Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Rugby e regole: dal primo gennaio nuove modifiche

Cambiano mischie no contest, mete di penalità e alcune regole del Seven
nigel owens arbitro rugby

ph. Sebastiano Pessina

Nuovi cambiamenti del regolamento in vista per la prossima stagione. Dopo le discussioni in sede di World Rugby Law Review Group e Rugby Committee, a cui è seguita la sperimentazione in campo nel corso di alcune competizioni, le variazioni sono state accettate e verranno ora adottate globalmente. Entreranno in vigore il primo gennaio 2017 per l’Emisfero Sud e il primo agosto 2017 per l’Emisfero Nord; verranno adottate anche per il tour dei Lions in Nuova Zelanda e per la prossima finestra internazionale di giugno. “Le modifiche vogliono aumentare l’esperienza di chi gioca e di chi guarda ed evitare situazioni di gioco negativo”, ha dichiarato John Jeffrey, Rugby Committee Chairman.

 

Mischie No Contest
Per scoraggiare il ricorso a mischie no contest da parte delle squadre, queste dovranno essere giocate con otto uomini.

 

Tempo di gioco
Se un calcio di punizione è calciato in touche a tempo scaduto e senza che abbia toccato nessun giocatore, l’arbitro permette il lancio da rimessa laterale e il gioco proseguo fino alla successiva situazione di palla morta.

 

Vantaggio
In caso di molteplice penalità a cui seguono successivi vantaggi non concretizzati, il capitano della squadra offesa potrà scegliere da quale punto di vantaggio avere il calcio di punizione.

 

Meta di penalità
Una meta di penalità vale sette punti senza successiva conversione.

 

Rugby Seven
Le finali dureranno sette minuti per tempo per motivi di incolumità dei giocatori (uno studio ha evidenziato l’incidenza degli infortuni nei secondi tempi delle finali, che nel caso delle World Series durano dieci minuti a tempo).
Il calcio di restart dopo un calcio di punizione o un drop deve avvenire non oltre 30 secondi dal tentativo riuscito o meno di drop o calcio.
Le squadre hanno 15 secondi per formare il corridoio di lancio di touche dal momento in cui l’arbitro indica il punto di lancio. Idem per la formazione della mischia.


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



12 risposte a “Rugby e regole: dal primo gennaio nuove modifiche”

  1. gian scrive:

    adesso sì che funzionerà tutto meglio

  2. carpediem scrive:

    In attacco nei 22 avversari, dove le ruck si sprecano e i falli pure, il capitano offeso si posizionerà sulla perpendicolare della porta mentre l’arbitro lo porterà sui 15 , nessuno capirà una cippa e tutti dal tmo

  3. And scrive:

    ci vogliono regole più “elastiche” sulla rimessa laterale x velocizzare il gioco. Bene la regola sulla meta tecnica, risparmiamo altro tempo.

    • Fabruz scrive:

      Ricordo qualche rara circostanza di calcio stoppato dopo meta di punizione. Regola che non condivido. Per il resto ottime modifiche. Per fortuna non hanno inseirto anche quella orribile dei punti di incontro a un metro del npc

  4. malpensante scrive:

    Per me, vanno bene. Però sarebbe meglio che applicassero regolarmente quello che avevano già deciso, tipo introduzione e maul per dirne due.

  5. nelly1450 scrive:

    Quella dell’introduzione è durata qualche mese forse….

  6. Katmandu scrive:

    Scommettiamo che per marzo se le son già scordate?
    Non sentivo il bisogno della mancata trasformazione sulla metà di penalità (anche perché tradotto dall’inglese che ci provano a Fare?)
    Il calcio in touche da punizione é una quazzate bella e buona. Se scade il tempo con un calcio di punizione e la si batte di seconda la si passa a un metro al compagno che la spedisce fuori che cosa cambierà?
    Interessante la regola della gestione del vantaggio, una domanda se ho un calcio di punizione sui 10 e nel giocare il vantaggio gli avversari commettono in avanti sui 22 il capitano può scegliere se il calcio sui 22 o sui 10 oppure tra calcio e mischia?

    • Superignazzio scrive:

      Se chi difende commette avanti sui 22 che chi attacca ha vantaggio sui 10 non c’è da pensarci, hai perso 12 metri di terreno quindi ti prendi la punizione

    • Obelix-it scrive:

      L’idea di pensare che la punizione sia a favore di chi e’ in svantaggio non ti sfiora nemmeno, eh??

      Oggi, se sono sotto ed ho una punizione, non posso calciare fuori. Domani, posso calciare e farmi la mia touche regolare. In una situazione di svantaggio all’interno della mia meta’ campo, il mio avversario puo’ fare falli, tanto io devo *comunque risalire il campo a mano, perche’ oggi non posso calciare…..

  7. Dusty scrive:

    Ogni cambiamento va visto con il giusto spirito di migliorare sempre più il gioco a favore della spettacolarità e della salute dei players. Poi se qualche regola non funzionerà come ci si aspettava la si modifica di nuova senza tanti patemi.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento