Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Leinster-Northampton, un 60-13 che fa rumore

L'EPCR starebbe valutando se aprire un'inchiesta sulle scelte di formazione dei Saints
northampton champions cup leinster

ph. Reuters

Il 60-13 con cui Leinster ha strapazzato Northampton nella sfida valida per la quarta giornata di Champions Cup, sta facendo parecchio rumore Oltremanica. Al punto che, secondo la BBC, l’EPCR starebbe valutando se avviare un’inchiesta contro il club inglese per aver schierato una squadra poco competitiva. In campo mancavano, tra gli altri, i pezzi da novanta Courtney Lawes, Tom Wood, Luther Burrell e Louis Picamoles; la loro assenza, a cui si aggiunge quella forzata dello squalificato Hartley, deve aver certamente contribuito alla sconfitta di Dublino.

 
L’EPCR vuole ora vederci chiaro. Northampton si presentava alla sfida con pochissime chance di passare il turno, mentre in Premiership occupa un ben poco soddisfacente nono posto ma a tre punti dal sesto. E i Saints sono attesi ora dalle sfide con Sale, Gloucester e Bristol, decisive per risalire la classifica. Una comunicazione in merito da parte di EPCR è attesa entro la giornata di lunedì.

 

Il weekend è stato caratterizzato da altri risultati nettissimi. Passino le vittorie di Tolosa e Harlequins contro Zebre e Timisoara, ma il 71-3 di Ospresy-Grenoble (e poi il 48-29 di Newcastle-Lione e il 42-13 di La Rochelle-Gloucester, tutte e tre di Challenge) minano la credibilità di una competizione, la Challenge, rivoluzionata nel post Heineken Cup anche per dare maggiore competitività. A patto di non essere né snobbata né vista come un ostacolo nel cammino in campionato.

Facebook

onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



31 risposte a “Leinster-Northampton, un 60-13 che fa rumore”

  1. frank scrive:

    Mah…..a prescindere dall’etica….Schiereranno chi caspita gli pare?

    Un po’come il bayonne…..li’ non indaga nessuno?

  2. malpensante scrive:

    Cioè, questi si preoccupano di una partita della Champions, in generale combattuta come non mai, e dicono niente della Challenge che in due anni ha fatto talmente bene che nemmeno le trasmettono più in tv? Mah.

  3. fracassosandona scrive:

    bicchiere mezzo pieno: nessuno potrà rimproverare le zebre di aver perso 54-15 se northampton ha perso 60-13…

    una manifestazione in cui se non fai almeno 19 punti in sei partite non passi il turno rischia di finire alla seconda giornata per molte squadre…

    per il rilancio della challenge c’è una sola strada: due posti garantiti nella champions dell’anno successivo, ricchi premi e cotillons…
    ma ti dirò che chi la snobba consente a russi ed italiani di infilare successi storici nel proprio palmares: il passare degli anni farà dimenticare le formazioni scese in campo e resterò lo scalpo in bacheca… :-)

  4. fracassosandona scrive:

    nel girone delle zebre diventa fondamentale la differenza punti: i ducali sono informati che a metà gennaio Connacht e Wasps cercheranno di ottenere punteggi da Basket nei loro confronti…

  5. TommyHowlett scrive:

    Il rugby non è il calcio. Una partita di Champions porta via forze e spesso manda gente in infermeria; le squadre che in patria vivono momenti di difficoltà nei campionati locali ci pensano due volte prima di schierare i loro pezzi da novanta, soprattutto, come nel caso dei Saints, se le speranze di qualificazione sono ridotte al lumicino. E’ assolutamente normale. Mi stupisce che in EPRC si stupiscano… Quando francesi ed inglesi hanno deciso di creare questo nuovo format sapevano fin troppo bene che non tutte le loro 14 squadre avrebbero potuto superare la fase a gironi e che il disinteresse da parte di qualcuno sarebbe prima o poi saltato fuori. Questo problema ci sarà sempre fin quando Coppe e campionati si svolgeranno in contemporanea. Una bella cosa, sul modello australe, potrebbe essere quella di dividere in due la stagione…

  6. Hullalla scrive:

    In realta’ l’EPCR dovrebbe mettere sotto inchiesta se stessa, per il regolamento che ha messo in piedi.

  7. Il Bonzo Tama scrive:

    beh che si aspettavano? Fa parte del professionismo, mi sembra strano che non abbiano pensato a questo aspetto quando hanno riformato la champions

  8. And scrive:

    cagata pazzesca. Schiero chi voglio e chi ho a disposizione.

  9. And scrive:

    perchè invece non pensano a ridurre i Test Match e a fare il Sei Nazioni ogni 2 anni, quello no…

  10. frank scrive:

    Diciamo le cose come stanno.

    Inglesi e Francesi hanno demolito un format che funzionava e tirava (l’Heineken Cup) solo perchè vincevano un po’ troppo spesso delle celtiche e per metterci piu’ squadre delle loro.

    Allora che vadano in mona.

  11. mauro scrive:

    Chissà se su On Irish Rugby staranno discutendo animosamente di questo risultato maturato contro la seconda o più squadra degli scarpari di Northampton.
    Chissà se su On Rose’s Rugby staranno discutendo se non è il caso di lasciare la Champions perchè il rugby praticato da loro non è nè adatto nè competitivo con quello dei trifogli.
    Boh…

  12. fabiogenova scrive:

    Davvero ridicoli. Sta gente prima strapazza le coppe, poi si rende conto di stare in era professionistica.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento