Challenge Cup, sarà un altro sabato da pallottoliere?

Due gare interne e due esterne per la pattuglia italiana. Sperando che vada meglio del solito

ph. Alfio Guarise

L’andazzo degli ultimi anni non è certo dei migliori, con tante (troppe) imbarcate e qualche (troppo pochi) buon risultato. Dopo ogni giornata di Challenge Cup ci troviamo troppo spesso a stilare una contabilità fatta di punti e mete fatte/subite davvero  negativa per la pattuglia italiana. La speranza è ovviamente quella di essere smentiti tra qualche ora.
Questi gli impegni delle nostre squadre: il Mogliano ospita i Dragons di Newport; i Cavalieri Prato hanno un incontro proibitivo e casalingo contro lo Stade Francais (senza Sergio Parisse);  gara difficile anche per Calvisano, atteso a Bath;  infine Rovigo che va a far visita ai baschi del Gernika

 

Mogliano: 15 Ezio Galon, 14 Giovanni Benvenuti, 13 Enrico Ceccato, 12 Cristian Cerioni, 11 Marco Gazzola, 10 Edoardo Padovani, 9 Enrico Endrizzi, 8 Edoardo Candiago. 7 Meyer Swanepoel, 6 Marco Barbini, 5 Enrico Pavanello, 4 Jacopo Bocchi, 3 Massimiliano Ravalle, 2 Agustin Costa Repetto, 1 Andrea Ceccato.
Riserve: 16 Ivan Gianesini, 17 Laert Naka, 18 Gianluca Ceneda, 19 Federico Maso, 20 Nicola Corbanese, 21 Tommaso Boni, 22 Filippo Guarducci, 23 Alberto Lucchese.
Dragons: 15 Tom Prydie, 14 Will Harries, 13 Jack Dixon, 12 Andy Tuilagi, 11 Mike Poole, 10 Lewis Robling, 9 Jonathan Evans, 8 Ieuan Jones. 7 Lewis Evans (c), 6 Jevon Groves, 5 Andrew Coombs, 4 Ian Nimmo, 3 Tim Ryan, 2 Sam Parry, 1 Nathan Williams.
Riserve: 16 Hugh Gustafson, 17 Owen Evans, 18 Nathan Buck, 19 Rob Sidoli, 20 Tom Brown, 21 Wayne Evans, 22 Dan Evans, 23 Pat Leach.

 

Cavalieri Prato: 15 Michele Sepe, 14 Alessandro Lunardi, 13 Denis Majstorovic, 12 Ross Mccann, 11 Billy Ngwaini, 10 Filippo Vezzosi, 9 Marco Frati, 8 Alberto Saccardo, 7 Luca Petillo, 6 Edoardo Ruffolo, 5 Rome Nifo Tautua, 4 Giuseppe Boggiani, 3 Cosma Garfagnoli, 2 Lorenzo Giovanchelli, 1 Nicolas De Gregori..
Replacements:16 Alessandro Borsi, 17 Renzo Balboni, 18 Agustin Cavalieri, 19 Alfonso Damiani, 20 Pino Patelli, 21 Niccolò Tempestini, 22 Fabio Nannini , 23 Andrea Pozzi.
Stade Francais: 15 Paul Warwick, 14 Paul Sackey, 13 Lisandro Gomez Lopez, 12 Jérémy Sinzelle, 11 Francis Fainifo, 10 Nicolas Bezy, 9 Jerome Fillol, 8 Pierre Rabadan, 7 Arthur Chollon, 6 Lei Tomiki, 5 Nicolas Garrault, 4 Anton van Zyl, 3 Rabah Slimani, 2 Remi Bonfils, 1 Zurabi Zhvania.
Replacements: 16 Michael Van Vuuren, 17 Jérémy Becasseau, 18 Stan Wright, 19 Juan Cruz Guillemain, 20 David Lyons, 21 Lucas Rubio, 22 Julien Arias, 23 Jérome Porical.

 

Bath: 15 Jack Cuthbert, 14 Kyle Eastmond, 13 Horacio Agulla, 12 Sam Vesty, 11 Olly Woodburn, 10 Tom Heathcote, 9 Mark McMillan, 8 Nick Koster, 7 Guy Mercer (c), 6 Josh Ovens, 5 Ryan Caldwell, 4 Dominic Day, 3 David Wilson, 2 Brett Sharman, 1 Charlie Beech.
Riserve: 16 Tom Dunn, 17 Anthony Perenise, 18 Kane Palma-Newport, 19 Will Spencer, 20 Will Skuse, 21 Chris Cook, 22 Ollie Devoto, 23 Ben Williams.
Calvisano: 15 Shaun Berne, 14 Pablo Canavosio, 13 Andy Vilk, 12 Tommy Castello, 11 Ben De Jager, 10 Paul Griffen, 9 Gullo Palazzani, 8 Samu Vunisa, 7 Stefano Scanferla, 6 Giacomo Brancoli, 5 Paino Hehea, 4 Jaco Erasmus, 3 Salvatore Costanzo, 2 Luigi Ferraro, 1 Andrea Lovotti.
Riserve: 16 Andrea Gavazzi, 17 Luca Scarsini, 18 Elia Violi, 19 Luca Beccaris, 20 Gabriele Cicchinelli, 21 Simon Picone, 22 Michele Visentin, 23 Alberto Bergamo.

 

Bizkaia Gernika RT: 15 Fred Montagut, 14 Santi Salas, 13 Ale Torres Suar, 12 Wins Wilson, 11 Toto Mazzochi, 10 Deccie Cusack, 9 Ando Oreja, 8 Afa Amosa, 7 David Hernandez, 6 Jon Magunazelaia, 5 Goyo Zabaloy, 4 Oscar Astarloa, 3 Fer Iraizoz, 2 Unai Lasa, 1 Mike Dias.
Riserve: 16 Nico Bilbao, 17 Urru Urrutia, 18 Pingui Monje, 19 Jonbi Bilbao, 20 Lopa Lopategi, 21 Lato Latorre, 22 Parrish Garcia Parrado, 23 Iñi Olaeta.
Rovigo:
15 Rhys Lenarduzzi, 14 Roberto Pedrazzi, 13 Joe van Niekerk, 12 Elvis Sevealii, 11 Alberto Zorzi, 10 Davide Duca, 9 Mickey Wilson, 8 Andrea De Marchi, 7 Jack Jones, 6 Aaron Persico, 5 Jean-François Montauriol, 4 Daniele Tumiati, 3 Alessio Ceglie, 2 Nicola Gatto, 1 Nicola Quaglio.
Riserve: 16 Younes Anouer, 17 Giuseppe Datola, 18 Otis Lombardi, 19 Matteo Maran, 20 Francesco Menon, 21 Michele Zanirato, 22 Stefan Basson, 23 Stefan Ciochina.

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Challenge Cup: il Clermont batte La Rochelle 36-16 e trionfa per la terza volta

A Newcastle i jaunards sono sempre in controllo del match, soffrendo solo in parte i rochelais

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Champions Cup: la formazione del Leinster per la sfida ai Saracens

Tadhg Furlong taglia il traguardo dei 100 caps

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: La Rochelle prova a essere David contro il gigante Clermont

Nella finale della coppa cadetta i pronostici sono tutti per i gialloblu, ma occhio a dare per battuta la squadra di Jono Gibbes

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: le formazioni per la finale tutta francese

Clermont e La Rochelle si affrontano venerdì sera a St James Park: ecco i due XV

9 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: la finale sarà tutta francese

La Rochelle e Clermont si aggiudicano le rispettive semifinali non senza patemi. Eliminati Sale Sharks e Harlequins

21 aprile 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: il programma e le formazioni delle semifinali

Clermont parte da favorito contro gli Harlequins, La Rochelle-Sale Sharks più equilibrata. Tutto in diretta streaming su DAZN

20 aprile 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
  1. jazztrain 8 dicembre 2012, 09:53

    Temo di si, prepariamo il pallottoliere.

    • Katmandu 8 dicembre 2012, 10:03

      Temo purtroppo che dovrò tirare fuori anche il mio 🙁

  2. xnebiax 8 dicembre 2012, 10:32

    Io sono moderno e uso la calcolatrice.
    Il Rovigo dovrebbe provare a vincere, Mogliano a resistere. Le altre due hanno poche speranze penso.

  3. Marco89 8 dicembre 2012, 12:00

    è veramente disarmante su come il livello del nostro massimo campionato sia ancora così basso rispetto alle compagini europee. buscare di volta in volta 60-70 punti ,apparte qualche buona partita del calvisano e cavalieri.
    Secondo la mia modesta opinione la FIR dovrebbe puntare ad alzare il livello alla base(Giovanili etc etc) . Come fargli capire questo? … mah…

    • steve 8 dicembre 2012, 16:47

      La spiegazione di tutto ciò è semplice: il baricentro qualitativo del rugby italiano è spostato solo sulle due squadre celtiche. Due squadre, visti i risultati che fanno (soprattutto le Zebre) sono eccessive, anche perchè costano alla Federazione (=Zebre!). La politica dissennata della Federazione degli ultimi anni urla vendetta: ap arte Treviso (che non è una franchigia) si sono selezionati i migliori giocatori italiani in una squadra (Zebre) per giocare in un campionato dove non sono competitivi e si è così impoverito qualitativamente il campionato italiano che in Europa le sue squadre prende delle stracciate pazzesche! Come si dice dalle mie parti: “come pulirsi il c..o con la m….a”. …

  4. Rabbidaniel 8 dicembre 2012, 12:01

    Se Rovigo non vince nei Paesi Baschi c’è proprio da preoccuparsi.

Lascia un commento