Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Amarcord Lions: quella chiamata che Zebo ricorderà a lungo

Vendetta telefonica terribile per l'ala di Munster nel 2013

british & irish lions

Se lo ricorderà per sempre Simon Zebo lo scherzetto fatto quattro anni fa a Conor Murray, durante il match tra Lions e Rebels nel corso del tour australiano del 2013. Nella partita dell’esordio dell’ala di Munster con la selezione, mancano pochi istanti alla fine del primo tempo. Zebo grida a Murray di calciare fuori che il tempo è finito: peccato che al quarantesimo manchino ancora una manciata di secondi, quanto basta per permettere alla squadra di Melbourne di lanciare la touche. Murray si gira e vede Zebo ridacchiare. La squadra avrà però la sua vendetta.

 

In hotel, Zebo deve lanciare un dado e scegliere la sua punizione. Vestirsi in modo bizzarro, ballare, ma la più bella è chiamare il proprio allenatore di club e dirgli di voler diventare capitano la prossima stagione. Zebo becca proprio questa e la chiamata è immediata. Dall’altra parte della cornetta Rob Penney, head coach di Munster.

 

 


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



4 risposte a “Amarcord Lions: quella chiamata che Zebo ricorderà a lungo”

  1. Fabruz scrive:

    Caspita alla fine ridevano e non sono riuscito a comprendere la risposta dell’allenatore

  2. Bigpaci scrive:

    bello vedere che fanno le stesse cose di noi rugby/birra/salamella

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento