Aironi, Melegari attacca: un disegno preciso per ostacolarci

L’ex presidente del Viadana ripensa all’avventura Aironi

ph. Tommaso Del Panta

A pochi giorni dall’annuncio della sua uscita di scena come presidente del Rugby Viadana, Silvano Melegari, in un’intervista rilasciata alla Gazzetta di Mantova ripensa ai tanti anni vissuti in prima persona nel mondo del Rugby ma soprattutto torna sull’argomento Aironi. Un progetto fallito, secondo Melegari, per le invidie di tanti che hanno ostacolato la crescita e l’affermazione della franchigia. “C’era un disegno ben preciso per affossarci”, afferma l’ex presidente, che accusa la Fir di non aver concesso un finanziamento di 1,5 milioni di di euro per due anni garantito invece a Treviso. Melegari attacca anche in direzione Zebre, spostate a Parma ma i cui “risultati fallimentari sono sotto gli occhi di tutti”. Inoltre, la nomina di Pier Luigi Bernabò a presidente è “segno evidente che vogliono portare la squadra a Roma, come più volte sostenuto da Gavazzi. Quindi si va incontro a un altro sperpero di soldi, vanificando gli investimenti di Parma”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Zebre: Junior Laloifi si è unito al gruppo

L'estremo samoano classe 1994, ultimo acquisto della nuova stagione, è arrivato a Parma

14 Ottobre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: gli highlights di Scarlets-Zebre

I ducali hanno subito otto mete a Llanelli, senza mai entrare in partita

13 Ottobre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Pro14: Le Zebre imbarcano altra acqua, a Llanelli è 54-10 per gli Scarlets

Altra pesante sconfitta per la franchigia italiana in terra gallese: sono 156 i punti subiti in 3 partite

12 Ottobre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: le Zebre Rugby sono attese dal difficile esame Scarlets

La trasferta al Parc Y Scarlets si presenta oltremodo complicata per il team di Michael Bradley

12 Ottobre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: il XV per affrontare gli Scarlets

Le scelte di Michael Bradley per il match del Parc Y Scarlets

11 Ottobre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: gli highlights di Zebre-Dragons

Le tante mete della partita giocata a Parma, dove i ducali hanno pagato l'espulsione di Walker a inizio ripresa

6 Ottobre 2019 Foto e video
  1. Hullalla 1 Agosto 2013, 11:31

    Il problema e’ che hanno fatto scappare uno dei pochi che aveva veramente messo soldi nel rugby…
    Ne abbiamo solo un altro e… speriamo bene…

    • barbin cursari 1 Agosto 2013, 12:55

      ok ma non dimentichiamo anche le colpe del sig. Melegari, perché non mi sembra serio scaricare tutte le responsabilità sulla fir. chi è l’altro che mette i soldi? io ne conto almeno due in italia…

      • Hullalla 1 Agosto 2013, 14:39
        • Hullalla 1 Agosto 2013, 15:19

          Ho dimenticato di citare Zambelli?

          • barbin cursari 1 Agosto 2013, 16:19

            infatti. sino ad oggi ne ha sborsati davvero tanti.

          • Hullalla 2 Agosto 2013, 19:28

            Al livello dei Benetton????

      • Hullalla 1 Agosto 2013, 14:45

        Melegari ha sicuramente sbagliato, ma mettendoci i suoi soldi.
        Altri hanno sbagliato con i soldi altrui…

        • michelangelo 1 Agosto 2013, 15:30

          siete ancora convinti che ci sia ancora qualquno di questa gente che mette i soldi di tasca sua????

        • gsp 1 Agosto 2013, 16:13

          beh pero’ non solo suoi. sono stati pagati tutti?

  2. parega 1 Agosto 2013, 12:06

    esattto !!!!!! straquotone !!!!
    vedrai che un colpo di qua’ e un colpo di la’ rimarranno solo loro cosi’ nessuno potra’ criticarli !!!

  3. giocogio 1 Agosto 2013, 12:34

    quello che dice Melegari è sotto gli occhi di tutti e ho dubbi anche sul futuro di Treviso che guarda caso nell’ultimo anno di Celtic ( prima della non scontata riconferma) si presenta con allenatore dimissionario, un solo nuovo innesto e un precampionato sotto traccia vedi “amichevoli” con RO e PD.

    • gsp 1 Agosto 2013, 12:43

      E’ vero il dispiacere, lo scontento e la delusione e la rabbia che la vicenda aironi ha lasciato in molti, per come e’ stata gestita ed e’ avvenuta.

      ma Melegari e’ parte molto in causa di come sono andate le cose. e se avesse preso questa decisione un anno fa, ci sarebbero ancora gli aironi e la celtic a giocare a viadana, a soddisfare un pubblico caldo e passionale come pochi, salvaguardare gli investimenti di regione, provincia e comune (facciamo finta di dimenticare che prima della CL si diceva che gli investimenti si facevano cmq). ma facciamo finta di non pensarci.

      • zorro 2 Agosto 2013, 01:13

        Quindi il tuo auspicio è che gli imprenditori come Melegari escano dal rugby…

    • crosby 1 Agosto 2013, 15:01

      Non condivido nulla di quello che scrivi, sei fuori strada!
      Punto Primo-Allenatore dimissionario:
      Che Franco Smith voglia tornare in Sudafrica per allenare magari come head coach una franchigia del Super Rugby può starci dopo 7 anni alla Benetton…non credi?!
      Punto secondo-Un solo innesto:
      Ti sembra la Benetton una squadra che ha sfigurato in Celtic lo scorso anno? I giocatori che hanno permesso alla Benetton di arrivare a pochi punti dai play off, sono rimasti o la squadra e’ stata dimezzata dalle partenze? L’unico giocatore importante che è partito e guarda caso e’ stato l’unico ad essere sostituito e’ Burton. Da uno con un curriculum ben superiore!
      Terzo punto-Amichevoli.
      Che siano con Rovigo e Petrarca anziche’ con Wasps, London Irish, Northampton, le amichevoli precampionato c’entra qualcosa col disimpegno della Benetton fra 12 mesi?! Benetton non paga mica un cachet alle squadre che vengono a fare le amichevoli!!!

  4. luis 1 Agosto 2013, 12:48

    Indubbiamente Melegari non è immune da colpe, ma se la FIR avesse dato quei tre milioni di euro per due anni, non ne avrebbe buttati 15/16 con i risultati sotto gli occhi di tutti: investimenti infrastrutturali a Viadana vanificati e invece altri soldi spesi per creare una nuova “cattedrale” a Parma ( campo – tribune- uffici per la fir etc), tutto fatto perchè fuori dalla porta di casa dell’allora presidente federale. Risultati sportivi innominabili e via andare. . . .tanto i soldi della federazione non sono di nessuno !
    Spiace perchè al di la di tutto se ne va una persona che ha investito soldi (tanti) e passione. . . e questi pensano di privatizzare la franchigia. ma con i tempi che ci sono a chi pensano di appiopparla ??????????

    • gsp 1 Agosto 2013, 13:06

      anch’io penso non ci sia nessuno pronto a prenderla ed a mettere 4 mln l’anno. ma meglio cosi’ per me. se la suona e se la canta la FIR e fanno quello che devono senza dover imporre decisioni a nessuno. e non si trovano a dover mettere tanti soldi e poi non poter decidere se fare un biennale a Gower (o Mauro).

  5. Rabbidaniel 1 Agosto 2013, 13:03

    Melegari ha indubbia ragione su alcuni punti, non secondari, come lo sperpero di danaro in un progetto federale il cui futuro, anche se permarrà la partecipazione in Pro12, è tutto da verificare.
    Va anche ricordato che Melegari si era posto come più federalmente schierato rispetto a Treviso. Gli Aironi sono stati scelti al primo giro per la Celtic, mentre Treviso, campione d’Italia e con una solidità economica e tecnica unica in Italia, era stata scartata in favore di progetti alquanto fumosi e di dubbia consistenza.
    Cosa sia successo io non l’ho capito fino in fondo. Dispiace che una persona che ha dato tanto alla palla ovale si allontani, spero solo dalle cariche.

  6. andrease 1 Agosto 2013, 13:34

    solite storie… si buttano via i soldi e la colpa è sempre degli altri (mai di 1 solo, altri…). Meglio cmq dirlo sempre dopo un pò di tempo, quando i contorni diventano più vaghi.
    Melegari quando non ha preso i 3 mln non ha detto nulla, perchè lo dice adesso?
    E che il sogno dei parrucconi a roma sia quello di avere la LORO squadra lì è ormai assodato, sono solo disorganizzati mentalmente su come farlo senza prendersi eventuali rsponsabilità in caso di naufragio…

  7. cheeks 1 Agosto 2013, 13:35

    Quello che è successo è sotto gli occhi di tutti e non c’è nessuno esente da colpe. Per quanto riguarda il suo allontamento dal Rugby ho letto che gli sponsor del suo gruppo sono rimasti e saranno sulla maglia del Viadana anche per quest’anno. Zanichelli che è stato messo al suo posto non ha certo la personalità del predecessore, a me sembra piuttosto che sia stato messo li al loro posto, dei Melegari fratelli intendo, e che a tirare le fila siano comunque sempre loro. E’ sempre stato al loro fianco da tanti anni, sempre con incarichi tecnici e vederlo passare presidente quest’anno mi ha stupito. Sembra quasi che lo abbiano voluto staccare dal campo e dai giocatori.

  8. BRCK 1 Agosto 2013, 13:42

    Tanti saluti al Moratti della pallaovale…

    • rob 1 Agosto 2013, 14:14

      Vergognati per Quello che hai scritto Ignarante del Rugby…. Calciofilo del Cazzo!!

      • scalmanato 1 Agosto 2013, 14:17

        BRCK non è calciofilo, è solo il Woody Allen di Calvisano come lo battezzò l’indimenticato bortolino’s fan su blog di Fumero…

        • ginomonza 1 Agosto 2013, 14:31

          a proposito ma che fine ha fatto bortolino?
          un po’ di nostalgia

        • BRCK 1 Agosto 2013, 14:45

          A dir la verità un po’ calciofilo lo sono, e non me ne vergogno per niente.

          Per quanto mi riguarda, la mia visione di Melegari non cambia: ha vissuto al di sopra delle proprie possibilità (sui risultati conseguiti, mi sono ampiamente espresso ai tempi di rugby1823) e quando ha finito i dindi sono stati cazzi amari per tutti…

          Comunque Bortolino’s fan manca parecchio pure a me…

          • rob 1 Agosto 2013, 15:00

            pensala come vuoi…Per quello che capisci e per le informazione che hai non interessa a nessuno! Il rugby Italiano rimpiangere gente come Melegari! Ha Moratti gli è stata comprato il giochino Inter per farlo star fuori dalle società di Famiglia… I F.lli Melegari invece si sono fatti il culo x l’Arix per il Rugby Viadana e per assorbire tutte quelle imprese in via di Fallimento come Tonkita, Abrax ecc. che avrebbero dovuto lasciare a casa centinaia di dipendenti!!

          • malpensante 1 Agosto 2013, 17:36

            Tranquilli, gli telefono. 🙂

    • zorro 2 Agosto 2013, 01:17

      Non giudico te, non so chi sei, ma solo l’autore della frase scritta sopra e posso dire che ti compatisco

  9. giobart 1 Agosto 2013, 14:05

    Chiedo scusa, ma io un Presidente che da la colpa dei prori fallimenti alla Federazione non lo condivido; un allenatore inadatto alla Celtic (Bernini) alcuni giocatori a fine carriera senza voglia e aggiungerei senza onore, alcuni giocatori importati che era meglio lasciare a casa, portano a risultati penosi.

    Se gli Aironi avessero fatto più punti della Benetton allora era un’altra storia.

    • rob 1 Agosto 2013, 14:16

      Hai ragione sui giocatori senza voglia e ha fine carriera… peccato che era la Federazione a imporre tutto questo e pagare parte dello stipendio!

      • gsp 1 Agosto 2013, 16:37

        per fortuna che sono stati imposti, altrimenti la squadra avrebbe avuto anche meno consistenza. e se prendi per vere le parole di tonni nessuno e’ stato pagato a prezzi fuori mercato.

    • Hullalla 1 Agosto 2013, 15:24

      D’accordo, non lo condividi. Il problema pero’ e’ trovarne un altro che metta gli stessi soldini nel rugby.
      Sei sicuro che uno cosi’ e’ meglio perderlo che trovarlo?

  10. scalmanato 1 Agosto 2013, 14:16

    Melegari ha fatto molti errori, ma quanto dice è condivisibile per intero.

  11. scalmanato 1 Agosto 2013, 14:19

    Dondi si aggirava stamane con espressione sfaccendata e annoiata in via Farini; ma perché non hanno nominato lui presidente delle Zebre?

  12. yuri 1 Agosto 2013, 14:24

    Esatto…i giocatori a fine carriera sono stati imposti dalla federazione.
    Melegari ha fatto degli errori senza dubbio .. e ha avuto la contemporanea disdetta della perdita dello sponsor principale (MPS) proprio in un momento cruciale.
    Ma lo sanno persino i sassi che melegari e viadana erano invisi a parecchie persone che “contano” in Fir ( da parma a calvisano ) e che non vedevano l’ ora di buttarli fuori dalla Celtic.
    Sento parlare di 1.5 milioni…3 milioni…ma anche se fossero stati 100.000 euro che servivano, state certi che l’occasione di far fuori viadana non se la sarebbero persa.

  13. luis 1 Agosto 2013, 14:27

    Osservazioni tutte vere, tutte pertinenti, ma la Fir per tenersi il propio costoso giocattolino spende 8/10 mil di euro ogni anno che potrebbero essere impiegati in maniera più proficua per fare tante cose: rugby di base, corsi per allenatori a tutti i livelli ( ma non tenuti dai parrucconi del progetto statura o dai grandi personaggi del nostro alto livello !!!!) con consulenti stranieri capaci e di indubbio valore ( vedi Argentina, vero @ San ?)e con stage presso società e/o franchigie che sono un pelino più avanti di noi e via dicendo. . .

    • gsp 1 Agosto 2013, 16:35

      vero pero’ facciamo i conti come si devono. se spendono 7 con le zebre, quanto avrebbero speso per gli Aironi2?

      • luis 1 Agosto 2013, 16:50

        Le quote pattuite in maniera eguale per entrambe le franchige, mentre ora una è a totale carico della fir e la seconda prende meno soldi rispetto al patto iniziale: o no ?

      • gsp 1 Agosto 2013, 17:03

        no se l’obbiettivo di spesa era 7 piu’ 1 di partecipazione delle Zebre, anche con agli aironi sarebbe costato 2mln +1 (come Benetton), piu’ staff (come da bando aironi 2) 0,5mln, +1,5mln (di questo finanziamento che prenderebbe treviso, @paolo investighiamo un po’?)

        gia’ cosi’ la differenza e’ 3 mln, sempre considerando che Melegari sarebbe riuscito a a mantenere fiducia al budget come non era stato fatto negli anni precedenti. che era c omplesso visto che andavano pagati i debiti degli anni precedenti.

        e se non ne hai 3, o solo 2, allora ha senso che ti liberi di un socio oggettivamente di minoranza col quale non hai rapporti idilliaci.

        se Melegari avesse avuto i soldi, o anche con cifre leggermente sotto non ci sarebbero stato nessun problema.

        ma qual’e il problema ad ammettere che c’e’ la crisi ed i soldi non bastavano?

        l’ha fatto anche treviso, in modo molto pragmatico. dalla linea del lasciateci fare che non abbiamo bisogno di soldi, s’e’ passato ad un richiesta legittima di contenere i costi. anche a costo di fere retromarcia su battaglie passate come quella dei 44 giocatori.

      • gsp 1 Agosto 2013, 17:04

        @luis, forse non ho capito che vuoi dire quando dici che la seconda ha preso meno del pattuito.

        • luis 1 Agosto 2013, 17:20

          dico che attualmente la Benetton Rugby Treviso non gode di introiti paritetici rispetto all’altra franchigia: mi spiego con dei numeri a caso, se all’inizio dell’avventura celtica erano stati pattuiti 3 a B e 3 a A, ora la quantità di denbaro investita sulla franchigia federale è notevolmente più alta rispetto alla Benetton, ossia c’è una sperequazione tra i soldi dati alle dua franchige da parte della fir.

          • gsp 1 Agosto 2013, 17:25

            vero, ma perche’ dovrebbe? all’inizio aveva senso perche’ erano entrambe realta’ private. adesso la situazione e’ ibrida ed anche inevitabile dal momento che non ci sono altri investitori privati come si era inizialmente immaginato.

        • zorro 2 Agosto 2013, 01:22

          Non ha senso che ci sia una situazione ibrida…

  14. rob 1 Agosto 2013, 14:29

    Chiunque in questo forum abbia il coraggio di Criticare Melegari, vuol proprio dire che del bene del Rugby Italiano non gli interessa me che meno….
    Tornate a vedere il calcio che è meglio….
    La fir ha preferito spendere 4 volte tanto x creare un fallimento totale affossando gli Aironi a cui sono venuti a mancare i Soldi degli Amici parmigiani e il ritiro di MPS….
    Quello che dispiace e che gli amici Parmigiani a loro volta sono stati Plagiati da mamma Fir che nel giro di 2 anni sposterà il tutto a Roma….
    La matematica non è un’opinione…
    Prima di rivedere un’altro come Melegari il rugby italiano dovrà aspettare molti anni…. e dovrà sperare che l’ultimo rimasto (Benetton) abbia ancora un pò di pazienza nel vedere e sopportare tutto questo!!

    • yuri 1 Agosto 2013, 14:48

      ti quoto al 100%

    • gsp 1 Agosto 2013, 16:34

      io amo il rugby italiano e melegari l’ho criticato quando c’era da farlo senza problemi. e l’ho elogiato per la sua passione e dedizione al rugby.

      non capisco perche’ a Viadana non siate andati sotto casa sua ad Aprile scorso a chiedergli di rimanere come sponsor e lasciare la presidenza e tenere la squadra a Viadana e salvare gli investimenti. invece vi siete tutti accodati al presidente che voleva giocare a rugby manager non avendone i soldi.

      e’ un po’ ipocritica lodarlo oggi se nel passato di errori ne ha fatti eccome.

  15. Silverfern 1 Agosto 2013, 15:47

    Da appassionato di rugby, e tifoso di Viadana/Aironi/Viadana, mi limito a dire che “un baioc an cioca mai da par lo” (un soldo non tintinna mai da solo) quindi le colpe nel fallimento Aironi sono un ò di tutte e due le parti, di certo la FIR non ha fatto assolutamente nulla per evitare la fine che si è avuta.
    Condivido in larga parte le parole di Melegari, da buon imprenditore ha creduto che la Celtic fosse un progetto serio e professionale, dimenticandosi di quali cioccapiatti (chi è Emiliano sa cosa significa, mi limito a questo termine per non scadere nel becero insulto) frequentino il mondo federale, che di professionistico hanno ben poco, visto il clientelarismo con cui hanno gestito la questione Aironi (ma vi ricordate gli irreali comunicati stampa????) facendola diventare la classica polpetta avvelenata all’Italiana.
    Ed il bello è che ancora non abbiamo visto la fine.
    Se penso al danaro che è stato e sarà buttato al vento inutilmente per le Zebre, quando si poteva investire in più campi e strutture per la base del rugby, mi viene una tristezza….
    L’Italia è sempre più il Paese delle occasioni mancate.

    • parega 1 Agosto 2013, 20:37

      sono d’accordissimo con quello che dici, anche per me gli errori sono stati fatti da ambo le parti , ma quello che non accetto e non accettero’ mai e’ che una fir deve dialogare e collaborare con le societa’ e non pretendere arrogantemente di far seguire la propria linea alle societa’, vedersi la voglia di tanti club di poter ricreare una lega per contrapporsi al potere fir
      insomma da noi in itaia non si guarda al bene del movimento alla programmazione ….ci si perde in guerre personali e fir societa’
      quello che e’ piu’ grave secondo me di tutta questa vicenda e’ la non collaborazione della fir !!!!!!!!!!!!
      vi siete scordati gli articoli imbarazzanti federali in quel periodo ?
      poi per me dopo il primo anno agl’aironi ci voleva una cambio di marcia e di persone in certi ruoli , troppi gli errori !!!
      MA SI DOVEVA CONTINUARE !!!

      • Silverfern 2 Agosto 2013, 10:19

        Ho detto proprio le stesse cose che scrivi tu: una questione politica che come tale è stata gestita e definita, pensando solo al proprio tornaconto personale e non curandosi del movimento rugby Italiano.

  16. San Isidro 1 Agosto 2013, 15:53

    Anzitutto crrchiamo di darci una calmata…
    Certe offese personali che ho letto sopra non so degne di questo forum…spero che la redazione intervenga verso chi insulta personalmente gli altri utenti…
    Quanto alla vicenda-Aironi ho alcuni questioni:
    1- Se gli Aironi avessero avuta una condotta più trasparente e non avessero avuto i vari problemi economico-societari avrebbero appena finito la terza stagione come il Treviso…se tutte le società che erano all’interno della franchigia non si fossero sganciate prima e si fossero comportate correttamente (vedi Colorno) i problemi per Melegari sarebbero stati minori…la FIR non ha voluto dare ulteriori aiuti agli Aironi, ok questo punto può essere poco trasparente, ma c’è il dato di fatto: ovvero che i lombardo-emiliani avevano gravosità economiche e societarie, cosa che Treviso non aveva…è inutile girarci intorno…la frase di Melegari “C’era un disegno ben preciso per affossarci” è esagerata, se gli Aironi fossero stati a posto le Zebre adesso non c’erano…
    2- su che base Melegari afferma che la nomina di Pier Luigi Bernabò a presidente è “segno evidente che vogliono portare la squadra a Roma”? A parte che portare la squadra a Roma sarebbe giusto (e anche se restassimo un altro quadriennio in Pro12 non è detto per nulla che le Zebre verranno a Roma, visto che c’è la forte ipotesi di Milano e chissà se salta fuori pure qualche altra ubicazione), ma adesso non è perchè Bernabò è romano le Zebre verranno portate a Roma…in FIR è stato scelto un uomo di esperienza, che ha un vissuto a livello di dirigenziale e di presidenza (con Lazio negli anni passati), se facevano presidente Checchinato che avrebbe detto Melegari? Che era un chiaro segno che volevano portare la franchigia nel Polesine? dai su…

    • AleGialloNero 1 Agosto 2013, 19:11

      Condivido parola x parola, sillaba x sillaba. Perfino i tre puntini finali. Il Tutto, da scrivere in cielo come da fantozziana memoria…

  17. il carogna 1 Agosto 2013, 16:45

    E` passato un anno ma non é passata a nessuno, a quanto leggo. Tutti ancora incavolati come vespe. Nessuno che riesca a vedere un lato positivo nell’ operezione zebre ?

    • PLINIO 1 Agosto 2013, 16:56

      attendiamo ora la replica fir o zebre…cmq dopo 15 mesi siamo ancora qui …mah…sembra calciorissa e non rugby

      • luis 1 Agosto 2013, 17:02

        Solamente perchè nessuna delle parti in causa ha voluto realmente fare chiarezza: mi sembra che abbiano tutti tanti scheletri dentro all’armadio e che i vari comunicati siano fatti per far capire qualcosa di innominabile al “nemico”, quasi fosse più importante quello NON detto (ma dai due contendenti risaputo) che quello reso pubblico.

        • gsp 1 Agosto 2013, 17:23

          pienamente daccordo e lo trovo molto frustrante. fateci vedere il capitolato e poi decidiamo da noi. forse Melegari non e’ ancora incazzato abbastanza.

          • luis 1 Agosto 2013, 17:39

            Mi sembra il gioco delle parti: continuano con i comunicati e con allusioni a qualcosa che solo loro conoscono. Basta, non se ne può più : o si fa chiarezza una volta per tutte mettendo TUTTE le carte in tavola o si tace per sempre !!!

          • PLINIO 1 Agosto 2013, 21:36

            infatti sta lagna va’ avanti da mesi, ci dicano se i debiti sono stati onorati e da chi…bastava il buon senso di prendere gli aironi , gestirli federalmente e pagare un canone per l’uso degli impianti viadanesi, il tutto senza clamore . troppe cose non dette e tante parole gettate al vento con tutti i soggetti della saga perdenti , per orgoglio??? per vilta’?? …come perdente il rugby italiano che sportivamente ha perso anzi gettato due anni con risultati che avevano iniziato ad arrivare

    • frank 2 Agosto 2013, 01:04

      quale? diccelo tu.

    • Hullalla 2 Agosto 2013, 19:31

      Per esempio???

  18. Stefo 1 Agosto 2013, 17:26

    Beh se l’Italia resta nel Pro12 Melegari puo’ sempre partecipare al bando di concorso 😉

    PS: prima di venir insultato e’ una battuta!

  19. Silverfern 1 Agosto 2013, 18:09

    in tutta sincerità, utente il carogna: dimmi tu cosa dovremmo vedere di positivo nelle Zebre.
    L’unica cosa decente sono le (inguardabili) maglie da gioco, ed ho detto tutto.

    • San Isidro 1 Agosto 2013, 18:47

      però questi pregiudizi non aiutano…
      le Zebre sono pur sempre assieme al Treviso l’espressione dell’alto livello italiano, l’apice qualitativo del nostro movimento…è possibile ogni tanto supportare questi ragazzi anzichè vedere sempre le solite, assurde e inutili dietrologie politiche? per di più 19 dei 40 giocatori che hanno formato le Zebre l’anno scorso venivano dagli Aironi…
      ps: la prima maglia invece è molto bella…

      • parega 1 Agosto 2013, 20:47

        guarda ti rispondo punto per punto :
        1)grazie alle zebre si sono persi tanti sponsor come pomi’ che ancora erano agl’aironi e cmq portavano in saccocia dindin..ora le zebre non riescono ad attirarsi neanche uno straccio di questo !!!!
        2) io ho avuto la fortuna , putroppo non per l’eta’ , di vedere all’opera le vere zebre di bollesan , e , mi intristisce vedere questa brutta copia di squadra con lo stesso nome !!! sentire bollesan per capirci !!!
        3) io supporto e faccio il tifo per qualsiasi squadra italiana che si confornti con squadre straniere …ma l’anno scorso il non avere una storia si e’ fatto sentire e non poco , sugli spalti imbarazzanti e’ poco e sul campo inguardabile !!!!!
        3) sono rimasti 19 ex aironi mai piu’ interessantia parte venditi sono tutti scappati al volo !!!!!!!!1 ora per fortuna qualcuno e’ tornato …..
        pensi che lo storcere ancora il naso a fronte di questa esperienza dopo aver buttato nel cesso gli aironi sia incapibile ?
        andro’ a vedere parecchie partite delle zebre ma per me le zebre sono quelle della bandiera sul balcone di Bollesan….questa e’ una cosa federale !!!!!!!!!!

        • San Isidro 2 Agosto 2013, 03:14

          @parega, ti controrispondo:
          – l’ho detto sopra, sotto e ovunque: se gli Aironi avessero avuto una condotta più trasparente e non avessero avuto i vari problemi economico-societari avrebbero appena finito la terza stagione come il Treviso…la loro gravosa situazione economico-societaria ha portato a delle conseguenze, compresa la nascita delle Zebre. Non si può vedere la faccenda da una parte sola. La tua espressione “aver buttato nel cesso gli aironi” francamente è esagerata…se le cose fossero state tutte in regola gli Aironi avrebbero proseguito il loro cammino celtico senza dubbio e senza ostacolazioni.
          – ok gli sponsor e tutto, ma riusciamo di più ad incentrarci sui ragazzi in campo e sul loro gioco piuttosto che agli introiti? anche le entrate economiche sono importanti però sono una questione di contorno che poco ha a che fare con quello che fanno i giocatori in partita…io mi concentro di più su quello
          – ti invido che hai potuto vedere all’opera le gloriose gesta di Bollesan, ma il paragone con le vecchie Zebre regge poco, anche perchè i tempi sono cambiati…quelle erano un club ad inviti, queste sono una franchigia (che non a caso ha scelto quel nome proprio per non far dimenticare il prestigio di quei Barbarians italiani che hanno tenuto alto l’onore del nostro rugby per oltre vent’anni)
          – le Zebre sono una franchigia federale, e allora? posso capire tutte le polemiche antidondiane, ma c’è stato un bando dopo il fallimento degli Aironi e non ci sono stati progetti privati concreti…se in due dovevamo fare la Pro12 la FIR ha necessariamente dovuto creare una franchigia, sennò con chi andavamo? e comunque anche le due scozzesi sono franchigie federali così come quelle irlandesi (anche se lì le province hanno un governo autonomo dall’IRFU)…
          – 19 su 40 dei vecchi Aironi non sono pochi…e poi mi pare che oltre a Venditti ne erano rimasti parecchi di giocatori di qualità: Perugini, Andrea De Marchi, Redolfini, Aguero, Geldenhuys, Bortolami, Sole, Cattina, Ferrarini, Bergamauro, Tebaldi, Orquera e Sinoti…già questi per me erano più che sufficienti….tra l’altro Tebaldi e Cattina sono stati i giocatori più presenti nella storia degli Aironi…
          comunque @parega non sono in toni polemici e mi fa piacere che hai detto che sostieni tutte le squadre italiane e che andrai a vedere le Zebre…

          • parega 2 Agosto 2013, 06:14

            @san
            sai ho usato la frase buttati nel cesso perche’ se ti ricordi bene piu’ che una scelta ponderata fir sembrava quasi uno scontro personale caratteriale fra due persone….
            quello che mi ha fatto arrabbiare di piu’ e’ stato il modo…..sono arrivati a chiudere l’esperienza aironi, ripeto per me piena di errori ma cmq positiva per altri aspetti , senza dialogare con la dirigenza melegari anzi e solo litigando , questo mi fa’ arrabbiare perche’ trovo assurdo che invece di pensare il bene dialogando e pensando a programmare si pensa a farsi del male
            questo e’ assurdo : non esiste programmazione !!!
            per lo meno negl’aironi c’era un progetto , per quanto riguarda le zebre di oggi non ne vedo ..vedo solo situazioni di rappezzamento e basta , quest’anno a onor del vero con lo staff tutto nuovo al 90%, e soprattutto con casellato che stimo tanto , si potrebbe pensare a un inizio di progetto , pero’ da quello che leggiamo non sappiamo ancora come si andra’ avanti in questa esperienza celtica
            per me e’ tutto assurdo ilmodo di andare avanti dei dirigenti federali , aspettano troppo tempo a prendere decisioni che dovevano gia’ essere prese due anni fa’ , non ora !!!!!!!!!
            non ho niente e mai avro’ contro nessuno solo rabbia per il modo non dialogante che esiste in italia di fare rugby
            sperom bein !!!!

          • Hullalla 2 Agosto 2013, 19:39

            San Isidro, permettimi di farti notare che I primi due punti del tuo intervento sono del tutto contraddittori tra di loro: nel primo dici che gli Aironi hanno avuto il torto di non essere economicamente sostenibili e nel secondo dici che non importa se le Zebre sono ancora meno appetibili per gli sponsor (=ancora meno sostenibili), ma che ci dobbiamo concentrare su quello che costruiscono I giocatori…
            Scegli: o l’una o l’altra!
            Altrimenti sembra che tu faccia due pesi due misure…

          • San Isidro 3 Agosto 2013, 04:00

            @Hulla, mi spiace essere risultato contradditorio, ma il mio punto è questo:
            – non utilizzo due pesi e due misure, io tifo il rugby italiano in generale, sostengo a prescindere le nostre due franchigie…a me personalmente è dispiaciuto quando sono spariti gli Aironi perchè erano l’unico vero esempio di franchigia territoriale che si è venuto a creare in questi anni però, proprio in merto ai lombardo-emiliani, confermo tutto quello ho detto al primo punto…nel secondo punto, riguardo alle Zebre, volevo dire che, a causa dei pregiudizi e delle accuse da parte di molti alla nuova franchigia, si tende di più a guardare in modo negativo ciò che ruota intorno a quell’ambiente (come il fatto che le Zebre fruttano meno introiti degli Aironi) piuttosto che concentrarsi sui giocatori e a quello che fanno sul campo…cioè, qualsiasi argomento (che siano gli sponsor, l’ubicazione della sede o altro) è buono per dare contro, questo volevo dire…è indubbiamente vero che le Zebre hanno riscosso meno entrate rispetto ai loro predecessori, nessuno lo nega, ma questo discorso rimane sempre relativo perchè comunque sono sostenute e finanziate dalla FIR…il nocciolo del mio discorso è che bisognerebbe di più vedere all’operato dei giocatori zebrati, al rugby giocato, piuttosto che stare sempre a dar giù a quanto avviene intorno…

      • Hullalla 2 Agosto 2013, 19:33

        Penso che nessuno ce l’abbia con i giocatori.

    • frank 2 Agosto 2013, 01:06

      guarda a me le maglie non dispiacciono nemmeno, peccato che non si trovino nè su internet nè al campo di patate (forse non hanno neanche i soldi per farle!!!).

  20. San Isidro 1 Agosto 2013, 19:03

    E comunque: forza Zebre e forza Treviso!!!!!
    La massima espressione del nostro movimento!!!
    Se gli Aironi non ci sono più dispiace (anche perchè sono stati gli unici a creare una vera e propria franchigia territoriale), però evidentemente la non trasparenza della loro situazione economico-societaria ha portato a delle conseguenze, compresa la nascita delle Zebre. Se le cose fossero state tutte in regola gli Aironi avrebbero proseguito il loro cammino celtico senza dubbio e senza ostacolazioni. Non si può vedere la faccenda da una parte sola. Dispiace per i vecchi tifosi, per l’ambiente e per tutto, ma bisogna vedere le cose con obiettività.
    Quindi diamoci un taglio e sosteniamo (a prescindere) le nostre due franchigie!

    • rob 2 Agosto 2013, 09:23

      Le cose era trasparentissime…. I parmigiani non hanno cacciato un Soldo e MPS si è ritirata! Questo è il Buco da 1,5ml che mancava agli Aironi….

      Ripeto la matematica non è un’opinione….

      Mamma Fir a preferito spendere 10 milione x le Zebre piuttosto che far continuare il Progetto Aironi x 1,5 miloni….

  21. San Isidro 1 Agosto 2013, 19:24

    E ancora: voi di Viadana e Parma siete (giustamente) delusi per la vicenda Aironi, ci mancherebbe…ma allora noi romani che dovremmo vedere che ci hanno illuso con il sogno dei Pretoriani?
    Quindi dai su, è andata come è andata e tifiamo comunque le due squadre che rappresentano il nostro vertice!!!
    ps: detto tra noi, sarebbe stato suggestivo vedere una franchigia romana (che ad ogni modo si proponeva di rappresentare il centro-sud), ma non saremmo andati da nessuna parte con i migliori giocatori di Rugby Roma, Lazio e L’Aquila…certo ci sarebbe stato qualche ingaggio, ma la rosa sarebbe stata quella (anche perchè la Capitolina era fallita un anno prima)…avremmo fatto una figura da plebei, altro che pretoriani!!

  22. Katmandu 1 Agosto 2013, 19:46

    Sinceramemte sta storia ha stufato fino all’inverosimile e poi mi chedete perchè non ho simpatia per le zebre
    Ha sbagliato tizzio? No ha sbagliato caio? No ha sabagliato pempronio? No nemmeno lui e allora? Chi ci ha rimesso di più son stati i giocatori e il pubblico di viadana, vorrei tanto sapere una volta per tutte una “verità” di tutta questa vicenda

    • San Isidro 1 Agosto 2013, 19:56

      Pempronio è fantastico…

      • Katmandu 1 Agosto 2013, 20:53

        Sempronio questa volta non c’entra nulla….era con me…. Ha un alibi 😉

        • San Isidro 2 Agosto 2013, 03:17

          ma come la vedi una prima linea Tizio-Caio-Sempronio?
          per gli altri utenti: sono cose mie e di @kat? stiamo bene, non preoccupatevi…

          • Katmandu 2 Agosto 2013, 06:58

            Credo che non resisterebbero all’impatto dei fanasy warriors! Li ho sempre visti abbastanza leggerini… Comunque non è che stiamo così bene, sarà il caldo che ci fa straparlare 😉

  23. flanker62 1 Agosto 2013, 21:11

    Basta vedere come hanno ridotto la franchigia: senza anima, senza pubblico, senza identità di squadra e di gioco, senza risultati con giocatori e tecnici riciclati una vera porcata federale, quest’anno faranno meno punti dello scorso.
    una programmazione inesistente soldi federali gettati al vento.

  24. zorro 1 Agosto 2013, 21:52

    Torniamo indietro di qualche anno…
    L’attuale presidente federale ha un ruolo fondamentale nella caduta della LIRE che garantiva un tilte sponsor al campionato (groupama), un title sponsor per la coppa Italia (AAMS) e persino per la Supercoppa (rugby magazine), Oltre alla copertura televisiva con Sky. L’allora presidente della Lire, Sandro Manzoni si prodigò con successo per portare soldi e potere al movimento italiano a Dublino presso la ERC. LA LIRE RIEMPIE IL BRIANTEO DI MONZA per la finale scudetto e porta oltre 4000 persone al Lanfranchi DI PARMA per la finale di coppa Italia, PUBBLICO TOTALIZZATO IN UN ANNO DI ZEBRE IN CELTIC. Da allora il buio completo! Sempre l’attuale presidente federale recita un ruolo fondamentale nella caduta degli Aironi ed il risultato è il BUCO delle zebre. Oggi l’Eccellenza arranca ed è appesa a decisioni di palazzo che poco hanno a che spartire con il bene del movimento (vedi la regola sul 10 italiano durata solo un anno e poi cancellata). L’irreparabile ormai è andato e molti treni sono passati senza per questo avere avuto il giusto tempismo per sfruttarli e si fanno allontanare (scelta saggia) i pochi imprenditori che investono. Dimentico qualcosa? Ah sì: due elementi su tre del CDA Aironi oggi sono uno in FIR e l’altro alle zebre…il terzo ovviamente era Melegari

  25. rob 2 Agosto 2013, 09:16

    # gsp Visto che fai tanto l’esperto e l’informato sulla vicenda.. Elencaci per favore gli errori che avrebbe fatto Melegari sulla Questione Aironi……..

  26. Silverfern 2 Agosto 2013, 10:31

    La cosa più lampante che mi viene in mente su sta faccendaccia è che la FIR abbia usato il pretesto economico per togliere la franchigia a Viadana.
    Ho come l’impressione che i problemi siano stati di proposito considerati irrisolvibili.
    E’ questo che mi fa male nella questione Aironi, perchè ci si vanta tanto che il rugby non è come gli altri sport, ma certe questioni sono state gestite nel più classico degli Italian-Style: politicamente, e negli ultimi 20 politicamente è sinonimo di intrallazzi ad-personam.
    Ripeto: ma quanti soldi si stanno gettando, che farebbero comodissimo alla base?
    Poi ci si chiede perchè siamo ad un punto di stallo ed il movimento non cresce.

    • Silverfern 2 Agosto 2013, 10:55

      ultimi 20 doveva essere “ultimi 20 anni”, of course.

  27. giangi2 2 Agosto 2013, 11:49

    Quoto gli ultimi interventi, e mi sorprendo nel leggere che, negati 1,5 milioni agli Aironi (1,5 totali, non 3) la FIR ne avrebbe dati altrettanti alla Benetton. Peccato che con la FIR non si possa mai avere certezza di nulla, perchè anche dai bilanci che ha pubblicato è difficile fare un’analisi dettagliata. Comunque l’intervento di Melegari subito dopo il cambio al vertice di Viadana mi sembra evidentemente un modo per agire liberamente in difesa dei propri interessi (ricordiamo la fidejussione delle sue aziende) senza coinvolgere la società di Viadana.

Lascia un commento