Rovigo chiude l’era Polla Roux e apre quella Brunello

Il presidente rossoblu spalanca la strada al ritorno del tecnico che ha speso una vita in via Alfieri

COMMENTI DEI LETTORI
  1. mezeena10 24 Marzo 2013, 09:55

    dicono abbia protestato pure con l’arbitro inglese!

  2. Katmandu 24 Marzo 2013, 11:10

    A mio modestissimo parere è innegabile la bontà del lavoro di roux (centrare 2 volte i Playoff in due anni non è così semplice) e soprattutto coi se e coi ma ne son piene le fosse,
    Ma a mio parere avrebbe dovuto andarsene il giorno dopo la finale scudetto persa con il pertarca, da quel giorno rovigo si è letteralmente persa e credo che ancora oggi ne paghi più del dovuto le scorie di quella partita, mi so dirà che sono proffesionisti e che guardano pratita per partita etc etc etc, ma da qualche parte la ferita c’è e si fa sentire ancora ne son convinto
    Certo anche l’anno dopo hanno centrato i PO e anche quest’anno sono in buona posizione quindi il lavoro c’è e i risultati arrivano, confermarsi per 3 anni di fila non è facile, ma la squadra che anche se in difficoltà vinceva sempre del primo anno si è persa, era una decisione difficile da prendere e non so quanti se la sarebbero presa di cacciare una allenatore il giorno dopo la finale scudetto persa
    Poi è logico non abbiamo il polso dello spogliatoio ma La frase di Zambelli “(…) è pacifico che dopo tre anni si sarà un cambiamento” è una boiata pazzesca perchè se un allenatore ha la fiducia della socetà del suo staff e della squadra non lo cacci nemmeno se viene un terremoto, senza scomodare l’immenso GH che è stato 8 anni sulla panca tutta nera (8 anni!!!) ma anche smith mi sembra che a TV abbia messo belle radici

    • crosby 24 Marzo 2013, 11:25

      “Bontà del lavoro di Roux” ????
      Una c****a pazzesca.
      Anche un cieco si accorgerebbe che Polla Roux ha navigato sull’oro del lavoro fatto da Brunello prima e Casellato dopo.
      Ma dopo un po’ il sistema si sdrena…se non hai qualcuno che tiene alta l’asticella.
      A Rovigo non sanno neanche più cos’è un schema di gioco….chiedere a qualsiasi giocatore….usano ancora quelli di Casellato di 3 anni fa.
      Polla Roux deludente e incompetente al 100%.

      • Katmandu 24 Marzo 2013, 11:34

        Va beh ma i risultati li ha portati a casa o no? Semifinale scudetto primo anno e playoff il secondo, naviga sul lavoro di altri? Bene ma un domani di tutto questo non rimarranno solo i risultati e allora perchè a rovigo non vi siete tenuti casellato anzi lo avete cacciato perchè non era un allenatore da Rovigo?

        • crosby 24 Marzo 2013, 12:01

          Il Rovigo di Casellato arrivato in un anno al terzo posto perdendo di niente due semifinali contro il Viadana (a 3 mesi dal diventare Aironi). E nell’altra c’era la Benetton.
          Nei 3 anni successivi il Rovigo a guida Polla Roux-Fabio Coppo ha fatto questo:
          – persa la finale contro il Petrarca
          – uscito in semifinale contro il Calvisano neo promosso
          – 6.o posto in campionato, doppia sconfitta in Amlin con la spagnola, sconfitte interne con Reggio e Mogliano.
          Buoni risultati??
          Ma non la vedi l’involuzione dei risultati anno dopo anno.
          Polla Roux deve ringraziare Brunello e Casellato perché gli hanno permesso di oziare per 3 anni senza lavorare…

          • Katmandu 24 Marzo 2013, 12:16

            Appunto siete arrivati 3 e avete cacciato l’allenatore! Questi sono i fatti e l’anno dopo soete arrivati primi in campionato vincendo uno sfracello di partite anche quelle in bilico dalla finale scudetto in avanti c’è stata un involuzione come dici tu ma penso che sia stata più psicologica che altra
            Che poi non sia il miglior allenatore in italia siamo daccordo ma il migliore lo avete cacciato quasi a male parole per cui chi è causa del suo mal pianga se stesso 😉

          • Katmandu 24 Marzo 2013, 12:26

            E poi ancora con questa storia che calvisano era neo promossa… ma guarda il rooster faceva paura con nazionali in campo con molti giovani forti e alla fine hanno vinto il campionato! Dai alla fine era una corazzata partita da inizio anno per centrare i playoff e non per salvarsi

          • crosby 24 Marzo 2013, 12:32

            @katmandu: non sono mica il Presidente del Rovigo io che sceglie l’allenatore.
            Come sempre, io guardo ai numeri.
            E i numeri dicono questo:
            2009-2012: Rovigo 3.o (Casellato) pre-Celtic
            2010-2011: Rovigo 2.o (Roux)
            2011-2012: Rovigo 3.o (Roux)
            2012-2013: Rovigo 6.o (Roux)
            Li vuoi leggere i numeri o no?
            Non rispondermi “perché l’avete mandato via?”…non sono il presidente del Rovigo ne’ il procuratore di Casellato, sono solo uno che dice che Polla Roux e’ un incompetente e i risultati lo dimostrano.

          • Katmandu 24 Marzo 2013, 12:39

            Appunto la flessione è arrivata dopo molti anni in cui rovigo è ad alti livelli e un anno di rifondazione ci potrebbe pure stare (tipo petrarca l’anno scorso) in cui si naviga a vista inoltre secondo me non sono più tornati dalla finale persa contro i neri in casa
            Li andava fatto qualcosa inoltre la differenza tra un terzo posto e una finale scudetto delle volte è veramente minima vedi l’anno scorso mogliano (ancora casellato 😉 ) che giocando meglio è rimasta fuori dalla finale
            Ok è sesta al momento ma nulla è perduto
            Ps immaginavo che non eri il presidente di rovigo e nemmeno un procuratore la mia era una battuta

          • San Isidro 24 Marzo 2013, 23:58

            @crosby, beh, se dici che uno che arriva secondo e terzo in Eccellenza è un incompetente, i dubbi mi vengono sul tuo metro giudzio più che sull’operato di Roux…mah….

    • crostolo 24 Marzo 2013, 15:14

      Kat i numeri sono belli però bisogna saperli un po’ leggere. Roux al primo anno è riuscito a perdere uno scudetto senza avere avversarie. Al secondo anno ha perso contro una neopromossa, per carità squadra che poi ha vinto il campionato, però pur sempre una neopromossa. Al terzo anno…beh i risultati son sotto gli occhi di tutti. Dato la squadra che ha avuto in 3 anni uno scudetto ci doveva stare, non solo PO.

      Ciò che però mi ha colpito di più non sono i risultati in sè, ma la squadra e il gioco che ha espresso. In tre anni è evidente come Roux non abbia mai preparato, nel vero senso della parola, una partita. La squadra non scendeva in campo con un vero game plan preciso e atto a sfruttare i punti deboli avversari. Inoltre non si è mai preso le colpe delle sconfitte riversandole sempre contro gli arbitri (in parte aveva anche ragione) però un allenatore serio e competente ha il coraggio di essere oggettivo una volta ogni tanto. Nulla contro Roux come persona, nè come giocatore, anzi!, ma l’allenatore Polla onestamente, non lo sai fare (non ancora per lo meno)

      Ciò detto dal prossimo anno si potrà finalmente tornare al battaglini a vedere una squadra giocare a viso aperto, magari si vincerà anche di meno, ma si uscirà dallo stadio soddisfatti.

      • eclipse 24 Marzo 2013, 15:30

        L’errore più grosso è stato riconfermare lo stesso staff tecnico.

      • Katmandu 24 Marzo 2013, 15:44

        Tutto giusto e condivisibile, io non sto difendendo roux ma allora dai ragione a un mio ex allenatore che diceva che quando provava a portare qualcosa di nuovo a rovigo la squadra e i dirigenti gli dicevano di fare come facevano prima perchè hanno sempre fatto così e hanno vinto pure scudetti!
        Che roux non sia un fenomeno va bene ma se è stato confermato vuol dire che o era un bravo paraculo o aveva santi in via alfieri

        • crostolo 24 Marzo 2013, 15:46

          Per come la vedo io l’hanno riconfermato solo perchè era un “signor si”

          • Katmandu 24 Marzo 2013, 15:50

            Eh ho capito ma quindi stai dando la colpa alla dirigenza! Avevate un fior fior di allenatore che era un signor no e lo avete cambiato per un signor si

      • barbin cursari 25 Marzo 2013, 08:59
  3. crosby 24 Marzo 2013, 11:20

    Fantastico Zambelli riguardo Frati:”…la sua e’ un’autocandidatura!”.
    Frati non sa come riciclarsi ora che Prato sta implodendo e non ha opzioni…papa’ Dondi gli troverà alla fine un posticino in Accademia U18 a Parma…se questo e’ il futuro degli allenatori italiani stiamo messi davvero male…

  4. eclipse 24 Marzo 2013, 19:16

    Katmandu,il discorso Casellato(da quanto ne so io)ha avuto un crack con la dirigenza.Lo considero anch’io il miglior allenatore italiano,ma è inutile tirarlo in ballo adesso.Il gioco del Rovigo è andato un pò scemando già dalla scorsa stagione,dove non avevamo una mischia e dove sono stati sbagliati alcuni acquisti e dove erano già iniziati gli infortuni(e non credo sia stata solo sfiga).Abbiamo agguantato all’ultima giornata i PO a Padova,poi nella semifinale abbiamo perso con Calvisano,lo stesso Calvisano battuto durante la stagione a casa loro.Gli allarmi c’erano già la scorsa stagione.Quest’anno la cosa si è ripetuta al peggio.Da tifoso non posso che essere deluso.

  5. barbin cursari 25 Marzo 2013, 08:56

    sono anche io convinto che si sia atteso troppo. credo fosse giusto dare a polla una possibilità di riscatto dopo la finale persa. l’ha avuto lo scorso anno, ma come l’ha “gestita”? male. malissimo. ha centrato i playoff all’utlima giornata pareggiando a padova, con una squadra allestita per la vittoria finale. non dimentichiamo quanti soldi ha investito la dirigenza in questi 3 anni di polla roux. poi, arrivato in semifinale e vinta la partita d’andata grazie solo ad una magia di bacchetti, vi ricordate che partita ha impostato a calvisano? il nome giusto è NON GIOCO. nessuna pressiona, nessun gioco alla mano, nessuna pressione con gli avanti, NIENTE. mancava solo che per puro CULO griffen sbagliasse il penalty decisivo e si ritrovava in finale senza nemmeno sapere come. a mio avviso non è sufficiente guardare ai numeri, ma occorre vedere con che budget hai ottenuto quei numeri e giocando quale rugby e se i piazzamenti sono frutto di un lavoro o di episodi (come quelli citati sopra). quest’anno rovigo è (di fatto) fuori dai playoff. si riparte da un tecnico di rovigo e che (lui si) ha idee e progetti di gioco. magari non vincerà nulla. ma almeno vedremo una squadra lottare con i denti su ogni pallone e su ogni metro, giocando senza paure e complessi.

  6. spasello 25 Marzo 2013, 11:58

    … ricordo il pareggio a Padova, ricordo ahimè il ritorno a Calvisano che hai descritto in maniera così precisa: non gioco. Condivido le valutazioni e spero tu abbia ragione per quel che riguarda il futuro.

Lascia un commento

item-thumbnail

Zambelli sullo stop al Top12: “Decisione grave che non condivido”

Lo sfogo del Presidente della Rugby Rovigo che definisce prematura la chiusura anticipata della stagione

27 Marzo 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: la stagione probabilmente si chiude qui e lo scudetto non verrà assegnato

Ecco quanto emerso dal Consiglio Federale tenutosi oggi in videoconferenza

26 Marzo 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rovigo e Viadana, il Top 12 in sostegno alle proprie comunità

I Bersaglieri rossoblu imbustano mascherine, i gialloneri smistano le telefonate e portano spesa e medicinali agli anziani

25 Marzo 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Coronavirus e rugby: il Top12 verso una ripartenza con parecchie porte chiuse

I club del Top12 dovrebbero tornare in campo domenica. UPDATE: fissate le date dei possibili recuperi, chi vince lo Scudetto va in Challenge Cup

4 Marzo 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12, Valorugby: ingaggiato il seconda linea argentino Geronimo Alfredo Albertario

Gli emiliani rinforzano il pacchetto degli avanti con l'ex Valsugana

28 Febbraio 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Calvisano: è Gianluca Guidi il dopo-Brunello?

Probabile ritorno sulla panchina giallonera per l'attuale allenatore delle Fiamme Oro, ex proprio di Calvisano oltre che delle Zebre

27 Febbraio 2020 Campionati Italiani / TOP12