Galles, la WRU si attiva per arginare la fuga dei suoi giocatori

Il piano prevede il versamento di £1 milione di sterline destinate alle quattro franchigie celtiche

ph. Sebastiano Pessina

La federazione gallese WRU si attiva per mettere un freno alla fuga dei suoi giocatori verso Inghilterra ma soprattutto Francia. E lo fa approvando un piano di investimento di £1 milione di sterline (poco più di 1 milione di euro) da destinare alle quattro franchigie celtiche (Ospreys, Blues, Scarlets, Dragons), affinché riescano a trattenere i loro giocatori migliori contribuendo a perseguire quegli importanti risultati che negli ultimi anni sono stati ottenuti sia a livello di Pro12 che di nazionale. Molti giocatori sono in uscita: Dan Lydiate e Jamie Roberts a Parigi sponda Racing, George North a Nothampton, mentre Phillips e Hook già da alcune stagioni sono in Francia. I giocatori a cui la federazione guarda e che spera di tenere in patria sono i vari Warburton, Davies, Halfpenny, Tipuruc e Faletau. Queste le parole di Roger Lewis, chief executive della WRU: “Vogliamo trattenere non solo i giocatori, ma anche allenatori, arbitri, volontari e tifosi”.

 

 

 

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Ruan Pienaar torna nel Pro14

Il mediano di mischia ex Ulster torna al suo club d'origine, i Cheetahs

11 luglio 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Pro14: Mathieu Bastareaud potrebbe andare a giocare a Munster nei prossimi mesi

Il centro francese è conteso da alcuni club europei per via della sua mancata convocazione al Mondiale

6 luglio 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Il nuovo logo di Connacht

Design rinnovato per lo stemma della squadra di Galway

5 luglio 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Pro14, Munster: il tallonatore Mike Sherry si ritira

L'irlandese saluta il club dopo quasi dieci anni di carriera

1 luglio 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Pro14: Hawies Fourie è il nuovo head coach dei Cheetahs

È il sostituto di Franco Smith, che dall'1 gennaio 2020 entrerà nello staff tecnico dell'Italia

29 giugno 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Edinburgh sta facendo il mercato più interessante del Pro14

La squadra scozzese è quella che sembra essersi rinforzata di più in vista della prossima stagione

27 giugno 2019 Pro 14 / Altri club
  1. Stefo 27 giugno 2013, 13:08

    Un milione in 4?Un po’ pochino, soprattutto poi pare che al momento sia un “one-off”

  2. flaminio4 27 giugno 2013, 14:26

    Solo l’Irlanda e’ riuscita atrattenere i talenti con un sistema interessante al lunga gittata.Galles non possono ed anche un po’ non vogliono strutturare un sistema con quelle finalità.Invece in Italia spendono ma per fare rientrare i rottami,sperando che qualcuno buono possa andarci all’estero ma evidentemente non si sbraccia nessuno nella ricerca di italiani.

    • gsp 27 giugno 2013, 15:21

      il galles e’ bloccato nello scontro tra club e federazione. la federazione ha proporsto di mettere direttamente sotto contratto i giocatori principali, ma i club non vogliono.

      la federazione accusa i club di non essere autosufficiente, pero’ li critica quando vengono i giocatori che hanno ancora contratti. la vedo una soluzione di difficile soluzione, e che si riproporra’ tra 12 mesi, soprattutto se questo milione e’ solo una tantum.

      per quanto riguarda l’italia, per gli italiani si sbracciano eccome soprattutto piloni, terze, ghiraldini. anzi con la riduzione di argentini in giro ci sono piu’ possibilita’ di prima. se vogliono ed al prezzo giusto s’accasano in parecchi.

      pero’ la CL e’ fatta per cercare di trattenere i giocatori, e farli giocare in modo che siano fuznionali alla nazionale (vedi orquera, garcia, Iannone e tanti altri…)

      poi se la tua e’ osservazione seria, dimmi un po’ a chi ti riferisci quando parli di rottami e ne discutiamo.

    • Hullalla 28 giugno 2013, 16:12

      Pero’ la loro apertura, nel pieno della sua forma e maturita’, se ne sta’ andando sulle rive della Senna…

      • Hullalla 28 giugno 2013, 16:13

        …e veranemnte anche O’Gara, non solo Sexton…

  3. flaminio4 27 giugno 2013, 16:25

    Evidentemente non conosci molto delle trattative vere sui giocatori italiani,che hanno mercato solo a prezzi bassi.i rottami sono coloro che non trovano mercato fuori,che non ne avevano al momento del rientro in Italia,che sono ,come i Bergamascos, sopravvalutati da anni ecc ecc.Per quello che riguarda il Galles l’importo dedicato al trattenimento da la proporzione della volontà reale tutto il resto lo lascio a te.

    • gsp 27 giugno 2013, 16:53

      beh dai, se prima dicevi che non si sbraccia nessuno, adesso siamo arrivati al fatto che vanno a prezzi bassi.

      e’ normale che tutti vadano via a prezzi di mercato, quindi zanni e ghira e cittadini vanno a prezzi alti. altri medi, altri come Burton solo se lasciano la nazionale. ma e’ la normalita’ ed e’ cosi’ ovunque. non e’ che vendi i ‘giocatori italiani’ al chilo.

      Per i bergamascos, sono opinioni lecite. alla fine Mirco anche l’anno scorso era a rischio e RM decisero di confermarlo. per Mauro, gli aironi erano a corto ed uno cosi’ non lo trovavano a quel prezzo (al 60% del prezzo). l’anno scorso ha giocato bene, per il resto puo’ insegnare a fare da chioccia ai giovani per un altro anno. penso sia tutto normale.

      Cmq se conosci i segreti delle trattative sui giocatori italiani per favore condividili cosi’ impariamo tutti qualcosa.

    • gsp 27 giugno 2013, 17:02

      per quanto riguarda il Galles, e’ un po’ semplicistico dire che manca la volonta’. a nessuno fa comodo perdere i giocatori migliori.

      Pero’ la federazione che pure ha ancora bei debiti per lo stadio vorrebbe tenere i giocatori ma sotto contratto diretto. alcuni club invece, che magari hanno gia’ i sostituti in casa e sanno che il giocatore x l’anno prox va via, lo vendono quest’anno e ci fanno qualche soldo su.

      ma sono discorsi complessi che non puoi tagliare con l’accetta.

  4. flaminio4 27 giugno 2013, 17:04

    Certamente parliamo di gente che comunque ha un valore e sono per loro immensa fortuna sul palcoscenico che conta abbastanza spesso direi.Zanni Ghiraldini e Cittadini hanno avuto un buon momento e le richieste a prezzi inferiori di Tv c’erano,ma e’ finita li.Rimangono buoni giocatori ,fatta eccezione per Cittadini che ha paura della sua ombra ed quando comincia la guerra,di scompare.Lo stesso Masi per me uno dei giocatori più importanti di sempre in Italia e’ a Londra per meno denaro che agli Aironi,pur di non giocare in Italia.

    • gsp 27 giugno 2013, 17:55

      @flaminio, Masi e’ andato a londra anche per una scommessa personale e per giocare in uno dei club piu’ titolati al mondo, anche riducendosi lo stipendio. ed ha pienamente dimostrato il suo valore, forse anche oltre le aspettative di molti che lo davano per finito. l’ambizione e’ parte delle scelte di un giocatore. c’e’ poi da vedere se il contratto sia rimasto lo stesso.

      cmq, ghiraldini e zanni prenderebbero all’estero piu’ di quanto prendono in italia. le proposte per ghiraldini sembrano essere state molto concrete ed anche esose.

      cioe’, se li prendi come esempio del fatto che i giocatori all’esterno non li vogliono ti sbagli. se invece parli di valore, beh quello e’ valore di mercato. non si capisce dovrebbero pagarti 70 un giocatore che vale 50 e che per di piu’ ha ancora impegni con la nazionale.

  5. flaminio4 27 giugno 2013, 19:37

    Forse non hai letto bene,e per Masi non solo mi trovi d accordo,ma ti ripeto che e’ a mio avviso uno dei migliori 3-4 italiani di tutti i tempi,in e off the field.Zanni e Ghiraldini pur essendo ottimi giocatori non hanno mai avuto e mai avranno un offerta ari a quella Tv-FIR di ca 300k lordi a stagione. Tutto il resto e’ la solita tiritera italiana.Fattene una ragione che Andrea in Italia non ci voleva giocare,come Romano,D Apice,Furno.Lo stesso Biagi ritorna a Zebre perché Bristol non lo vuole più.Se poi mi dici che i giocatori con quel budget preferiscono andar sul sicuro che rischiare ed essere uno dei tanti,lo capisco,ma tolti Castro o Parisse tutto il resto non ha un mercato VERO,solo boutade di procuratori.Lo sai anche tu che sei un ex allenatore ,no?

    • gsp 27 giugno 2013, 19:53

      Guarda dubito seriamente zanni e ghira non abbiano avuto offerte piú alte all’estero.

      Gli altri che citi sono tutti giocatori che sono andati all’estero prima di aver dimostrato molto poco, alcuni quasi nulla. Quindi che altro potevano aspettarsi.

      Però, rispetto a quello che dicevi nel primo intervento, per come l’ho capito io, al prezzo giusto i contatti all’estero li trovano e con percentuale fisiologica alcuni ci rimangono. Vedi furno, penso Romano, di sicuro staibano. Alla fine anche Burton e tebaldi ci sono andati.

      • flaminio4 27 giugno 2013, 20:37

        Certamente si.Staibano purtroppo sta facendo il buttafuori da qualche parte in Italia.Siamo messi non troppo bene,e si e’ visto.

Lascia un commento