Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Test Match 2017: i 31 inglesi per il tour in Argentina

In gruppo gli esclusi Lions e 15 uncapped (tra cui Lozowski, Solomona e Francis)
Denny Solomona bath

ph. Reuters

Coach Eddie Jones ha annunciato i 31 giocatori convocati per il tour di giugno in Argentina che prevede i Test Match contro i Pumas. Una squadra in cui trovano posto ben 15 uncapped e gli esclusi eccellenti del tour Lions, a cominciare da capitan Hartley e passando per i vari Joe Launchbury, James Haskell, Chris Robshaw, George Ford e Mike Brown. Tra gli esordienti c’è Alex Lozowski, che questa volta potrebbe definitivamente guadagnare il primo cap data l’assenza di Danny Cipriani (mancano anche Wade e Rokoduguni).

In gruppo anche il neozelandese ex League Denny Solomona e l’apertura Piers Francis, in forza ai Blues di Auckland ma dalla prossima stagione a Northampton. Tra gli altri uncapped, Ben e Tom Curry e Nick Isiekwe.

 

 

Mischia: Will Collier (Harlequins, uncapped), Luke Cowan-Dickie (Exeter Chiefs, 4 caps), Ben Curry (Sale Sharks, uncapped), Tom Curry (Sale Sharks, uncapped), Charlie Ewels (Bath Rugby, 3 caps), Ellis Genge (Leicester Tigers, 1 cap), Dylan Hartley – captain (Northampton Saints, 84 caps), James Haskell (Wasps, 75 caps), Paul Hill (Northampton Saints, 5 caps), Nathan Hughes (Wasps, 8 caps), Nick Isiekwe (Saracens, uncapped), Joe Launchbury (Wasps, 42 caps), Matt Mullan (Wasps, 15 caps), Chris Robshaw (Harlequins, 55 caps), Sam Underhill (Ospreys/Bath Rugby, uncapped), Harry Williams (Exeter Chiefs, uncapped), Tom Wood (Northampton Saints, 50 caps)

Trequarti: Mike Brown – vice-captain (Harlequins, 60 caps), Danny Care – vice captain (Harlequins, 71 caps), Joe Cokanasiga (London Irish, uncapped), Nathan Earle (Saracens, uncapped), George Ford – vice captain (Bath Rugby, 35 caps), Piers Francis (Auckland Blues/Northampton Saints, uncapped), Sam James (Sale Sharks, uncapped), Alex Lozowski (Saracens, uncapped), Harry Mallinder (Northampton Saints, uncapped), Joe Marchant (Harlequins, uncapped), Jack Maunder (Exeter Chiefs, uncapped), Jonny May (Gloucester Rugby, 25 caps), Henry Slade (Exeter Chiefs, 4 caps), Denny Solomona (Sale Sharks, uncapped)


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



18 risposte a “Test Match 2017: i 31 inglesi per il tour in Argentina”

  1. Danthegun scrive:

    Se Alex Lozowski dovesse esordire sarebbe un peccato ma mi sembra ormai inevitabile.

    • kinky scrive:

      Se Alex Lozosky dovesse esordire sarei solo che contento così tutti ci mettete una pietra sopra ed è finita lì! Mai creduto un solo istante al suo arrivo da noi partendi dal fatto che non ha mai minimamente manifestato un interesse nei nostri confronti!

      • Danthegun scrive:

        Credo che le convinzioni di oggi possano cambiare un domani se cambiano le condizioni.
        Oggi Lozowski è ad un passo di poter giocare con la nazionale più forte del mondo ed è giusto che si giochi tutte le sue carte.
        Allo stesso modo credo che l’Italia non possa fare troppo la sostenuta rifiutandosi di tentare a portare in nazionale questo giocatore.
        Se per un qualsiasi caso non fosse stato attenzionato dalla nazionale ingelse fino al 2019 forse un pensiero di giocarsi un mondiale con l’Italia sarebbe anche potuto venirgli.
        La mia è più una speranza che una convinzione ma sono certo del fatto che nulla si può dare per scontato in una carriera di un giocatore professionista che dura solamente 15 anni.

        • narodnik scrive:

          la nazionale piu’ forte del mondo???cmq non la farei tanto lunga,vuole giocare per l’ighilterra c’e’ poco da sperare e per me e’ meglio cosi’ visto che con la nazionale italiana non ha niente a che vedere.

    • fracassosandona scrive:

      da noi sarebbe titolare inamovibile…
      tuttavia Lozowski si sente inglese, vuole giocare per l’inghilterra e la nazionale italiana non deve essere un ripiego per nessuno… non so neanche se sua madre gli abbia insegnato la nostra lingua…
      stia lì e si diverta…

      noi faremo con quelli che avremo a disposizione: per me il nostro 10 titolare dovrebbe essere Padovani, Allan 12 e Canna 22… 15 McLean o meglio ancora Hayward… (giusto per andare OT e mettere un po’ di sale alla giornata)… :-)

      • gsp scrive:

        anche il pepe Frac. ma non capisco, se hai trovato un 15 di livello che si e’ affermato facendo prestazioni di livello, in attacco ed in difesa, perche’ spostarlo?

        • fracassosandona scrive:

          perché nessuno mi toglie dalla testa che sia un 10 adattato a 15, e che i due 10 che abbiamo farebbero fatica a giocare titolari in qualsiasi altro club di pro12, figurati in francia o inghilterra…

          • xnebiax scrive:

            Non sono molto d’accordo su Padovani. A 15 lo vedo meglio. Interessante potrebbe essere vederlo a 12 come secondo play.

          • gsp scrive:

            toglilo tu dalla tua testa e fai giudicare il campo, no? :) :)

            il rugby e’ pieno di giocatori che fanno piu’ posizioni e molti iniziano la carriera facendo altri ruoli, poi cambiano, e poi ci rimangono. e’ abbastanza normale.

            e poi scusa, Allan non sarebbe un 12 “adattato” per la stessa logica? per me invece gioca dove vuole e dove funziona.

          • Unforgiven79 scrive:

            Beh, mi sembra un po’ severo il giudizio su Allan e Canna. Padovani potrebbe forse fare anche il 10, ma li hai visti i recuperi che ha fatto da ultimo difensore?

  2. xnebiax scrive:

    Comunque questo Tour è sottotitolato “Cappiamoli prima che ce li freghino”.
    Solomona, Francis, Cokanasiga, Lozowsky, e soprattutto Underhill che è conteso tra Galles, Inghilterra e penso anche USA.
    Convocazioni tattiche.

  3. mic.vit scrive:

    checcefrega de lozoskwy noi c’avemo padovani!!! :)

  4. And scrive:

    Non c’è un caso Lozowski perché a lui nn è mai passato x l’anticamera del cervello di vestire la maglia azzurra. Piuttosto all’apertura è interessante la chiamata di Piers Francis degli Auckland Blues. Io nel tour avrei portato anke quello che al 6NU20 sembrava un fenomeno, almeno nella partita contro il Galles che ho visto…Zach Mercer!

  5. Mr Ian scrive:

    Il movimento inglese al momento si conferma essere quello più prolifico in tema di formazione di giovani talenti, Eddie Jones da questo punto di vista è molto coraggioso e sta puntando forte su parecchi giovani, tra cui anche dei 18enni…di queste convocazioni tra i più interessanti ci sono, i gemelli Curry flanker di 18 anni con già presenze in Premiership, proprio Tom domenica ha fatto una super prestazione contro Gloucester. Underhill dagli Ospreys, in forte crescita nella prima parte di stagione, adesso un pò in calo come tutta la squadra. Isiekwe seconda linea dal gran fisico, debuttante dal primo minuto contro i Saints domenica e capace insieme ai Saracens, con molte riserve, di espugnare il campo dei Saints.
    Tra i trequarti direttamente dal Championship Cokanasiga, fijiano dal fisico potente, il centro Marchant, già noto dallo scorso mondiale U20, l ala Saracens Earle, il figlio d arte Mallinder, giocatore che mi piace parecchio.
    I development player da testare saranno Francis, finalmente una buona apertura arriverà a Northampton e Solomona che dal suo arrivo a Sale ha risollevato in parte le sorti degli Sharks

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento