Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Eccellenza: Calvisano vince a Viadana, Padova espugna Roma e tiene il passo

San Donà batte Reggio Emilia e si porta al quarto posto, Mogliano la spunta a Piacenza
eccellenza calvisano viadana rugby

ph. Rugby Viadana

Dopo l’anticipo di sabato che ha fatto registrare la vittoria di Rovigo contro la Lazio, si sono giocate le altre 4 partite della giornata numero 14 del massimo campionato nazionale di Eccellenza.

 

Viadana-Calvisano: nel big match di giornata a spuntarla è la capolista Calvisano, che espugna lo Zaffanella con il punteggio di 18-26. Per gli ospiti un primo tempo di sofferenza, chiusa sotto per 12-10, ma poi una ripresa da protagonisti: Minozzi trova subito la meta che spinge i suoi in avanti. Il Viadana fatica. Il giallo comminato a Krumov ne è la riprova. Poi Minozzi e Ormson si alternano nel tabellino infilando punti al piede. Il gap rimane però invariato a favore dei vicecampioni d’Italia

 

Fiamme Oro-Petrarca: altro colpo esterno di giornata è quello del Petrarca, che nella Capitale si impone 21-29 sulle Fiamme Oro. Nonostante un buon inizio della squadra cremisi, testimoniato dalla meta di Moriconi, sono il piede di Nikora e la realizzazione pesante di Su’a a tenere davanti i veneti che nei secondi quaranta minuti suggellano la loro affermazione con la meta di Menniti-Ippolito.

 

San Donà-Reggio Emilia: irrompe in zona playoff San Donà, che fra le mura amiche riesce ad avere ragione della compagine reggiana per 20-15 . Dopo un primo tempo equilibrato, chiuso sul 13-9 al Pacifici, il secondo tempo vede un primo avvicinamento degli uomini di Manghi; ma la meta di Dal Sie – al settantesimo –  consegna di fatto la vittoria ai suoi. In conclusione, è buono il piazzato di Gennari per Reggio Emilia che comunque raccoglie il punto di bonus difensivo al pari di Piacenza.

 

Lyons Piacenza-Mogliano: al termine di una partita tiratissima, il Mogliano torna a vincere battendo 16-19 i Lyons Piacenza. Le segnature di Corazzi e Masato avevano illuso in un primo tempo gli ospiti, ma il rientro dei padroni di casa è stato perentorio. In corrispondenza dell’ora di gioco, gli emiliani trovavano un bel parziale grazie alla meta di Ferrari ed ai piazzati di Mortali. L’arrivo al photofinish però ha premiato i veneti, che con la segnatura di Visentin, convertita da Trent Renata, sono riusciti a spuntarla.

 

Classifica: Calvisano 63, Petrarca 53, Rovigo 46, San Donà 34, Viadana 30, Mogliano 30, Fiamme Oro 27, Reggio 23, Lazio 21, Piacenza 16


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



27 risposte a “Eccellenza: Calvisano vince a Viadana, Padova espugna Roma e tiene il passo”

  1. maz74 scrive:

    Commento corretto primo tempo Calvisano in sofferenza sopratutto in mischia e secondo tempo partita indirizzata dall’arbitro

  2. delipe scrive:

    Buonasera,
    A Viadana partita niente di trascendentale, ma combattuta a viso aperto e incerta fino all’ultimo
    Credo sia un po ingiusto per Viadana perdere il bonus proprio allo scadera. La squadra di casa ha dimostrato un buon collettivo, una mischia solida soprattutto nel primo tempo che ha costretto Calvisano a diverse infrazioni. Ormson mi sembra di averlo visto più forte in passato, ma comunque rimane un leader di questa squadra
    Show di Minozzi con tre mete e un drop e il calcio all 80 che fissa il risultato. Il ragazzo ha i numeri non devo scoprirlo io, personalità forse a volte troppa nell individuale ma se marca con facilità la terza meta bruciando la difesa certo non stiamo a fare i preziosi nel commento :)
    La prima meta invenzione di un calcetto di Novillo, la seconda meta conclude una meta di apertura collettiva quasi in bandierina.
    Un mio plauso personale ad Antonio Denti autore di una ottima orestazione in mischia come detto, come pericoloso portatore di palla e autore di una meta che ha tenuto in gara la sua squadra fino all’ultimo
    Nota negative sorpreso dallo stadio non pienissimo (400 spettatori ? La mia impressione) nonostante Viadana e Calvisano siano 4 e 1 in classifica e vicini di casa.
    Altra nota stupito dalla gestione di entrambe le squadre in ruck con grandissima indisciplina nelle entrate laterali, scavalcamenti ecc. ecc.Devo dire che in questo modo non si aiuta per nulla chi deve gestire la partita che a parte qualche svista interprativa a fatto il suo con un buon metro di giudizio per entrambi le compagini
    In ultimo, ma non certo per importanza, abbiamo apprezzato la birra di un accogliente club house. Ce ne fossero di cittadine amanti del rugby italico cosi !!, un augurio a Viadana di trovare ancora di più migliaia di appassionati, senza togliere ai presenti lo spirito e l’incitamento costante, a volte con cori similcalcio….ma vabbè sono io che invecchio :) :)
    FORZA CAMPIONATO NAZIONALE !
    Cordialità

    • delipe scrive:

      Addirittura il tabellino FIR riporta 1000 spettatori. Ok se vogliamo fare la moltiplicazione dei pani e dei lucci, la pesca dovrebbe aprire tra poco.
      Comunque le tribune sono sempre meno piene.
      260 a San Donà (sempre fonte Fir)
      A Viadana i tifosi di Calvisano erano davvero pochi.
      Persino nel big match di tempo fa Calvisano Padova, non mi sembra di aver visto molte facce note del tifo organizzato.
      Ma vabbè mi sa che giocava il Brescia calcio in casa…se la cosa ha realmente attinenza
      Comunque come dice il mio caro amico Pasquale Presutti “il rugby in Italia non è più quello di una volta….”
      400 800 1000 ….la sostanza cambia poco
      FORZA ITALIA DEL RUGBY !
      Cordialità

      Ps e anche le competenze in tribuna sono scemate, una volta c erano intere zone delle tribune dove potevi imparare qualcosa di quello che succedeva in campo se eri neofita…ora sempre più buio pesto

  3. LiukMarc scrive:

    Io sinceramente a Viadana ho visto tanti di quei falli non fischiati (da entrambe le parti sia chiaro) che davvero mi faceva venire il nervoso (tanto non tifavo per nessuna delle due)…

  4. gian scrive:

    Petrarca come al solito non convincente del tutto la spunta in casa delle ffoo che si dimostrano bella squadra e che riescono a spuntare alcune delle armi migliori dei tuttoneri, ottimi in difesa subiscono tanto in indisciplina ed il petrarca riesce a spuntarla di esperienza e consistenza.
    buoni ritmi e velocità ed intensità sopra la media domestica e belle individualità che coltivate potrebbero ambire a palcoscenici migliori

  5. neofita scrive:

    A Piacenza l’ultima meta del Mogliano è viziata da un velo evidente velo. Ok non parliamo dell’arbitro, ma perdere a tempo scaduto con una azione irregolare un po’ ti girano…..
    I Lyons hanno molte cose da rimproverarsi, ma diciamo che sono anche un po’ sfortunati, se si fossero trovati davanti il Mogliano con la stessa voglia di giocare che ha avuto con la Lazio avremmo vinto senza problemi.
    Speriamo solo di trovare il Rovigo con la stessa arrendevolezza mostrata ieri.
    A non voler pensare male, posso solo dire che questo sistema del bonus anche quando perdi di 20 punti rischia di falsare un po’ la lotta per salvarsi.
    Detto questo ormai solo un miracolo ci può salvare

  6. maz74 scrive:

    Calvisano sempre in difficoltà in mischia, ma non punitoadeguatamente. Diversi placcaggi alti non visti, uno clamoroso su Brex impossibile da non vedere.

    • LiukMarc scrive:

      Più che altro entrate laterali e mani in ruck come se piovesse (da entrambe le parti), oltre ad una serie di mischie che invece del reset poteva anche far giocare partendo dalla base.
      Se anche i nostri arbitri non alzano la qualità delle loro prestazioni (in linea generale, anche vedendo ieri a Rovigo), il nostro campionato (e il gioco) ne rimarrà sempre penalizzato

  7. marco68 scrive:

    A viadana partita ancora una volta condizionata dall’arbitro che ha permesso il gioco sporco di calvisano,e dall’inesperienza di un Viadana che sta’ oggettivamente crescendo(mischia chiusa veramente forte) ma che pecca nel gestire i finali di partita buttando punti in quantita’ industriale.Probabilmente manca un vero leader che aiuti a gestire queste situazioni,
    Categoria arbitrale degna del livello rugbistico in italia

  8. xaba scrive:

    Da tifoso di VIADANA trovo assurdo che una squadra a cui abbiamo dato 40 punti, ci sia davanti in classifica, ma è solo colpa nostra dopo l’orrenda partita di Reggio! Ps: spero che Minozzi venga fatto crescere e seguito a dovere, perché è davvero forte!

  9. malpensante scrive:

    Vado controcorrente: almeno nel primo tempo arbitraggio decoroso tenendo conto che è molto difficile arbitrare quei due lì e non sempre Viadana ha sfruttato adeguatamente la superiorità di Brandolini e Denti. Nel secondo tempo, arbitraggio molto scadente, zero controllo sulle ruck e zero fischi sui fuorigioco sistematici. Ma Viadana l’ha persa beccando le solite mete con una difesa che da inizio campionato regge individualmente ma perde regolarmente la bussola quanto a schieramento e rischieramento. Rispetto ad inizio campionato Ormson è davvero molto cresciuto, ma le frecce all’arco sono diminuite: manca la brillantezza e la pericolosità di Taikato prima versione, e il Brex attuale assomiglia più a un giocatore di Treviso che a quello ammirato fino a poco tempo fa allo Zaffanella. Minozzi, prestazione super: al di là dello score e del drop a regola d’arte, lui e Chiesa hanno tenuto alla perfezione il triangolo e, attaccando, messo in croce gli errori viadanesi. Al di là dell’arbitraggio, Calvisano mette in mostra una signora difesa: del triangolo ho detto ma anche le terze lavorano a cottimo e con competenza. Situazione molto complicata per Viadana ma ancora non compromessa, partita tutto sommato piacevole e divertente: di sicuro più di quel che capiti al Lanfranchi. Pubblico non numeroso ma almeno il doppio di quanto riportato dall’amico Delipe, ma si sa che l’eccesso di zuccheri alla lunga nuoce anche alla vista. :-)

  10. prop3 scrive:

    Eviterei di parlare di arrendevolezza di mogliano, rovigo etc etc. Bisogna vedere sempre chi hai davanti quando giochi. Altrimenti potremmo parlare di arrendevolezza delle ffoo, partite perse all’ultimo minuto. Sono comunque tutte chiacchiere. Quello che conta sono i risultati del campo ed occorre accettarli.

    • neofita scrive:

      Io ho parlato solo di sfortuna: è ovvio che se incontri una squadra subito dopo una brutta prestazione questa voglia riscattarsi, magari a parti invertite sarebbe andata meglio a noi. Ma coi se e coi ma non si fa nulla.
      Rimane il fatto che prendere 60 punti e ottenere comunque un punto in classifica suona strano, in Francia non succede e mi pare molto molto meglio……

  11. gino scrive:

    Peccato per il Reggio, ottimo l’allenatore tutte scelte azzeccate….

    • Appassionato_ma_ignorante scrive:

      Ottima Reggio, ma con due limiti: ha preso 2 mete del piffero (nelle uniche due distrazioni in difesa) e non ha veramente concretizzato con la marcatura grossa l’enorme volume di gioco. Piede-d’oro-Gennari da clonare. Un punto preziosissimo portato a casa. Prossimo turno a Padova e la vedo dura (a Reggio avevamo perso malamente). Peraltro non so perché Cazenave non giochi.

    • Appassionato_ma_ignorante scrive:

      Ad ogni modo, per quanto riguarda San Donà, al di là di alcune giocate notevoli e di un estremo che mi è piaciuto assai, resta una squadra – impressione personale – che non si capisce/dal rendimento imprevedibile.

  12. prop3 scrive:

    Sul tema del bonus difensivo sono pienamente d’accordo. Chi gestisce si metta seduto e cambi il regolamento. A mio avviso, per quanto riguarda la fortuna o sfortuna, alla fine tutto si bilancia. Inoltre in relazione ai 60’punti, c’è da dire che la Lazio fine a dieci dal termine era in partita, e purtroppo ieri la panchina era molto corta per vari motivi. Pertanto visto il regolamento vigente bonus nettamente meritato.

  13. gian scrive:

    La logica del bonus offensivo è spingere le squadre a fare più mete possibile invece che giochicchiare a non farsi male una volta che la partita è chiusa come punteggio, che possa essere una follia che prendendo 100 punti ti possa portare a casa 1 punto posso essere d’accordo, ma io trovo una boiata anche i bonus difensivi ed offensivi pro spettacolo, le partite si vincono o si perdono, di quanto, quanti ne fai e quanti ne prendi è del tutto secondario, ma dato che hanno pensato che questo migliori il gioco, non capisco cosa ci sia di sbagliato

  14. giobart scrive:

    Ottimo il punto di Reggio e Piacenza, ma soprattutto la vittoria del San Donà, bellissima la corsa ai play offs e la corsa per la salvezza.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento