Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

All Blacks, Hansen: “Williams stava giocando a league”

L'head coach neozelandese torna sul gesto del suo primo centro contro la Francia

sonny bill williams

 

Stuff.co.nz, popolare sito d’informazione neozelandese, riporta le dichiarazioni dell’head coach degli All Blacks Steve Hansen in merito al gesto di Sonny Bill Williams che ha finito per rimettere parzialmente in partita la Francia, regalando un secondo tempo divertente ed emozionante agli spettatori neutrali. Meno felice Hansen: “Sarà di lezione a Sonny. Ora sa che la prossima volta deve prendere il pallone e non lanciarlo oltre la linea”

Su un calcio alto che lo vedeva contendere l’ovale in area di meta con Yoann Huget, infatti, Sonny Bill Williams ha deliberatamente lanciato il pallone oltre la linea di pallone morto per evitare che Huget potesse segnare. Un gesto che gli è costato un cartellino giallo e una meta tecnica assegnati dall’arbitro, peraltro in una situazione dove Williams aveva un chiaro vantaggio. Secondo Hansen si tratta di una reminiscenza del rugby league: “Non conosceva la regola perché [in quel momento] stava giocando a league”.

 

Non è la prima volta che il comportamento di Williams in campo viene ricollegato al suo passato da star di rugby a XIII. Anche dopo il cartellino rosso comminatogli contro i Lions nel secondo test della scorsa estate, diversi opinionisti sostennero che il placcaggio a spalla chiusa di Williams fosse dovuto a un retaggio istintivo lasciatogli dal league.

Hansen svela anche i particolari regolamentari: “io sono rimasto sorpreso (per l’assegnazione della meta tecnica oltre al cartellino giallo) finché Ian Foster (uno degli assistenti degli All Blacks) non mi ha spiegato la regola. Non avevo capito che, una volta che hai commesso quel fallo, sei praticamente considerato invisibile. Se commetti un fallo in area di meta è come se tu non fossi lì. Una volta capito questo, è stato chiaro che sarebbe stata una meta tecnica, visto che [Yoann Huget] avrebbe potuto prendere il pallone.”


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



15 risposte a “All Blacks, Hansen: “Williams stava giocando a league””

  1. gasport scrive:

    Hansen, stai a scherzà vero?

  2. Huxley Boyd scrive:

    “No non conosco tutte le regole… certe volte l’arbitro fischia e non so il perché, so solo che devo stare zitto e andare via…” Jason Robinson

  3. Gremo scrive:

    E al contrario mi ricordo che in rugby League aveva provato a formare una maul dopo un pick&go…

  4. mic.vit scrive:

    purtroppo è ormai assodato che a SBW ogni tanto il cervello va in default,sarà il suo lato pugilistico…sabato è stato ininfluente ma contro i Lions è costato la partita…forse sarebbe più utile utilizzarlo come finisher, terrebbe più alta l’attenzione e eviterebbe di esporre il coach a figure barbine per improbabili giustificazioni!!

  5. Giorgio Brera scrive:

    Però ‘sta cosa fa pensare… Non posso dire che Hansen è un pirla perché non conosce il regolamento. Se l’allenatore degli AB ha un dubbio, peraltro su una azione più unica che rara, significa che davvero ci sono sfaccettature nel codice del rugby molto complesse e mi consolo per la mia incompetenza. Inoltre significa che davvero nessuno può permettersi di criticare un arbitro… Se anche Hansen scopre cose nuove sulle regole figuriamoci se un tifoso qualsiasi può permettersi di giudicare. “Rigore è quando arbitro fischia”, punto. Che è una delle cose belle del rugby.

    • Huxley Boyd scrive:

      Concordo, e’ un altro profilo molto stimolante del rugby: le regole e la loro interpretazione non solo letterale, ma anche in base a principi (contendibilita’ del pallone, avanzamento, tutela della sicurezza dei giocatori).

    • Dusty scrive:

      Hai detto delle cose assolutamente vere. Infatti se vai a qualsiasi partita di rugby sugli spalti trovi persone che capiscono di rugby e si astengono di commentare le decisioni arbitrali anche quando appaiono sbagliate perchè sanno che l’arbitro può aver fatto (in un lasso di tempo brevissimo) più analisi dell’episodio e delle possibili implicazioni. Chi invece non capisce di rugby (ma crede di capirne) è sempre pronto ad inveire e gridare all’arbitro le parole più inopportune. Purtroppo mi sembra che questi ultimi stiano diventando sempre di più.

  6. cassinet scrive:

    sicuramente errore di traduzione, Hansen in realtà ha detto ” io sono rimasto sorpreso che un arbitro potesse fischiare contro gli All Blacks”

  7. TommyHowlett scrive:

    Strano il gesto di SBW; poteva tranquillamente prendere il pallone tra le mani, evidentemente ha avuto un attimo di… SBW. Per quel che riguarda le dichiarazioni di Hansen, spero si tratti di una mala traduzione…

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento