Viadana-FIR, nuovo episodio: e scoppia la “grana” Cantoni

Nuovo capitolo nella battaglia di carte bollate che mette di fronte il club lombardo e la Federazione. Al centro ancora il “caso Aironi”

COMMENTI DEI LETTORI
  1. malpensante 18 Febbraio 2013, 18:54

    Scrissi “un bel tacer non fu mai scritto”. Non ho capito la ratio del comunicato FIR, inutile e anzi tafazziano. E adesso volano gli stracci.

  2. graffio 18 Febbraio 2013, 19:46

    … e vai !!!
    Mi sa che al confronto “Beautiful” alla fine avrà meno puntate, inoltre sono d’accordo sull’inutilità e l’autolesionismo del comunicato FIR … è stata fatta una scelta che al momento è chiaramente perdente, le Zebre costano un casino, non hanno pubblico, perdono sempre pur essendo composte da molti giocatori ex Aironi (che qualche partita l’avevano vinta), è sotto gli occhi di tutti che qualcosa di poco chiaro è avvenuto tra Dondi/Gavazzi/Franchigia Celtica/Melgari/Viadana /Parma/ecc.: ma almeno state zitti!

    • Luca ‘Keeno’ Olivari 18 Febbraio 2013, 23:28

      GRAZIE!
      Non avrei saputo dirlo meglio. E’ quanto “urlo” da svariati mesi a questa parte. Sarà che sono di parte…

  3. Maurizio 18 Febbraio 2013, 19:52

    Urge una vagonata di camomilla in viale Basetti a casa Dondi grazie!

  4. cheeks 18 Febbraio 2013, 21:33

    Nel comunicato del Rugby Viadana ci sono alcune inesattezze o perlomeno omissioni. Intanto parla delle società parmensi che hanno fatto mancare un tot di soldini dimenticando di fare i nomi: Noceto, Amatori e Rugby Parma. Il Colorno risulta essere creditore degli Aironi, in quanto ha tirato fuori più soldi di quanto spettava in base alla partecipazione societaria.. Inoltre nella famigerata franchigia “Nord sud ovest est eccc” il Colorno non ne ha mai fatto parte e non ha partecipato alla domanda per prendere il posto dei primi Aironi, questa è una balla colossale. Il fatto che poi il Viadana stia facendo un campionato senza avere arretrati e pagando regolarmente, sta a dimostrare che i soldi c’erano anche lo scorso anno ma forse volevano aspettare la mamma fir che pagasse i loro debiti. Poi dare la colpa all’Amministratore delegato e basta che, tra l’altro era il rappresentante della parte minoritaria della società, vuol dire che il presidente che rappresentava la maggioranza dormiva oppure è un incapace se nn si accorge di quello che succede.
    Concordo col dire che il comunicato della fir era inutile.

    • spisier 19 Febbraio 2013, 23:29

      x cheeks : sei disinformato , tendenzioso e di parte ( parmigiana ) : ma della lira che dovevano sborsare i parmiggiani ( 1,5 milioni di euri ) ti sei dimenticato ???

      Non si voleva che la fir pagasse i debiti : BASTAVA CHE CERTE persone MANTENESSERO GLI IMPEGNI : SONO STATI CAPACI SOLO DI PAVONEGGIARSI TRONFI NELLE DIVISE DEGLI AIRONI !!! MA SGANCIARE , NIENTE !!

      …e difendere poi l’A.D. , ” che tra l’altro gestiva, con il suo studio anche tutta la contabilità degli Aironi ” , a cui era stata data una grande delega e massima fiducia , nonostante ” era il rappresentante della parte minoritaria della società ” , come dici tu , ci vuole pelo … ma tanto .

  5. try 18 Febbraio 2013, 22:36

    mi fa anche sorridere il fatto che viadana sottolinea le 6 (sei) vittorie su 50 partire, credendo di smentire che sul piano sportivo siano stati fallimentari.
    Suvvia un minimo di umiltà. Anche perchè per quanto indifendibili siano le Zebre, con il valore umano che hanno, stanno facendo alcune cose positive.

  6. BRCK 19 Febbraio 2013, 00:17

    E basta ‘sti Aironi: una squadra veramente del cazzo, con una mentalità da bambini dell’oratorio (perdiamo dopo 10 minuti e non giochiamo più), che sul piano sportivo ha prodotto risultati a dir poco ridicoli e che sul piano economico ha fatto ancora più ridere (i soldi per pagare gli stipendi c’erano? Gli arretrati sono stati pagati? La magica fidejussione che fine ha fatto?) a causa di una dirigenza a malapena degna dei tornei a Monopoli post pranzo di Natale.
    Inspiegabilmente, l’unica cosa buona che avevano era il seguito, inspiegabile per un squadra del genere…
    La finissero di fare sta pagliacciate e pensassero all’Eccellenza, che di riesumare l’armata brancaleone non se ne sente il bisogno…

    • luis 19 Febbraio 2013, 08:47

      Continuo a pensare che peggior pateracchio non si potesse fare, con le parti che dicono solo quello che fa più comodo.
      Restano ingenti investimenti ( in gran parte pubblici) buttati sia a Viadana che a Parma ( che adesso costa 8mil ), ma tanto con i soldi degli altri siamo dei maghi noi italiani!

      • giangi2 19 Febbraio 2013, 11:02

        Per amore di precisioni gli ingenti investimenti pubblici a Viadana non sono stati fatti, fermati proprio perchè è stata tolta la licenza agli Aironi.

    • graffio 19 Febbraio 2013, 11:07

      Guarda, meriti una risposta perché sei evidentemente di parte!
      A me degli Aironi “non può fregar de meno”; che cosa sia realmente successo non lo so (ho le mie idee, ma essendo molto lontano dalla vicenda, le tengo per me); l’hai detto tu “Inspiegabilmente, l’unica cosa buona che avevano era il seguito, inspiegabile per una squadra del genere …”; le Zebre costano il triplo, non le segue nessuno ed hanno sinora perso tutte le partite.
      Ora, non pare che l’operazione “Zebre” possa essere portata in palmo di mano, per cui se fossi la FIR me ne starei zitto e non continuerei a sbandierare l’evidente stupidaggine che hanno fatto a dar corso a tale operazione … senza contare che, come ho detto in un intervento precedente, “è sotto gli occhi di tutti che qualcosa di poco chiaro è avvenuto tra Dondi/Gavazzi/Franchigia Celtica/Melegari/Viadana /Parma/ecc.”.
      Oltretutto questo continuo ping-pong mi pare puerile: Viadana si è rivolta alla magistratura perché si sente defraudata, la FIR sta resistendo perché ritiene di aver agito per il meglio, i giudici preposti prenderanno la loro decisione … punto!

    • scomodo 19 Febbraio 2013, 12:28

      Bravo…bravo…bravo,non si vede niente che sei un po di perma!!!Una squadra veramente del “c…o”(per non usare il tuo termine)saranno le TUE zebre,i tuoi crociati, e i tuoi amatori(bella combricola).Spero solo che il prossimo anno sparisca completamente il rugby a Parma.Ma siccone Gavazzi e Dondi faranno cose che ci stupiranno(con Cantoni dimenticavo),scroceremo altri milioni inutilmente!!!Caro il mio BRCK…sei per caso uno che avanza dei soldi????E rilassati,buon rugby a tutti.

      • cheeks 19 Febbraio 2013, 13:02

        caro il mio Scomodo continui a dare colpe a Cantoni di chissà cosa… ma chi comandava negli Aironi?? Melegari o Cantoni? il socio di maggioranza o quello di minoranza, Cantoni quando ha visto che la situazione precipitava perchè l’illustre Melegari continuava a far muro contro la Fir volendo solo soldi, dimenticando che ciò che la Fir elargiva agli Aironi doveva fare la stessa cosa con Benetton, si è dimesso. Prova a parlare con i giocatori Aironi che aspettano dei soldi: di Cantoni nessuno parla male e anzi ne apprezzavano gli sforzi, di Melegari non ce n’è uno che ne parli bene. Tutta colpa di Cantoni lo sfascio Aironi?? Inoltre quando agli Aironi è stata ritirata la licenza la Fir voleva il loro marchio, pagandolo un ottimo prezzo, ma il prode Riccardo ha detto di no. Inoltre chiedeva i soldi per gli Aironi dicendo che non ne aveva, ma dove li ha tirati fuori quelli per pagare quelli del Viadana di quest’anno, non c’è gente che gioca solo per la gloria….

        • scomodo 19 Febbraio 2013, 13:20

          Per carità celeste…io non ce l’ho assolutamente con Cantoni,anche se conoscendo bene come erano andate le cose non doveva assolutamente abbandonarsi alle lusinghe della FIR.Melegari faceva muro contro la fir perche erano stati fatti sforzi in piu:vedi contratto sontuoso per il sig.Bergamauro,il rientro in Italia di Masi e qlc altro,la mancanza di soldi dai soci parmigiani…ecc.Sicuramente è stato fatto qlc errore.Non mi sembra di avercela tanto con Cantoni, nel mio intervento precedente ma di notare che si voglia far cadere il 100% delle colpe di questa situazione adosso agli ex Aironi:NON è cosi.

        • Maurizio 19 Febbraio 2013, 14:53

          Cheeks diciamo le cose come stanno a partire dalle voci su Cantoni perché non ti rivai a rileggere il comunicato degli ex dipendenti Aironi dove si accusa il signore in questione addirittura di non aver trovato il tempo in due anni di buttare giù uno straccio di contratto, poi parlando con i giocatori prima han detto peste e corna della Fir, adesso per forza di cose quelli che sono confluiti nelle Zebre tacciono o non fanno dichiarazioni ufficiali ma ai più qualche confidenza la fanno. È appurato poi che l’ex presidente della federazione aveva proposto al Viadana di far giocare le Zebre allo Zaffanella ma il Viadana stesso avrebbe dovuto sborsare dei soldi, quindi non è proprio così come tu la descrivi. Per il resto mi pare che le vostre critiche non entrino nel merito degli altri rilievi mossi dal Viadana, la federazione potrebbe anche aver ragione ma il comunicato federale è un autogol a porta vuota senza pressione perché tutto quello che non doveva dire lo ha detto ed è stato smontato punto per punto dal comunicato viadanese. Lasciando perdere la questione economica io mi concentrerei sulla questione risultati e giocatori, bene buona parte dei giocatori delle Zebre sono stati formati dagli Aironi ma la federazione ne rivendica il merito di averli preparati per l’alto livello, alcune sconfitte degli aironi sono state veramente pesanti ma confrontiamo un attimo i giocatori scesi in campo nelle fila avversarie, confrontiamole anche con Treviso, gli Aironi hanno sempre avuto il rispetto degli avversari così come Treviso, chiaramente non si schierava contro di loro la migliore formazione ma assolutamente non hanno mai schierato le riserve come accade abitualmente contro le zebre dove gli avversari vengono a Parma a fare allenamento.

          • PLINIO 19 Febbraio 2013, 19:20

            maurizio airone spennato, finora a pr non hanno perso 82 a zero e sono al primo anno… per poco cmq a pr le cosidette riserve schierate perdono per cui non sono d’accordo con la tua ultima parte che hai scritto

          • Maurizio 19 Febbraio 2013, 23:01

            Plinio caro come ti ho già detto sono di Parma, ho elementi come ti ho già fatto notare per smentire quello che tu hai detto altre volte ma soprattutto parlo con i fatti, postami quì formazioni degli avversari con età media dei giocatori e presenze in carriera nella celtic poi ne riparliamo, gli aironi hanno sempre giocato contro buona parte dei giocatori titolari, le zebre hanno sempre giocato contro le riserve gente poco esperta. Se vuoi farla breve ti do un altro test da fare anche se scommetto che non lo farai, posta quì i nomi dei giocatori lanciati dalle zebre (a proposito, vogliamo parlare del comportamento avuto per soffiare il nome zebre? addirittura onrugby aveva riportato l’audio di una telefonata a bollesan, uno di quelli che aveva registrato il nome) e quelli lanciati dalle zebre in celtic league vediamo cosa hai da dire…

        • spisier 19 Febbraio 2013, 23:42

          cheeks , per caso , sei tu Cantoni ?? o un suo parente stretto ??? Sul Viadana di quest’anno , sciaquati la bocca , intorno c’e’ gente che si sacrifica e crede ancora in qualcosa .

          E comunque tu , saccente saputello , difendi l’arroganza del potere e i suoi disegni , io no … Siamo differenti , nettamente …

          • cheeks 20 Febbraio 2013, 10:56

            Caro il mio Spisier io nn mi devo sciacquare la bocca per niente, non difendo l’arroganza del potere e sono contento di essere differente da te. Innanzitutto con i volontari di Viadana non ce l’ho assolutamente anche perchè ne conosco tantissimi e so quello che fanno. Non sono Cantoni ma sono un socio del Rugby Colorno che ha sempre creduto nel progetto Aironi, ho fatto alcune considerazioni.
            Primo: nel comunicato del Viadana si parla delle componenti parmensi senza fare nomi omettendo di dire che il Colorno ha sempre rispettato gli accordi e anzi risulta CREDITORE verso gli Aironi di una cifra veramente importante, che non ti dico per rispetto, che i SOCI hanno deciso di anticipare per venire incontro alle difficoltà economiche che si erano create e QUESTO A VIADANA NESSUNO LO SA.
            Secondo: la Fir aveva intenzione di acquistare il marchio Aironi per una cifra importante che avrebbe sanato una parte dei debiti contratti ma si è visto opporre un netto rifiuto da parte di Melegari.
            Terzo: La Fir aveva proposto a Viadana di giocare sul loro campo, il Viadana avrebbe dato una cifra alla fir, ma gli incassi, cartellonistica, e incassi club house sarebbero stati tutti a favore del Viadana.
            Quarto: il comunicato afferma che Colorno avrebbe avuto il 30% degli Aironi due che è una balla colossale in quanto il Colorno non ha mai avuto la minima intenzione di farlo.
            Queste cose a Viadana forse non le sa nessuno perchè chi comanda sono i soliti due, mentre a Colorno alle riunioni partecipano i 70 soci e sono al corrente di come sono andate effettivamente le cose…
            Che ci siano state tante cose che non hanno funzionato è innegabile, io dico che se ci fosse stato più sostegno dalle altre componenti parmensi non sarebbe successo tutto questo casino.
            Ripeto che il comunicato Fir è stato un st…ata che non aveva nessun senso e giustamente il Viadana ha risposto, però collegare la cattiva gestione economica solo a Cantoni, che tra l’altro rappresentava la parte minoritaria della società non mi sembra molto corretto, dopo tu giustamente difendi la tua idea, io la mia…
            E del Viadana io non ho criticato quelli che lavorano dietro le quinte e che sono il cuore pulsante della società e vanno allo stadio a sostenerli però tante cose non possono saperle perchè la gestione della società è diversa dalla nostra.

          • giangi2 20 Febbraio 2013, 12:35

            @cheeks:
            1) Colorno è creditore degli Aironi, così come il Rugby Viadana, che ha girato propri sponsor agli Aironi, così come (tra gli altri) il Lavadera Village.
            2) La FIR, purtroppo, non ha fatto nessuna offerta formale per rilevare il marchio Aironi, forse voleva farlo ma non lo ha fatto.
            3) La FIR ha chiesto 500.000 euro per giocare a Viadana, non so se formalmente o informalmente, e a quali condizioni esattamente.
            Probabilmente il punti 2 e 3 assieme sarebbero stati un buon compromesso rispetto all’attuale situazione, ma ci voleva una volontà di collaborazione che non c’è stata, sia da parte FIR che da parte Viadana, il che non mi stupisce, visto che fino all’ultimo Melegari riceveva rassicurazioni da parte FIR per la consessione della licenza.
            Un’ultima considerazione: a mio parere il credito di 1,5 milioni nei confronti di Parma e Noceto, e i buoni rapporti di Ruffolo e Cantoni con la FIR sono un ottimo argomento per spiegare la macata esecuzione della garanzia prestata da Melegari per gli Aironi.

          • PLINIO 20 Febbraio 2013, 14:28

            maurizio caro, io le partite le vado a vedere senza almanacco e mi faccio una mia idea su quello che vedo e provo…ho visto aironi, le zebre e francamente che si chiamino cosi o meno tanto non m’importa. certo che 82 a zero a pr non l’ho ancora visto e ho visto invece uno spettacolo piu’ decente di quelli che abitualmente e non sempre vedevo a viadana, per il resto dei tuoi sapienti fatti o eloquenti sentiti dire non mi interessa perche’ ripeto quando vado allo stadio non mi faccio prendere da tutte ste storie anche valide se vuoi. per me i 30 mutandati che ci mettono coraggio sono i primi attori ,che tutti devono pagare, a cui faccio riferimento sia che siano dell’asilo come dici tu o da casa di riposo come lasci intendere arrivino dal nord sassone.senza rancore credo che il mio sia un approccio diverso al rugby giocato e poi se c’e’ malafede nella sua gestione ci sono organismi e istituzioni preposte, in sostanza tifosi va bene ma vedere il buon gioco meglio non credi???so che non ho passato il tuo test ma ho sicuramente di meglio anche da fare. ciao

  7. dickinson 19 Febbraio 2013, 09:41

    Ma secondo voi uno piu pasticcione di Dondi riusciremo mai a trovarlo?
    Con piu cose escono sulla sua gestione di questi anni e piu mi convinco che ha fatto tutto con il c..o

  8. Joest 19 Febbraio 2013, 19:29

    e certo.. i celtici erano ben contenti di vedersi uan squadra fallita riverginata dagli amici del villaggino….

  9. Maurizio 20 Febbraio 2013, 15:10

    Plinio allora ti raccomando di non andare mai a vedere finali di campionato o partite molto importanti, li di bel gioco ne vedrai poco, le partite difficilmente saranno spettacolari ma il livello sarà molto alto, ti dirò di più, allora andiamo anche a vedere i crociati anzi sostituiamoli in celtic visto che le loro partite casalinghe spesso sono tirate e i giocatori ci mettono sempre un impegno encomiabile….. comunque credi di non aver passato il mio test e invece lo hai passato benissimo, dimostri di sapere poco o nulla di rugby e nemmeno la scusa che hai di meglio da fare regge perché se tu avessi visto le partite come dici saresti in grado di fare un elenco di giocatori in 10 secondi ma non lo hai fatto, evidentemente non hai argomenti validi per confermare quello che dici…..

    • PLINIO 20 Febbraio 2013, 19:19

      quello che avevo da dire e lo ribadisco, l’ho detto prima….chiudo

  10. Maurizio 20 Febbraio 2013, 15:20

    Cheeks, allora probabilmente saprai dei famosi giochetti proposti vero? Comunque la faccenda è ancora tutta da chiarire perchè quello che dice Viadana è vero anche se formalmente il Colorno non aveva ancora preso una decisione, sono sicuro che potrai confermare una diversità di opinioni all’interno della società, alcuni spingevano per continuare l’avventura Aironi, altri per destinare i soldi impegnati negli Aironi per far crescere il Colorno, evidentemente chi aveva da anni i rapporti con Melegari (Cantoni) ha creduto di avere l’appoggio dei soci colornesi o almeno di riuscire a convincere la maggioranza per la seconda avventura. l’accordo infatti era sulla parola semplicemente perchè colorno e cantoni fino a quel punto si sono sempre comportati egregiamente e attivamente per salvare la baracca, cosa sia successo alcuni giorni dopo l’abbandono del colorno al progetto non lo sappiamo, francamente mi sembra difficile credere che per un anno almeno cantoni abbia fatto il cavallo di troia ma le nomine e il resto qualche dubbio lo suscitano

    • cheeks 20 Febbraio 2013, 17:03

      Guarda l’impegno il Colorno come hai scritto ce l’ha messo tutto, il problema è sorto quando c’è stato il muro contro muro tra Melegari e Dondi sulla questione economica. La fir non poteva dare i 2 milioni (penso sia questa la cifra richiesta) perchè per gli accordi con le due franchigie, ogni cosa che la fir dava ad una andava direttamente all’altra e quindi l’esborso totale diventava di 4… La fir aveva proposto a Melegari la sostituzione totale dello staff tecnico compreso Tonni che avrebbe permesso un risparmio 600,00 euro, ma Melegari non ne ha voluto nemmeno parlare e poi ne sono successe un pò di tutti i colori, cmq ti garantisco che Cantoni non ha fatto il cavallo di Troia, ci aveva messo tantissimo del suo e del Colorno, con l’appoggio dei soci, ma purtroppo è andata cosi. Si è candidato come hanno fatto in passato gente di Viadana di Noceto e Parma ed è stato eletto, ma non come premio per le Zebre. Io penso che la peggior cosa sia stata la mancanza di appoggio da parte delle altre società parmigiane, soprattutto l’Amatori che è stata uno delle 3 fondatrici, che poi si è dileguata immediatamente. Parma non pervenuta e Noceto che si è messa dentro perchè costretta dall’altro consigliere federale Reverberi per far contento Dondi. Secondo me si è sprecata una grande opportunità per avere nella nostra zona l’intera filiera del Rugby con le società che a livello giovanile lavorano bene e con i ragazzi che avevano la possibilità di giocare a tutti i livelli tutti uniti da un unico obiettivo. Purtroppo queste cose non sono state colte e secondo me è un gran peccato, perchè adesso le Zebre sono figlie di nessuno, almeno gli Aironi avevano la componente Viadana con i suoi tifosi e anche da Colorno ci si andava in tanti perchè coinvolti nel progetto e vedevo anche gente da Parma che adesso però non va nemmeno a vedere le Zebre… ogni società cura il suo orticello e cosi sia… peccato…

    • spisier 20 Febbraio 2013, 19:22

      beh , piu’ di qualche dubbio : in giurisprudenza , 3 indizi fanno una prova …

    • spisier 20 Febbraio 2013, 19:28

      beh ,Maurizio , piu’ di qualche dubbio : in giurisprudenza , 3 indizi fanno una prova …

  11. Maurizio 20 Febbraio 2013, 16:11

    Giocatori fatti esordire con le zebre: Manici (sarebbe comunque andato agli aironi). Cazzola, belardo, chillon (già esperienza celtica con treviso), martinelli, odiete, sarto, cristiano, chiesa (26 anni), fazzari e tripodi di 30 anni. Giocatori fatti esordire o lanciati dagli aironi: pratichetti, benettin, bronzini, cattina, biagi, buso, d’apice, de marchi alb, de marchi andr, denti, favaro, farrarini, furno, pavan, pratichetti, quartaroli, Redolfini, romano, santamaria, tebaldi, toniolatti, trevisan, venditti, rilancio di staibano. Praticamente inutile e fallimentare il lavoro degli aironi….

  12. Maurizio 20 Febbraio 2013, 19:33

    Cheeks, l’inizio della fine è stato quando sono entrati rugby parma e noceto, due soggetti che erano contro, due soggetti che volevano comandare con i soldi di melegari (noi siamo la storia! disse una persona che ha una intelligenza inversamente proporzionale agli incarichi che gli hanno assegnato nel tempo… non voglio prendermi una querela, chi vuol capire capisca, non è uno del colorno ne degli amatori ma uno che recentemente ha avuto una nomina discreta passata sotto silenzio, uno che ovunque è stato si è distinto per la sua grande incapacità in ambito rugbystico) e due soggetti messi da dondi per fare presenza e forse qualcos’altro. La rugby parma comunque ha fatto bene ad uscire (ricordiamoci che il nuovo corso ha deciso di uscire, i vecchi dirigenti sono stati forzati ad entrare) perchè non aveva soldi, aveva pesanti debiti quindi perchè restare? Gli amatori hanno da subito messo a disposizione le quote perchè non avevano soldi, nessuno le ha prese, questo poi è dimostrato anche dalla rinuncia al granducato (comunque inutile vista l’impossibilità di scambio automatico di giocatori tra aironi e granducato visto che i proprietari erano gli stessi solo a quote invertite) e dalla ripartenza in serie C, certo rimane il rammarico perchè avrebbero potuto gestire meglio le risorse in passato e fare la voce grossa con la federazione qualche anno fa e non solo adesso dove hanno lntrapreso una guerra dove probabilmente hanno ragione ma dove perderanno sicuramente contro l’avversario più grande.

  13. giangi2 21 Febbraio 2013, 09:34

    Mi sembra che le ultime ricostruzioni siano molto centrate. L’unica cosa su cui rimangono dubbi è l’elezione di Cantoni, che mi sembra un’evidente ricompensa (così come per Ruffolo, uomo di Dondi negli Aironi), non perchè Cantoni sia stato un “cavallo di troia” per far fallire gli Aironi, perchè è vero che lui con Colorno ha collaborato al 200%, ma il finale della storia e qualche altro episodio lascia più di un dubbio. @Cheeks: ho grande ammirazione per Colorno, ma onestamente non credo che Cantoni e Padovani dicano proprio tutto tutto agli altri 70 soci, e certe cose che scrivi me lo confermano.

  14. Maurizio 21 Febbraio 2013, 11:05

    Giangi su Cantoni non so e il dubbio credo rimarrà almeno fino alle prossime elezioni federali, per quanto riguarda Ruffolo non ci sono dubbi basta vedere la sua provenienza e rispondere ad alcune domande quali cos’ha fatto nel rugby gli ultimi anni? Era all’interno della rugby Noceto? I soci del Noceto volevano dare vita a Crociati ed entrare negli Aironi? Reverberi ex presidente Nocetano (ritiratosi all’ultimo momento dalla corsa federale per lasciare spazio a Cantoni e designato poi come presidente delle Zebre) voleva o no i Crociati? Le posizioni di Reverberi e Noceto coincidono? Per il resto conosco poco Padovani ma la conferma che non tutto venga detto ai soci la si ha parlando con alcuni soci stessi e la cosa più triste che il rischio è alto soprattutto di questi tempi….

Lascia un commento

item-thumbnail

Il nuovo protocollo FIR per allenamenti ed attività agonistica

Tampone settimanale per il Top10, e nuove indicazioni per continuare a svolgere attività motoria individuale

27 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Il chiarimento della FIR sulle attività consentite dopo il nuovo DPCM

Proseguono regolarmente allenamenti e campionati delle squadre impegnate in tornei nazionali e regionali. Indicazioni anche su giovanili ed Old

19 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La FIR ha fatto chiarezza sull’ordinanza 620 della Regione Lombardia

Spiegato in dettaglio cosa va avanti e cosa, invece, si ferma fino al 6 novembre 2020

17 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Gavazzi: “Definito l’accordo CVC-Sei Nazioni, ma ora la mia priorità è la ripartenza”

Il presidente federale parla a anche di Pro14, Mondiale U20, ricandidatura e biglietti per la partita con l'Inghilterra

28 Settembre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Consiglio federale: i contributi alle società del massimo campionato

E su come considerare conclusi o meno i campionati se ci dovesse essere una nuova interruzione nel 2020/2021

17 Settembre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Il protocollo FIR per l’attività agonistica nazionale

Le disposizioni federali relative alla ripartenza: ci sarà un contributo per i test medici

15 Settembre 2020 Rugby Azzurro / Vita federale