Dopo All Blacks-Sudafrica: Romain Poite riconosce il suo errore

Un comunicato ufficiale dell’IRB tenta di placare le polemiche sui media dopo la partita di Auckland

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Katmandu 15 Settembre 2013, 18:10

    …. Almeno si è scusato ma non penso lo stesso che andarà in vacanza a pretoria

  2. mezeena10 15 Settembre 2013, 18:11

    un errore..niente piu (tra l’ altro si era gia assunto la responsabilita della propria decisione, a torto o a ragione, in campo, a differenza dei troppi che si nascondono dietro il tmo ormai sempre piu)..
    chi ci vede altro non fa che dietrologia pura, sempre imho!
    per non parlare di complotti per favorire carriere arbitrali (sicuramente poite non è mai stato guardato di buon occhio in NZ, figuriamoci dopo la partita di ieri! soprattutto perche ha lasciato il dubbio in alcuni che potesse finire diversamente, insomma non tutto merito degli ABs)..
    pero cerchiamo di rasserenare un po l’ ambiente e non gettare benzina sul fuoco!
    tanto a rodersi il fegato non si risolve nulla!

    • lupo 15 Settembre 2013, 18:23

      come dico sotto, imho questo comunicato è irrituale e controproducente da questo punto di vista. concordo in pieno sul voltare pagina e ignorare i “complottismi” dannosi e inutili

      • mezeena10 15 Settembre 2013, 19:05

        ma lupo io come stefo lo trovo un passo avanti per un sereno dialogo, parlarne e discuterne non puo che migliorare il sistema in generale..ha sbagliato ed ammettere l’ errore è doveroso, prima o poi sarà la norma!
        pensa dovesse succedere mai una cosa del genere in italia per il calcio! interrogazioni parlamentari per far rifare la partita minimo!!!

    • Rabbidaniel 15 Settembre 2013, 18:55

      Non sono un complottista e non lo sono nemmeno in questo caso. L’errore ci sta, ma, avendo chiamato in causa il TMO, poteva chiedergli un parere anche sull’azione.

  3. lupo 15 Settembre 2013, 18:20

    un bel tacer non fu mai scritto.
    le scuse 24 ore dopo per interposta persona sanno tanto di “commissariamento”…pessima scelta imho. ormai la frittata era fatta , la lasciavi mangiare da chi doveva sbollire per un paio di giorni (magari evitando di riassegnare poite al saf per qualche partita) e finiva li; adesso hai buttato altra carne sul fuoco e ….chi vivrà vedrà. certo che tra maxi schermi con decine di replay (e che in seguito in un altro episodio hai giustamente usato dicendo al tmo: ah, ok, ho già visto il replay e sono in grado di decidere), tmo al quale chiedi lumi sulla “rissa” ma non sul fatto, affermare che “dopo aver rivisto il match ha pienamente riconosciuto lo sbaglio” ….mah

    • Stefo 15 Settembre 2013, 18:29

      lupo un arbitro deve decidere in una frazione di secondo molto spesso, Poite ha sbagliato ma li’ sul campo aveva valutato il tackle di DP falloso e meritevole di giallo ed e’ andato dal TMO per decidere se c’erano altre decisioni da dover prendere.
      Onestamente concordo con mez su una cosa che ho notato in queste prime giornate di T14 e Pro12 ma anche RC: con le nuove direttive sui TMO e’ sempre piu’ difficile vedere un arbitro che si prende una cacchio di responsabilita’ di fare una chiamata, come ho scritto sull’atro pezzo ho visto chiedere lumi su certe mete doce se un arbitro da solo a 2 metri dall’azione non e’ in grado di prendersi la responsabilita’ sul grounding e’ meglio che lasci perdere la carriera arbitrale.
      Penso che abbiamo bisogno di arbitri che siano abbastanza intelligenti ed abbiano abbastanza personalita’ per decidere da soli ed andare dal TMO solo nei casi in cui non siano stati ingrado per qualche motivo di vedere l’azione ed essere sicuri della loro chiamata.
      Poite ha sbagliato e la IRB ammette l’errore dell’arbitro in una situazione diventanta incandescente, io onestamente lo trovo positivo.

      • lupo 15 Settembre 2013, 18:47

        il tuo discorso in generale non fa una piega e lo condivido in pieno (anch’io ho trovato tristi le scene di arbitri a 1 mt dall’azione che chiedono lumi al tmo), ma mi pare di aver capito che da ora è non solo consentito ma addirittura consigliato agli arbitri l’utilizzo dei maxischermi proprio per decidere in proprio coivolgendo meno i tmo (forse ho capito male io) e il giallo in questione l’ha estratto dopo decine di replay (proprio perchè aspettava eventuali dritte dal tmo sulla bagarre successiva)passati sugli schermi, insomma, sono daccordissimo sulla necessità di arbitri “decisionisti”, ma se l’aiuto c’è, usalo. non incapponirti sul fatto che hai già visto in diretta

        • Stefo 15 Settembre 2013, 18:52

          lupo lui sul giallo aveva gia’ deciso al momento del placcaggio,Poite non ha chiesto mandami i replay che voglio giudicare io ha chiesto al TMO di giudicare la rissa questa e’ una differenza importante.
          La sua decisoone -sbagliata- l’aveva presa ed e’ rimasto su quello aspettando il TMO per gli sviluppi della zuffa.

    • malpensante 15 Settembre 2013, 18:31

      Concordo. Niente complotti di sicuro, ma altrettanto di sicuro non è un arbitro da NZ-SA e tirassero loro le conclusioni senza chiacchiere inutili. Quelle, ci pensiamo noi e alla grande:-)

      • Stefo 15 Settembre 2013, 18:49

        Non sono un grande fan di Poite lo ammetto ma non vorrei adsso inizasse una crocifissione pubblica…ha sbagliato, non si discute ma bisogna anche convivere con gli errori arbitrali piu’ serenamente perche’ se no veramente nessun arbitro prendere piu’ una decisione sul campo da solo e ci si trovera’ ad andare dal TMO su ogni cosa se gli arbitri sanno che ogni errore veraa’ sviscerato e verranno puniti pesantemente.
        Serve creare un clima dove si analizzano le cose e si evidenziano gli errori in maniera “positiva” o cstruttiva come si usava dire una volta, invece si va verso un clima di caccia alle streghe esagerato che alla fine mette solo ulteriormente in difficolta’ e sotto pressione gli arbitri.

        • malpensante 15 Settembre 2013, 21:07

          Non tutti i giocatori possono ambire alla nazionale, non tutti gli arbitri hanno le qualità per arbitrare partite come quelle, soprattutto se c’è in palio qualcosa. La crocefissione comincia quando chi designa non fa quello che un qualsiasi allenatore o direttore sportivo decide a fine stagione. Poite non è un arbitro mediocre, anzi, è un internazionale esperto e affermato. Ma ha dei limiti noti, e questa volta li ha fatti vedere tutti e di più. A parte il giallo, di gioco chiuso ha capito nulla e il fischio a Pienaar sul calcio con finta dimostra che era nel pallone, appunto.

          • mezeena10 16 Settembre 2013, 08:15

            concordo..ha subito la pressione in maniera esagerata..rivedendo la partita si nota il suo nervosismo, la testa che gli ruota da una parte all’ altra, l’ inglese che gli si inceppa spesso e volentieri..
            non so se qualcuno lo ricorda, ma lo scrissi nei giorni delle designazioni per il RC che poite sarebbe stato totalmente inadeguato per una disfida del genere..

  4. gsp 15 Settembre 2013, 18:42

    Stima per Poite. Più che altro fa pensare a tutte le altre volte che non è stato fatto. Si è visto anche di peggio in giro.

  5. kinky 15 Settembre 2013, 19:34

    Nessun problema, il Sud Africa vincerà l torneo, oggi ne sono ancora più convinto!!

  6. punakiki 15 Settembre 2013, 20:52

    io invece non vedo l’ora di prendermi la “rivincita” in Sud Africa tra 3 settimane. Vincere a casa sua per mettere una pietra sopra a tutte queste chiacchere da bar di periferia.

    • mezeena10 17 Settembre 2013, 14:45

      voglio vedere che avranno da dire su nigel owens..e spero di suonargliele per bene anche li, come l’ anno scorso e come l’ anno prima!!! 😉

  7. burger 15 Settembre 2013, 23:22

    Per me era giusto il giallo, se Carter si abbassa di 3 cm gli spacca l’osso del collo. Placcaggio violento neanche tanto chiuso, attenti ragazzi se succede qualcosa di brutto cambia tutto, anticipiamo portando ilplaccaggio sotto le spalle, a mio avviso sarebbe piu’ tutelante.
    Domanda, ma in SUdafrica e’ cosi’ difficile trovare un pil dx???

    • acro 16 Settembre 2013, 01:59

      Un conto è voler cambiare le regole per renderle più tutelanti… e se ne può discutere…
      Però le regole oggi sono queste… e quindi…
      Se “lo dicono in tanti” tra cui molti obiettivi commentatori neozelandesi (tra cui Justin Marshall in diretta ancora prima di vedere il replay…) può non essere esaustivo, ma l’ha detto l’IRB, l’ha detto Poite, l’ha detto lo stesso Carter (“Nothing wrong with the tackle. Fell awkwardly and popped my AC joint”), l’ha detto addirittura Mezeena… il placcaggio – con queste regole – era regolare… quindi NO, il giallo non era giusto…

      • mezeena10 16 Settembre 2013, 07:51

        addirittura??? mica son cieco!!! e gioco a rugby e di quei placcaggi ne ho presi e ne ho fatti..zero problemi col tackle! certo sono supporter degli ABs, ma penso di esser abbastanza obiettivo nei giudizi, non son certo io che parte prevenuto ad ogni pie sospinto..
        basta leggerli i commenti per rendersene conto..

        • malpensante 16 Settembre 2013, 09:30

          Chissà perché mi ricordo tutti quelli presi e non mi ricordo quelli fatti. Mah 🙂

          • mezeena10 16 Settembre 2013, 10:25

            la cosa che mi da soddisfazione è vedere che appena inizi a caricare per placcare passano via il pallone..ma sai per non saper ne leggere ne scrivere ogni tanto se lo beccano comunque!!! 🙂
            poi normale ricordarsi i subiti, specie fino al martedi..ho una chiappa addormantata da un “lopez” da sabato!

          • malpensante 16 Settembre 2013, 15:12

            Mez, ho notizie sicure e poi lo sai anche tu per esperienza: l’apertura non deva mai andare accanto alla moglie del mediano di mischia, se no quello aspetta il momento giusto e ti dà una palla come il perfido Aaron al povero Dan. Come sventolare una fiorentina a un rottweiler in dieta.

          • mezeena10 16 Settembre 2013, 18:53

            ahahahahha grande malpensà..ho figurato la scena dei rottwailer, che cinema!
            quando stavo a perugia in una torre medievale, di guardia ne avevo 3 addestrati, bellissimi! ti dico solo che il maschio si chiamava rambo! una bestia!!! nonostante li conoscessi da piccolo quando si impennava e si appoggiava al mio petto mi faceva comunque un po di impressione! cani meravigliosi!!!

          • mezeena10 16 Settembre 2013, 19:34

            li conoscessi da piccoli..non ero piccolo io eh 🙂

  8. malpensante 15 Settembre 2013, 23:41

    O è chiuso o non è chiuso, tertium non datur. Quello, era chiuso.

  9. mezeena10 16 Settembre 2013, 09:08

    l’ arbitro in saf sarà nigel owens..una garanzia!

Lascia un commento

item-thumbnail

Rugby Championship 2020: Argentina, la marcia d’avvicinamento

Lo staff tecnico dei Pumas ha fatto il punto della situazione dal ritiro di Buenos Aires

18 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Sudafrica: infortuni gravi per un paio di stelle Springboks

Nel post sosta forzata, anche RG Snyman aveva già riportato un problema piuttosto serio al ginocchio

14 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Gli All Blacks a corto di giocatori nel Rugby Championship?

Diversi elementi chiave dei tutti neri non sembrano internazionati ad allontanarsi per dieci settimane dalle proprie famiglie

14 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Australia: 16 esordienti fra i primi convocati di Dave Rennie

Tredici giocatori con meno di 10 caps, tanti giovani: è l'alba di una nuova era per i Wallabies

13 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Argentina: Mario Ledesma e altri quattro giocatori sono positivi

I Pumas coinvolti dovranno seguire i protocolli del caso prima di poter tornare all'attività sul campo

11 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship 2020: il torneo si svolgerà in Australia

Superata l'incertezza organizzativa, le nazionali dell'Emisfero Sud si preparano a giocarsi tutto in sei giornate

11 Settembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship