Zebre: prima della partenza in Francia Cavinato fa il punto della situazione

Mentalità offensiva, punti d’incontro e permit player. Tanti i temi affrontati

ph. Pino Fama

Dopo le prime settimane di lavoro a Parma, le Zebre sono in partenza per la Francia. Andrea Cavinato, head coach della franchigia, ha fatto il punto della situazione. E posto degli obiettivo per la tournée francese. Innanzitutto, provare nuovi movimenti offensivi, che portino le Zebre ad “osare di più” ed essere quindi più pericolose. Due i punti focali su cui i giocatori si sono concentrati nel corso dei primi allenamenti, punti d’incontro e passaggio, su cui Cavinato ha potuto lavorare con intensità grazie alla presenza  di “uno staff allargato di professionisti che fa la differenza” rispetto agli allenamenti in Eccellenza. Alcune parole sono poi state dedicate ai vari giocatori dei club di Eccellenza invitati alla preparazione delle Zebre, che Cavinato si dice fiducioso possano rientrare nei piani della squadra durante Sei Nazioni e finestre test-match.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Zebre: Junior Laloifi si è unito al gruppo

L'estremo samoano classe 1994, ultimo acquisto della nuova stagione, è arrivato a Parma

14 Ottobre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: gli highlights di Scarlets-Zebre

I ducali hanno subito otto mete a Llanelli, senza mai entrare in partita

13 Ottobre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Pro14: Le Zebre imbarcano altra acqua, a Llanelli è 54-10 per gli Scarlets

Altra pesante sconfitta per la franchigia italiana in terra gallese: sono 156 i punti subiti in 3 partite

12 Ottobre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: le Zebre Rugby sono attese dal difficile esame Scarlets

La trasferta al Parc Y Scarlets si presenta oltremodo complicata per il team di Michael Bradley

12 Ottobre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: il XV per affrontare gli Scarlets

Le scelte di Michael Bradley per il match del Parc Y Scarlets

11 Ottobre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: gli highlights di Zebre-Dragons

Le tante mete della partita giocata a Parma, dove i ducali hanno pagato l'espulsione di Walker a inizio ripresa

6 Ottobre 2019 Foto e video
  1. Intenditore 25 Luglio 2013, 14:33

    …….” Due i punti focali su cui i giocatori si sono concentrati nel corso dei primi allenamenti, punti d’incontro e passaggio “……

    Che scoperta dell’acqua calda!!!!!!!!

    • boh 25 Luglio 2013, 14:45

      Perchè? se diceva difesa e attacco, l’acqua era fredda?

  2. Rabbidaniel 25 Luglio 2013, 15:52

    Si valuterà il lavoro nel corso della stagione. Si può forse dire che il lavoro fatto da Gajan non è stato poi così disprezzabile, soprattutto nella fase offensiva. Era piuttosto in difesa che le Zebre avevano dei lapsus importanti.

  3. wilrugby 25 Luglio 2013, 20:33

    Io spero solo che Cavinato & co. non falliscano, visto che per ora è uno dei pochi allenatori validi….

  4. flaminio4 25 Luglio 2013, 21:30

    A tutti i più sinceri auguri,ma veder Alvin e Smigol con le loro faccie e le loro voci antipatiche,li solo,perché sono italiani,forse i migliori nel deserto italiota,mi fa orrore! Gavazzi&Ascione&Checchinato andrebbero internati,solo qualche anno………

    • gsp 26 Luglio 2013, 00:07

      Da soli o con tutti quelli che hanno chiesto allenatori italiani? Tipo munari.

      • flaminio4 26 Luglio 2013, 00:25

        Magari con te M Z .Poi se lo conosci Munari chiediglielo tu se ,ma di persona,dopo Smith prende qualche italiano.Ma tu leggi molto da quel che appare,capisci un poco meno…..di rugby.

      • gsp 26 Luglio 2013, 01:38

        Camomilla flaminio che ti fa bene. E l’ossessione con MZ è interessante ma sono sempre qui pronto a spiegarti un paio di cose che ti sfuggono per foga.

        Io sono daccordissimo con te sugli allenatori. La nazionalitá non m’interessa assolutamente.

        Su munari, se suggerisce allenatore italiano per la nazionale (non lo sapevi eh?) non c’è altro modo che sponsorizzarne la crescita. E quindi prendi i due italiani migliori, senza garanzia che siano di livello internazionale. E quindi daccordo con te con l’internamento’ ma dovresti essere equo.

    • San Isidro 26 Luglio 2013, 03:32

      non sono un fan di Ascione, ma certi commenti lasciano perplessi…

  5. Sergio Martin 26 Luglio 2013, 00:57

    Un grosso in bocca al lupo alle Zebre, che meritano molto di piu’ di quello che hanno raccolto. E un in bocca al lupo speciale a Giulio Toniolatti. Spero che quest’anno si riguadagni la maglia azzurra. Vai Giulio!

Lascia un commento