella mia squadra. Cavalieri quasi perfetti. Il quasi fa la differenza, come sempre la fanno i dettagli nell’alto livello.
        Toby Browne ha sbagliato 3 c.p. ergo non sono stati concretizzati 9 punti al piede. A 4 minuti dalla fine sono stati regalati un paio di possessi vitali per poter vincere la partita. Ecco alcune delle ragioni di questa sconfitta bruciante.

        • mezeena10 21 Ottobre 2013, 16:23

          proprio perche sei un supporter del prato ti fa veramente onore questa lucida analisi!
          hai fatto benissimo a ricordarlo!
          vedrai che vi rifarete alla prossima ,in bocca al lupo! 😉

  22. robertobetti57 20 Ottobre 2013, 13:17

    Ho visto la partita, e devo dire che di complotti arbitrali non si può certo parlare, ma purtroppo fa parte della passione, e anche della nostra cultura, trovare delle motivazioni ad una sconfitta che brucia moltissimo. Il rugby insegna che le decisioni dell’arbitro non si discutono,ma lasciamo da parte l’idea ipocrita di non poterle nemmeno criticare!!!
    Poi i gesti inqualificabili verso il pubblico da parte dei giocatori francesi sono la dimostrazione che anche all’estero l’educazione sportiva lascia a desiderare.
    Nel calcio si dice che i protagonisti devono dare l’esempio. Perchè ciò non dovrebbe valere per altre discipline?

  23. MegaDiegh 20 Ottobre 2013, 13:39

    Penso di essere tra i pochissimi ad aver visto tutte e 3 le partite tra Cavalieri e Stade Français tra l’ anno scorso e questo (c’ ero anche a Le Mans con temperatura di -2°, mi fa ancora freddo a pensarci) e sono state sempre belle partite combattute, ieri sembrava di vivere un sogno con i massimi picchi massimi emozionali per la splendida meta di Souare e l’ incredibile e inaspettato drop di Majstorovic, arbitraggio a parte in cui non mi addentro, ieri si respirava aria di impresa fino al capitombolo sul finale, da tifoso della Fiorentina che oggi gioca contro la Juventus ho grossi dubbi sul fatto che proverò la stessa forte scarica emozionale vissuta ieri (e per come è vissuta qua a Firenze questa partita vuol dire tanto quel che dico)
    Match Indimenticabile

  24. ramones 20 Ottobre 2013, 14:47

    Stupenda partita, emozionante a Prato…peccato per il finale ancora una volta poco favorevole ai Cavalieri!
    Unica considerazione, da profano, un pugno volontario a palla lontana sanzionato con il giallo non avrebbe dovuto fare il pari con la testata di Bernini giudicata da rosso? due pesi e due misure?
    Meta tecnica sacrosanta…siamo sicuri che non sia uscita la palla e il n.8 l’abbia ricacciata dentro col piede?
    Comunque va bene così…ci ricorderemo la splendida meta, il drop da cineteca di Majstorovic e aver visto i francesini moooolto nervosi!

  25. luca doc 20 Ottobre 2013, 14:56

    Ieri allo stadio abbiamo vissuto emozioni indescrivibili, tra tifosi ci guardavamo stupiti, non sembrava reale essere in vantaggio meritatamente con un uomo in meno da meta’ primo tempo. Un insieme gioa, incredulità, stupore, che esplode con un inimmaginabile drop di Denis dalla meta’ campo, poi la doccia fredda con la meta finale dello Stade che chiude la partita, e tifosi francesi e giocatori che esultano come se avessero vinto la Amlin. Per noi tanta amarezza ma con la consapevolezza di aver vissuto una giornata indimenticabile, questo e’ lo sport…questo e’ RUGBY !!!

  26. Gambacciani 21 Ottobre 2013, 11:31

    partita che ricorderò a lungo…immensi i ragazzi che hanno placcato anche i moscerini! tutti ci davano spacciati,pronti per essere rullati ed asfaltati,invece abbiamo chiuso il primo tempo sul 3 a 0,sbagliando due calci. i dettagli alla fine hanno giocato a favore dei francesi,scesi in campo con l’atteggiamento da gita scolastica. i cartellini per noi ci stavano tutti, dico solo che l’arbitro non ha usato lo stesso metro di giudizio per entrambe le squadre: se giri una punizione perchè il segnalinee ti segnala uno stamping-champagne del 5 francese ,devi tirare fuori il giallo. in ogni modo rimane un’ottima prestazione dei ragazzi, in particolare la prima linea. una menzione, anzi una minzione particolare al numero 1 e 16 francese che a fine partita non hanno trovato di meglio da fare che passare sotto le tribune a prenderci per il bavero ed invitandoci a succhiare parti basse a forma di baguette. comunque tanti segnali positivi per il proseguio del campionato.

  27. barbin cursari 21 Ottobre 2013, 12:46

    bravo prato! alla faccia di chi voleva estrometterlo dalle coppe per fare bella figura al board!!!

  28. roviega 21 Ottobre 2013, 21:31

    partita giocata col cuore,l’arbitraggio…figuriamoci se potevano perdere,ma polemiche a parte : grandi ragazzi!!!

Lascia un commento

item-thumbnail

Coppe europee: rimandate anche semifinali e finali

Sarebbero andate in scena il primo ed il quarto weekend di maggio

24 Marzo 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: il tabellone dei quarti di finale

Le sfide ad eliminazione diretta della coppa cadetta

19 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Cardiff è troppo forte. Calvisano al tappeto 62-3

I bresciani chiudono con una netta sconfitta in Galles un cammino europeo dignitoso, soprattutto tra le mura amiche

19 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Bristol raggiunge le Zebre in extremis. A Parma finisce 7-7

Nonostante l'inferiorità numerica, gli emiliani resistono in vantaggio sino all'ultimo secondo, pagando dazio sull'ultima azione

18 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Calvisano all’Arms Park per chiudere a testa alta in Europa

i bresciani ospiti oggi pomeriggio dei Cardiff Blues che sono alla ricerca di punti per il passaggio ai quarti

18 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Zebre, ultimo assalto ai Bristol Bears

Ducali alla ricerca della terza affermazione europea, tanti Azzurri in campo per mettersi in mostra in chiave nazionale

18 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup