Toniolatti è una Zebra: c’è il timbro dell’ufficialità

La squadra bianconera annuncia l’arrivo del giocatore romano, di cui si parla da alcuni mesi

Il suo trasloco da Treviso a Parma è ormai una non-notizia, visto che la cosa è risaputa da un paio di mesi almeno. Le Zebre comunque annunciano oogi in via ufficiale l’arrivo di Giulio Toniolatti. Questo il comunicato della franchigia federale:

 

Le Zebre informano di aver raggiunto un accordo con l’utility back Giulio Toniolatti proveniente dalla Benetton Treviso.

Formatosi a livello giovanile nel Cus Roma, Toniolatti si trasferì nell’altra società romana della Capitolina dove esordì in prima squadra nel 2003 in Serie A1 e successivamente nel Super 10 nel 2006. Nel 2008 il primo cap con la nazionale maggiore sotto la guida tecnica di Nick Mallett prima di accasarsi all’altra società romana della Rugby Roma dove ha giocato il suo ultimo campionato italiano nella stagione 2009-2010. Con l’ingresso delle formazioni italiane nella Celtic League Toniolatti fu reclutato dagli Aironi dove collezionò ben 25 presenze nel campionato celtico che gli sono valse la chiamata dell’Italia all’ultimo mondiale neozelandese dove ha segnato due mete contro la Russia. La scorsa stagione il passaggio alla Benetton Treviso dove ha giocato 11 gare stagionali di cui 9 da titolare. Nato come mediano di mischia, Toniolatti nelle ultime stagioni ha ricoperto con buone prestazioni anche i ruoli di ala ed estremo.


 

Nome: Giulio

Cognome: Toniolatti

nato a: Roma

Il: 15/01/1984

Altezza:  180 cm

Peso:  87 kg

Ruolo: utility back

Honours: Italia , Italia “A”, Italia Seven, Italia U21, altre nazionali giovanili

Caps : 12

Presenze in Rabodirect PRO12: 33

Presenze in Heineken Cup: 11

Presenze in Amlin Challenge Cup: 4

Club precedenti: Cus Roma, Capitolina, Rugby Roma, Aironi, Benetton Treviso

Il direttore sportivo bianconero Roberto Manghi :”Un giocatore duttile e maturo che viene da 3 campionati di RaboDirect PRO12 dove ha dimostrato di poter giocare sia da mediano che da ala, ruolo in cui si era messo in luce guadagnandosi anche la nazionale maggiore all’ultimo mondiale. Dopo un’annata dove ha giocato poco, sono certo che Toniolatti avrà lo spirito e la voglia giusta per dimostrare di essere un giocatore molto importante per le Zebre e pronto per la Nazionale”.

Il commento del giocatore :”Ritrovo con piacere molti dei miei compagni agli Aironi coi quali costruimmo un buon gruppo: sono certo che l’ambiente sarà ottimo e molto positivo dopo l’annata difficile. Ci sarà tanta concorrenza nei trequarti ma sono certo che col lavoro sul campo saprò essere a disposizione dello staff tecnico per dare il mio apporto alle Zebre nella prossima stagione. Ho tanta voglia di dimostrare quanto valiamo in Italia ed in Europa”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Zebre Rugby: le parole di coach Michael Bradley e George Biagi dopo il match

L'head coach ed il veterano azzurro hanno analizzato il pareggio contro i Leoni in conferenza stampa

21 Settembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: i convocati di Michael Bradley per la sfida con i Leoni

Trenta gli elementi selezionati dal coach irlandese

19 Settembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Verso la nuova stagione delle Zebre: intervista a Tommaso Castello

Il capitano delle Zebre, che tornerà in campo a novembre, ci ha parlato di un "ambiente positivo" e dei giovani impegnati a Parma fin qui

18 Settembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: le parole di Giovanbattista Venditti dopo la vittoria a Treviso

L'ala dei ducali ha sottolineato la bella difesa della sua squadra, senza dimenticare i problemi in maul

14 Settembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Le Zebre Rugby vincono a Monigo: Benetton Rugby sconfitto 12-19

I ducali si impongono in rimonta. Decisiva la meta di Ratko Jelic nel finale

13 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: i convocati per il test contro il Benetton Rugby

Sono 32 i ragazzi scelti da coach Bradley per questo primo impegno stagionale

12 Settembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
  1. mezeena10 3 Giugno 2013, 13:52

    scusate su solorugby danno derbyshire partente da treviso???
    qualcuno sa qualcosa???

    • Paolo 3 Giugno 2013, 14:08

      rimane a Treviso al 100%

      • mezeena10 3 Giugno 2013, 19:51

        meno male!!! a me personalmente piace tantissimo derby!

    • San Isidro 3 Giugno 2013, 14:21

      infatti mez, della conferma di Derbyshire a Treviso se ne era già parlato su questo sito…

      • mezeena10 3 Giugno 2013, 19:53

        infatti mi pareva strano san! ma il post sul mercato era datato 1 giugno..mi son preoccupato un pochino! 😉

  2. And 3 Giugno 2013, 14:28

    speriamo giochi di +

  3. San Isidro 3 Giugno 2013, 14:43

    Grande Giulio! L’unico giocatore che avrà sulle spalle esperienze con ognuna della franchigie italiane che hanno militato nel torneo celtico in questo quadriennio!
    Come dice il comunicato stampa delle Zebre, Giulio ha iniziato la sua attività giovanile al CUS Roma (con mio orgoglio, visto che è la società in cui qualche anno dopo sono andato a giocare), poi è stato una vita all’Unione Capitolina (e immagino quanto possa essere felice per ieri!) tra fine delle giovanili, serie A e triennio di Super 10 (2006-2009), poi un anno alla Rugby Roma, dove è stato uno dei protagonisti della stagione, e con l’inizio dell’era celtica è passato agli Aironi. A Treviso non dico che ha fatto una cattiva stagione, però sicuramente non è emerso al massimo delle sue potenzialità, non ha brillato come aveva fatto a Viadana, visto che con la franchigia lombardo-emiliana era stato uno dei più presenti e anche uno dei migliori in termini di rendimento. A Treviso ha trovato sicuramente un ambiente più competitivo, più pressante, certo è che qualche caps in più poteva anche farlo…fin da prima dei rumors di un suo passaggio ai federali, ho sempre sostenuto che uno come Toniolatti sarebbe emerso di più alle Zebre, in un contesto più tranquillo e con meno competizione, sono davvero molto contento per lui. Sinoti andrà via, ma con l’arrivo di Giulio, Iannone e, si spera, Bergamirko, le Zebre dietro staranno messe più che bene. Spiace solo che alla Ghirada, Toniolatti sia emerso solo al 50%…e mi spiace anche aver letto tante critiche pesanti nei suoi confronti, veramente indegne. Mi auguro che Giulio possa ritrovare anche la nazionale, non dico che lo voglio nel XV titolare, ma almeno che possa rientrare nel giro azzurro…

    • Machete 3 Giugno 2013, 15:01

      San per la maglia azzurra sarà improbabile…..ma sono convinto che il suo apporto alle Zebre lo darà……

      • gsp 3 Giugno 2013, 15:17

        Vero ma in azzurro in termini di ali non e’ che ci sia tutta questa abbondanza. venditti e’ l’unica ala di ruolo e titolare e mclean gioca li anche per ragioni tattiche. Sarto non l’abbiamo ancora visto. e iannone l’anno prossimo non penso giochera’ ala. c’e’ da vedere dove gioca benvenuti al perpignan. insomma, se toniolatti gioca con continuita’ rientra nel gruppo secondo me, anche se non da titolare.

        • Machete 3 Giugno 2013, 15:29

          credo che cmq Brunell cerchi ali di ruolo e giulio pur applicandosi davvero molto non ha la velocità base per giocare ala…..mettici che non è nemmeno giovanissimo…..ma questo non toglie che è un giocatore che ha sempre dato tutto ogni volta che è stato chiamato in causa

    • Dagoberto 3 Giugno 2013, 15:22

      Giulio Toniolatti avrà anche giocato poco a Treviso, ma nelle partite che ha giocato ha lasciato sempre il segno con prestazioni comunque degne di nota. Nutro grande stima ed aspettative nei confronti del club trevigiano, l’unico, al momento, a preservarci grandi soddisfazioni in campo internazionale a livello di risultati (e, come si dice, chi vince ha sempre ragione), ma riuscire a comprendere proprio tutte le scelte operate dall’entourage del club non è proprio operazione così semplice ed in questo ci metterei anche le tante esclusioni di Toniolatti che quando presente, mi ripeto, ha sempre guadagnato la michetta abbondantemente. D’altra parte, facendo parte di un club con una rosa di 42 atleti tra i più forti a livello nazionale, nonchè la presenza di alcuni forti stranieri, è gioco forza acettare la possibilità di essere escluso dalle primarie scelte del tecnico. Spero, vivamente, che alla Zebre riesca a trovare maggiori opportunità per mettere in mostra le buone skill già in passato tante volte dimostrate.

  4. andrease 3 Giugno 2013, 14:56

    certo che può, San Isidro, basta che sor Giulio tiri indietro l’orologio a prima degli aironi… non si sarà dimenticato!?!

    • andrease 3 Giugno 2013, 15:29

      scusa, volevo commentare la frase iniziale ma mi sono dimenticato…

      “L’unico giocatore che avrà sulle spalle esperienze con ognuna della franchigie italiane che hanno militato nel torneo celtico in questo quadriennio!”
      a parte treviso, le altre erano poca cosa… sai che esperienza…

  5. fracassosandona 3 Giugno 2013, 15:41

    Toniolatti a Treviso ha giocato bene ma, come tutti i trequarti, non ha avuto molte occasioni di scendere in campo…
    Smith ne porta uno solo in panchina e quest’anno per fortuna gli infortuni sono stati pochi (solo Loamanu, La Grange e Sgarbi)…
    Da ex MM Giulio è un giocatore intelligente e con grandissimo senso della posizione… ha fatto in tempo a prendersi qualche bella soddisfazione a Treviso quest’anno, segnando mete pesanti ad avversari importanti…
    grazie ed in bocca al lupo…

  6. Katmandu 3 Giugno 2013, 16:45

    allora hanno Palazzani, Leonard, Toniolatti, quindi o fanno una squadra di mm o Chillon lo lasciano a casa, se fossi in lui mi preoccuperei

    • marcoV 3 Giugno 2013, 20:05

      Sicuro giocherà a MM? Andrà a Parma per fare l’ala – estremo…!
      Il “quarto” semmai è Martinelli e non Chillon e se l’ex Petrarca è in Sud Africa è perché Brunel (ed in federazione) contano di farne un giocatore internazionale, che a mio modesto parere al momento non è.

  7. Emanuele 3 Giugno 2013, 18:47

    Grazie di tutto Giulio!! quel buco preso contro gli Ospreys a fine partita ce lo ricorderemo per un bel pezzo!! 🙂

  8. xaba 3 Giugno 2013, 23:53

    Era arrivato a Viadana in prova…all fine è sempre nel giro della Celtic! Complimenti Giulio! e complimenti anche agli Aironi (nn dimentichiamo…), che l’hanno rivalutato e fatto diventare un bel giocatore!

  9. Sergio Martin 4 Giugno 2013, 00:35

    Giulio ha il senso della posizione, e’ intelligente, segue chi trova il buco e sa farsi trovare pronto nel punto ed al momento giusto per raccogliere lo scarico ed andare in meta (molte volte gli ho visto fare cosi, dal Campo dell’Unione ai Mondiali…). Magari non avra’ una velocita’ di punta da gazzella, ma e’ comunque veloce, e puo’ sopperire con le doti suddette. In piu’ sa giocare mediano di mischia, ala ed estremo ed e’ uno che non molla mai. Prima lo si rimproverava, a volte, di essere troppo irruento ed istintivo, motivo per cui faceva le “giuliate”, che poi erano belle intuizioni che una tantum non riuscivano… Ora che ha dalla sua anche una bella esperienza internazionale, uno cosi con la maglia azzurra me lo porterei sempre (cosa che farei anche con un altro nostro concittadino che abbiamo tutti in mente, se volesse – lo possino….). Speriamo che nelle Zebre giochi con continuita’ ed ottenga finalmente la considerazione che merita e che in passato gli e’ stata riconosciuta solo a sprazzi. In bocca al lupo Giulio!

  10. Gianangelo 4 Giugno 2013, 08:18

    Arrivano: Vunisa, Palazzani, Toniolatti, Leonard, Cristolini, Iannone e Biagi, forse Lovotti e Castello + uno straniero dietro.
    I partenti sono: Tripodi, Sole, Tebaldi, Chiesa, Odiete, Sinoti, Martinelli e
    Van Schalkwyk, in forse Perugini, Festuccia e, secondo me, anche Pace.
    Ho riguardato la classifica, le Zebre le hanno perse tutte ma su 22 partite hanno fatto 10 punti bonus e di queste 5 perse con uno o due punti, è vero che ci sono un paio di “quarentelli” ma le partite perse davvero male sono 4 o 5.
    Dove voglio arrivare? Presto detto, con i nuovi innesti, l’ accresciuta esperienza del gruppo e l’uscita di giocatori, francamente, non di categoria l’anno prossimo potrebbe riservare sorprese e siccome non sono un “gufo” io me lo auguro.

    • gsp 4 Giugno 2013, 10:17

      Finche’ VS e sinoti non firmano qualche speranza rimane. Tra i contro rimane che ci vorrá un pò ad abituarsi alla nuova guida tecnica.

  11. malpensante 4 Giugno 2013, 09:37

    Sole e Van Consonant si faranno rimpiangere, credi a me. Alla fine anche sostituire Halangahu non è poi semplicissimo. Ottimo ovviamente Leonard, ma tutti gli altri che siano al livello lo devono dimostrare, inclusi Iannone se farà il MA e Biagi che ha passato un’annata complicata. In ogni caso si vedrà la mano degli allenatori: spero meno confusione e falli, in modo che le partite siano guardabili e vada qualcuno in più in tribuna.

  12. gsp 4 Giugno 2013, 10:18

    Ahahaha, grande mal. Van consonant se la gioca con bob Ctvrtlik.

  13. Gianangelo 4 Giugno 2013, 12:33

    In effetti… per scrivere il nome correttamente ho dovuto andare sul sito zebre e copiarlo su un foglio.

Lascia un commento