Racing Metro e Stade Francais, un derby per 80mila tifosi

Si rumoreggiava da un po’, ora è ufficiale: il primo di dicembre Sergio Parisse, BergaMirco e Andrea Lo Cicero giocheranno allo Stade de France

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Hrothepert 23 Ottobre 2012, 11:47

    Come per….Treviso-Zebre!!

    • Katmandu 23 Ottobre 2012, 14:14

      no come zebre connath informati

      • Hrothepert 23 Ottobre 2012, 17:53

        Mi scuso non sono stato capace di far capire il senso dell a battuta, era soltanto per sottolineare che per un incontro tra le nostre 2 franchigie sarebbe oro colato averne 10.000!!

  2. gigi 23 Ottobre 2012, 11:48

    A TREVISO: BENETTON TOLOSA (HEINEKEN CUP) STADIO TUTTO ESAURITO: 7.000 SPETTATORI!!

  3. Hrothepert 23 Ottobre 2012, 12:14

    80000 – 7000 = 73000!!

  4. HECTOR 23 Ottobre 2012, 14:22

    fate un’ironia talmente banale che non fa assolutamente ridere. piuttosto, bisognerebbe imparare da paesi quali la francia come si fa a creare un forte movimento sportivo non solo in ambito rugbystico…………..

    • stefano nicoletti 23 Ottobre 2012, 15:50
    • ignorante2013 23 Ottobre 2012, 16:32

      basta avere qualche milione di euro che avanza…basta comprare giocatori nazionali in giro per l’europa, basta avere un bacino di utenza di 2milioni di persone(parigi), basta avere il rugby come sport “nazionale” da anni, basta poco che ce vo’

    • Hrothepert 23 Ottobre 2012, 17:58

      Dalla Francia solo ambito Rugbystico e, sotto l’ aspetto fairplay, dal mio punto di vista, nemmeno li sono il miglior esempio da seguire!!

  5. gigi 23 Ottobre 2012, 14:59

    APPUNTO! VISTO CHE HAI CAPITO ANCHE SE ERO STATO ….SINTETICO?

  6. Katmandu 23 Ottobre 2012, 19:15

    Volevo precisare il senso del mio discorso: il rugby non frega una mazza di niente al di fuori dei quattro degli sfigatelli che lo hanno praticato la dimostrazione? Quando gioca la nazionale stadi pieni entusiasmo a profusione ma dall’eccellenza alla serie c il pubblico si assesta dai 200 alle 500 persone di media e la composizione è fatta più o meno così 60% ex giocatori o amici dei giocatori 30% familiari dei giocatori e un 10% di altro non come nel calcio dove anche chi non ha mai dato un solo calcio al pallone va lo stesso allo stadio e sa il regolamento a memoria
    Quindi essendo uno sport “familiare” e poco permeato dall’esterno credo cbe nemmeno si fosse impiantata la franchigia in una città con più di un milione di persone i numeri sarebbero molto più alti lo dimostra il fatto che le partite della nazionale trsmesse in tv hanno un odience sempre con gli stessi numeri che in realtà sono in gran parte è giocatori o giocatori in attività
    Giusto spingerlo a livello mediatico ma i risultati saranno molto lenti e a
    vedere le partite ci andranno sempre le stesse persone solo che ora rispetto
    agli anni80 gli ex giocatori sono molto di più
    Ps ma è possibile che esiste un canale tematico sul tennis e no uno sul rugby?

    • mezeena10 23 Ottobre 2012, 20:37

      il canale del tennis come dici te è stato creato ed è finanziato quasi interamente dalla federtennis!

    • Silverfern 24 Ottobre 2012, 09:30

      Non è con le partite intineranti che si radica uno sport.
      Lo scorso anno gli Aironi hanno giocato HC a Monza, ma più d’uno (me compreso) ha storto il naso: per una partita son dovuto stare via da casa praticamente una giornata intera; ma la cosa che più mi ha urtato è che al momento della sottoscrizione dell’abbonamento non mi era stato detto.

      • Silverfern 24 Ottobre 2012, 09:31

        Ho sbagliato a postare: doveva essere inserito nel post di mistral, scusate.

        • mistral 24 Ottobre 2012, 18:33

          l’avevo supposto, e forse atteggiamenti un po troppo “comodi” come il tuo non aiutano a crescere… se tu avessi la sfortuna di abitare ad aosta, piuttosto che a sondrio , e di dover “perdere” regolarmente la giornata, avere una partita di richiamo a meno di duecento chilometri da casa sarebbe un colpo di culo enorme… e non è che tutti i parigini abitano a mezz’ora di rer dallo stade de france… ma così va il mondo, vogliamo sempre parcheggiare in centro, possibilmente senza pagare il tassametro…

  7. Hrothepert 23 Ottobre 2012, 19:55

    Una volta su SI c’ era un programma tematico, una volta a settimana se non erro,adesso mi pare che non ci sia più nemmeno quello, in compenso ci sono le dirette delle franchigie in CL.

    • mezeena10 23 Ottobre 2012, 20:41

      verissimo..a parte alcune tv locali, nelle nazionali zero rubriche, la rai che ha l’eccellenza zero rubriche, sport italia che ha la celtic, zero rubriche, la 7 che ha i diritti per i tests autunnali, zero rubriche..l’unica è sky, per chi ce l’ha, che trasmette le repliche delle partite e il resoconto delle giornate di coppa di mezz’ora a settimana

  8. mistral 24 Ottobre 2012, 08:34

    i paragoni sono sempre difficili, parlando di realtà molto diverse… gli 80.000 (pr il momento presunti) dello stade de france per RMP/SF arrivano per la maggior parte dalla regione parigina, dove in un raggio di 30 km abbiamo 12 milioni di abitanti, (e non i “soli” 2 milioni dell’ile de france) e un altro milioncino sono le presenze turistiche giornaliere, sia francesi sia internazionali, per le quali l’occasione parigi-rugby vale bene una messa… perpignan-tolosa (top14) hanno riempito lo stadio a barcellona, l’altra domenica in HC saracens-racing ha fatto più di 18.000 spettatori a bruxelles (il rugby in belgio!!!), personalmente sono convinto che se il tolone facesse un deplacement a genova invece che a marsiglia riempirebbe il ferraris come niente… certo, anche treviso e zebre (o ex-aironi), invece di continuare a mietere sempre la stessa erba, facessero un piccolo sforzo una-tantum verso ovest (torino) o sud (roma) troverebbero un pubblico maggiore, forse anche (per le zebre) migliore, ma non è detto… attorno al match si deve creare l’avvenimento, con il rischio naturalmente che la parte agonistica diventi minoritaria rispetto al contesto, ma per il momento in francia questo non è successo… i grandi attori vanno sui grandi palcoscenici per ingaggi e pubblico adeguati, con reltivo ritorno di fama e ri-adeguati ingaggi… qualcuno ha già ricordato campese in italia, in un’altra epoca… da allora in francia sono andati ancora in avanti, in italia no… spostare sul territorio il tendone del circo (pur con tutti gli elefanti) costa meno che creare un nuovo teatro stabile a roma, ma forse si scontra con interessi ed equilibri economici che le vecchie e nuove franchigie non hanno interesse a toccare… se riesci a sopravvivere con 3000-4000 spettatori a partita casalinga, ed il resto del budget ti viene gentilmente offerto “a gratis”, ma chi te lo fa fare di sbatterti? …

Lascia un commento

item-thumbnail

Top14, Montpellier: Vern Cotter ai saluti, al suo posto arriverà Philippe Saint-Andre

L'ex allenatore della Francia ricoprirà il ruolo di Director of Rugby

21 Gennaio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Ghiraldini raggiunge Parisse a Tolone?

Secondo Midi-Olympique, quello del tallonatore azzurro è uno dei profili valutati dal club francese per sostituire Etrillard

13 Gennaio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

La pazzesca rimonta in extremis del Colomiers di Edoardo Gori

La compagine dell'Alta Garonna ha vinto una partita che la vedeva sotto 29-19 entrando nel 79'

11 Gennaio 2020 Foto e video
item-thumbnail

Francia: al via il nuovo campionato Sevens, protagonisti i club di Top 14

Il nuovo torneo ha ricevuto un'ottima accoglienza Oltralpe. Ci sarà anche una squadra del Principato di Monaco

8 Gennaio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14: Tolone vola con Parisse titolare, lo Stade Francais abbandona l’ultima posizione

Riviviamo la tredicesima giornata del massimo torneo francese attraverso parole e numeri

7 Gennaio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14, Tolone: “Rhys Webb merita di non vestire più la nostra maglia”

Bernard Lemaitre, nuovo proprietario del club, ha accusato il mediano di mischia gallese di aver tenuto una condotta disonesta annunciando il suo rito...

6 Gennaio 2020 Emisfero Nord / Top 14