Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Rugby e calcio che collaborano: a Catania presentato il test match Italia-Fiji

Orazio Arancio, presidente della FIR Sicilia, è sicuro: al Massimino il tutto esaurito, scommessa da vincere
italia rugby mischia

ph. Sebastiano Pessina

I ventitré anni di attesa per l’Italrugby in Sicilia finiranno alle 15 del prossimo 11 novembre, quando gli Azzurri affronteranno le Fiji al Massimino di Catania, sede anche della sfida contro la Romania dell’ormai lontano 1994. Dopo l’annuncio ufficiale della scorsa settimana, ieri nella città etnea si è svolta la conferenza stampa di presentazione del test match che inaugurerà la finestra autunnale dell’Italia, alla presenza degli artefici di questo ritorno della palla ovale internazionale nel Meridione.

 

Grande emozione per Anthony Barbagallo, assessore regionale allo sport che ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’organizzazione dell’evento: “Un grazie al Catania Calcio per la disponibilità. Non sempre si trova questa comprensione. Per questo devo ringraziare il presidente federale Gavazzi e quello regionale Orazio Arancio, grande compagno di viaggio, oltre ovviamente il Comune di Catania e il Catania Calcio. Insomma, grazie a tutti i componenti di questa che io definirei una squadra vincente – ha dichiarato Barbagallo, come riporta La Sicilia Vogliamo dimostrare ancora una volta che questa terra è capace di organizzare e ospitare grandi eventi: il Giro d’Italia, che tornerà anche nel 2018 con tre tappe, e i Mondiali militari di scherma che stanno per cominciare. Vogliamo fare bella figura. Vedrete, ci riusciremo”.

 

Una delle figure chiavi nella vicenda, insieme a Barbagallo, è stato senz’altro Orazio Arancio, il presidente del comitato regionale siciliano per il rugby. Arancio non ha dubbi sulla grandezza e sulla riuscita dell’evento (“Abbiamo superato tutte le difficoltà e adesso vogliamo solo continuare a lavorare spediti per farci trovare pronti. Sarà la festa di tutta Sicilia”), ma non dimentica nemmeno la sua personale scommessa con l’amministratore delegato del Catania Calcio, Piero Lo Monaco: “Lui è convinto che non faremo più di diecimila spettatori, io sono certo che faremo il tutto esaurito e magari qualcuno rischierà pure di restare fuori… Faremo grande promozione anche nelle scuole di tutte le province e proporremo pacchetti di biglietti con scontistiche particolari. Vinceremo la scommessa”.

 

Proprio l’appoggio del Catania Calcio è stato a sua volta fondamentale, vista la concomitanza con la partita Catania-Catanzaro di Serie C che verrà rinviata a data da destinarsi. “Da ex rugbista – ammette il presidente Davide Franco – con fierezza non potevo non sposare questa meravigliosa iniziativa”. “Per questo grande evento – ha continuato anche l’assessore comunale Valentina Scialfa – il Comune d’accordo con il Catania Calcio non ha esitato un solo attimo a concedere lo stadio”. È intervenuto anche il presidente FIR Alfredo Gavazzi, che ha voluto anch’egli ringraziare la società calcistica della città: “Non sempre c’è questa comprensione, ma lui da ex rugbista non poteva dire di no… Sarà un grande evento, non c’è dubbio, un momento di grande promozione sportiva, sociale, turistica e culturale visto che la partita sarà vista in tv in oltre 100 Paesi del mondo, praticamente ovunque”.

 


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



5 risposte a “Rugby e calcio che collaborano: a Catania presentato il test match Italia-Fiji”

  1. Pierre scrive:

    Contento per la città di Catania, importante per il nostro sport, che ritrova il rugby internazionale dopo decenni.

    Resta però l’amaro in bocca nel constatare le condizioni dello stadio scelto, il Massimino.
    Ormai è imbarazzante per il calcio, figuriamoci per il rugby.

    Da un punto di vista solamente di impiantistica il San Filippo di Messina, per restare in zona è molto più adatto (anche se oggettivamente troppo capiente per questa partita).

  2. antonio scrive:

    Non ho capito perché giustamente nel manifesto che pubblicizza il test per catania c’è lo slogan “SICILIA E’ RUGBY” ed invece per il test a Firenze “FIRENZE E’ RUGBY” non mi sembra intelligente, visto il campanilismo toscano.
    Ma forse ci sarà un’altra spiegazione.

  3. And scrive:

    partita di vincere. Spero x lo spettacolo che il campo sia regolare (e non come quello di Salta visto al Championship, vergogna World Rugby!), ma se fosse più corto/stretto noi ci guadagniamo…

  4. Hullalla scrive:

    Con le Fiji in campo ci si diverte sempre :)

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento